salta al contenuto

www.giustizia.it

martedì 26 gennaio 2016

UE: Orlando ad Amsterdam per informale GAI
Urgente scambio informazioni su radicalizzazione in carcere

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando incontra il Commissario europeo per la Giustizia Vera Jourovà

Amsterdam. Il guardasigilli Andrea Orlando partecipa questa mattina alla riunione informale dei ministri della Giustizia dell'Unione Europea organizzata dalla Presidenza olandese.

In agenda, il tema del cybercrime e, in particolare, il dibattito su come migliorare la capacità delle giurisdizioni penali di combattere la criminalità informatica, adeguando la raccolta delle prove elettroniche ai nuovi fenomeni della delocalizzazione dei dati e del cloud computing, incluso lo sforzo di maggiore cooperazione da parte degli Internet Service Provider.

Inoltre i ministri della Giustizia, nel solco dell’impegno politico a rafforzare la lotta al terrorismo di matrice jihadista, avvieranno il potenziamento della rete dei casellari giudiziali per includervi le sentenze di condanna riportate nel territorio dell’Unione Europea da cittadini di Paesi terzi, sulla base di una proposta della Commissione.

In conclusione di riunione, la discussione sullo sviluppo di uno spazio europeo dedicato allo scambio di prove scientifiche forensi nelle indagini e nel processo penale.

 

Nel pomeriggio di ieri, il ministro Orlando ha incontrato il Commissario europeo per la Giustizia, la tutela dei consumatori e l’eguaglianza di genere Vera Jourovà. A lei il guardasigilli ha ribadito la necessità di un approccio più ambizioso nel negoziato per la creazione della Procura europea, che per l’Italia riveste carattere prioritario per un contrasto efficace alle frodi al bilancio europeo e, in prospettiva, a criminalità organizzata e terrorismo e alle loro reti di finanziamento, sottolineando inoltre l'importanza di prevedere al più presto scambi di informazioni fra gli Stati europei sul fenomeno della radicalizzazione in carcere.