salta al contenuto

www.giustizia.it

domenica 30 maggio 2010

Corte Penale Internazionale: Alfano in Uganda.
Spirito di Kampala momento di consenso fattivo

Sede della Corte Penale Internazionale

Kampala (Uganda). Il ministro della Giustizia Angelino Alfano rappresenta il Governo italiano alla Conferenza di revisione dello Statuto della Corte Penale Internazionale approvato a Roma nel 1998, che si tiene dal 31 maggio al 1 giugno nella capitale ugandese.

Alla Conferenza di Revisione prendono parte delegazioni delle Nazioni Unite, degli stati contraenti, dei paesi che hanno firmato lo statuto ma non ancora ratificato e, in qualità di osservatori, paesi che nel 1998 non hanno sottoscritto lo statuto come gli Stati Uniti, Cina, Cuba ed Iran. Nel corso dei lavori verrà proposta una nuova definizione del crimine di aggressione e l'inclusione di nuove armi letali nel campo di applicazione dello Statuto. Assieme al guardasigilli Alfano, partecipa ai lavori la vice presidente del Senato e fondatrice di Non c'è Pace senza Giustizia, Emma Bonino.

Il 30 maggio, il giorno prima dell'inizio dei lavori, presso lo Stadio Nazionale di Kampala, si svolge la cerimonia di apertura War Victim's Day Football Game che vede scendere in campo due squadre composte da vittime di crimini che ricadono sotto la giurisdizione della Corte, delegati di Stati parte dello Statuto nonché da Capi di Stato e di Governo, tra cui il presidente ugandese Yoweri Museveni, il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon e il ministro della Giustizia, Angelino Alfano.

 

[GL]