salta al contenuto

www.giustizia.it

martedì 19 maggio 2015

Carceri: al via gli Stati generali dell'esecuzione penale
Oggi a Bollate la presentazione con Andrea Orlando

Logo degli Stati generali dell'esecuzione penale

Milano. Annunciati più volte dal ministro Orlando come il passaggio necessario da realizzarsi una volta superata la fase dell'emergenza, partono oggi dalla casa di reclusione di Bollate gli Stati generali dell'esecuzione penale. "Sei mesi di ampio e approfondito confronto che dovrà portare concretamente a definire un nuovo modello di esecuzione penale e una migliore fisionomia del carcere, più dignitosa per chi vi lavora e per chi vi è ristretto", scrive il guardasigilli nella presentazione della giornata inaugurale che si è svolta questa mattina, dalle ore 10, nella casa di reclusione milanese.

La mattinata–evento dal titolo Dignità, diritti sicurezza. Sei mesi di idee per cambiare il carcere si è aperta con l’inaugurazione dell’esposizione dei teli realizzati dai detenuti in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera con il contributo artistico di Dario Fo, a cui è seguita la proiezione di un estratto del docufilm Ombre della sera di Valentina Esposito.

Alla presentazione degli Stati generali, coordinata dal direttore di RadioTre Marino Sinibaldi, sono intervenuti il ministro della Giustizia Andrea Orlando, il presidente emerito della Corte Costituzionale Valerio Onida, il giurista e filosofo del diritto Luigi Ferrajoli, la giornalista e scrittrice Marcelle Padovani e l’attrice Valentina Lodovini. Il presidente emerito Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio. Presenti, tra gli altri, anche il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il capo dell’Amministrazione penitenziaria Santi Consolo e il presidente del Comitato scientifico degli Stati generali Glauco Giostra.

 

 
Si ringrazia Marco Delogu per la concessione delle immagini contenute nel manifesto-banner (www.marcodelogu.com).

 

[MaB]