salta al contenuto

www.giustizia.it

lunedì 19 luglio 2010

Mafia: 18 anni dalla strage di Via D'Amelio
Alfano ricorda Paolo Borsellino

Immagine della copertina del libro "Il profumo della libertà"

"Il profumo della libertà che si coglie in queste pagine è ancor più intenso che nel passato e renderà ai nostri giovani più semplice rifiutare quello che Paolo Borsellino efficacemente definì il puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità". A 18 anni dalla strage mafiosa di Via D'Amelio a Palermo, nella quale persero la vita Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi e Claudio Traina, il ministro della Giustizia Angelino Alfano ricorda la figura del magistrato siciliano e degli uomini che, come lui, hanno scritto la storia della lotta alla mafia. Lo fa nella prefazione del libro Il profumo della libertà, una raccolta di memorie e testimonianze, curata dal ministero della Gioventù, dedicate all'impegno di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il volume, che è stato presentato questa mattina dal ministro Giorgia Meloni nel corso della trasmissione Uno Mattina Estate, si avvale del contributo, fra gli altri, del guardasigilli Alfano che ne ha scritto la prefazione.

Nel pomeriggio, alle ore 18:00, presso il ministero della Giustizia in via Arenula, celebrazione di una S. Messa per ricordare le vittime della strage di Palermo. Così il guardasigilli: "Quest’anno ho inteso ricordare Paolo Borsellino qui al Ministero, nella sala più prestigiosa che lo scorso anno ho voluto intitolare alla memoria di Rosario Livatino, insieme ai tanti magistrati che con me collaborano, per mantenere quel tono riservato che, sono certo, tanto sarebbe piaciuto a Borsellino e per dare il segno, senza clamori, che anche in questo Ministero la sua figura viene ricordata e che i suoi insegnamenti e le sue intuizioni continuano a costituire materia di ispirazione e di riflessione nell’azione di contrasto  alla criminalità organizzata, con spirito costruttivo con impegno costante e lontani mille miglia da ogni polemica di bottega”.

 


[MP]