salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 16 aprile 2010

Mafia: da Governo contrasto senza precedenti.
Alfano: un codice unico entro fine legislatura

Berlusconi, Alfano e Maroni in conferenza stampa a Palazzo Chigi

655 detenuti al carcere duro, oltre 500 operazioni delle forze dell'ordine, quasi 5mila arresti di presunti criminali e, fra questi, 23 latitanti nella lista dei trenta più pericolosi, con l'obiettivo di azzerare l'elenco entro la fine della legislatura. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, insieme ai ministri della Giustizia, degli Interni e della Difesa, fa un bilancio dell'attività di contrasto alla criminalità organizzata svolta dal suo Governo in questi due anni. Un'attività di contrasto, sottolinea il premier, "che non ha alcun paragone possibile con precedenti governi".

Questo Governo "è la vera antimafia delle leggi e dei fatti", sottolinea nel suo intervento il guardasigilli Angelino Alfano, che annuncia, entro la fine della legislatura, il varo di un Codice Unico delle leggi antimafia: ''E' un provvedimento atteso da 10 anni che costituirà un risultato di efficienza nella lotta alle organizzazioni criminali".



[MB]