salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 7 luglio 2017

Orlando in Estonia per Consiglio Gai
"Anche in Ue verso regole su confische"

Bandiera dell'Unione Europea

Tallinn (Estonia), Centro culturale Kultuurikatel. Anche l'Europa si sta convincendo che la mafia si sconfigge aggredendo il suo patrimonio: lo ha constatato con soddisfazione, al termine della riunione informale dei ministri della Giustizia Ue a Tallinn, il guardasigilli Andrea Orlando. La discussione che i 28 hanno oggi avuto sul tema dei congelamenti di beni e delle confische, ha osservato, è avvenuta "tra l'altro proprio mentre in Italia si discute l'approvazione definitiva del codice antimafia".

Il ministro ha riscontrato "che si sta facendo strada un'idea, che l'Italia ha sposato da molto tempo, secondo la quale la criminalità organizzata può essere battuta solo attraverso forme di aggressione patrimoniale: attraverso i sequestri, attraverso le confische".

Oggi a Tallinn, "dopo molte resistenze e molta diffidenza, anche altri paesi stanno iniziando a seguire questa linea, tant'è che si è discusso su qual è la forma più idonea, se un regolamento o una direttiva", mentre "nessuno mette più in discussione che questa strada vada percorsa". [AGI]

Orlando ha partecipato ai lavori della odierna sessione congiunta dedicata alla conservazione dei dati e, successivamente, a quelle dedicate alla vendita dei beni di consumo, al futuro della giustizia elettronica e al mutuo riconoscimento dei provvedimenti di blocco e confisca.