salta al contenuto

www.giustizia.it

mercoledì 9 dicembre 2015

La digitalizzazione della Giustizia
Orlando: "Ulteriore salto di qualità del servizio"

Ced Ministero della Giustizia. Il guardasigilli Andrea Orlando nel corso della conferenza stampa sulla digitalizzazione della Giustizia. Ced Ministero della Giustizia. Il Direttore generale dei sistemi informativi automatizzati Pasquale Liccardo illustra al guardasigilli Andrea Orlando il funzionamento della Control Room.

Nuove tecnologie, risorse e investimenti per creare nuovi modelli organizzativi in grado di offrire ai cittadini un servizio giustizia più rapido ed efficiente. Lo stato della digitalizzazione della Giustizia è al centro della conferenza stampa del guardasigilli Andrea Orlando presso il Centro Elaborazione Dati del Ministero della Giustizia (ingresso via Damiano Chiesa, 24).

"E' un impegno che si rafforza per un salto di qualità ulteriore: migliorare il servizio giustizia nei rapporti con il cittadino e metterlo all'avanguardia anche a livello europeo", ha sottolineato Orlando. Sono più che raddoppiati, rispetto allo scorso anno, gli investimenti per la digitalizzazione del settore giustizia: lo stanziamento finale per il 2015 ammonta infatti a quasi 148 milioni di euro (a fronte dei 68,8 del 2014), grazie anche all'utilizzo, per la prima volta, di fondi europei. "Abbiamo ottenuto risorse dai fondi comunitari e li utilizziamo per queste innovazioni", ha concluso il guardasigilli.

Nel corso dell'incontro, il direttore generale per i sistemi informativi automatizzati Pasquale Liccardo ha presentato la nuova Control Room realizzata dalla Dgsia e adibita alla verifica dei livelli di sicurezza e al coordinamento dei servizi di assistenza su tutto il territorio.