salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 19 febbraio 2010

CdM avvia esame del ddl anti-corruzione
Alfano: questo reato è disvalore sociale

Logo del Consiglio dei Ministri

Nel corso della odierna riunione del Consiglio dei Ministri, il Governo avvia l'esame del disegno di legge presentato dal ministro della Giustizia Angelino Alfano che punta, fra l'altro, a rafforzare il principio di legalità nella pubblica amministrazione, modificando le previsioni del codice penale e inasprendo le relative pene. "Un provvedimento per sanzionare più pesantemente il disvalore sociale di questo reato -  ha affermato il guardasigilli - e rafforzare l'intendimento del Governo di combattere la corruzione".

Condividendone impianto e finalità - si legge nel comunicato stampa di Palazzo Chigi - il Consiglio ha deciso di rendere il provvedimento più incisivo integrandolo con disposizioni che perseguano l’obiettivo di una efficienza sempre maggiore nella pubblica amministrazione e negli enti locali. L’esame del disegno di legge sarà pertanto completato nella prossima riunione.



[MVC]