salta al contenuto

Scheda pratica - Ricerca detenuti

aggiornamento: 12 giugno 2017

 

L’anagrafe detenuti è il registro delle persone detenute negli istituti penitenziari italiani ed è una delle applicazioni del sistema SIAP AFIS che consente la gestione sul territorio nazionale di tutte le informazioni relative alle persone in esecuzione penale.
Si tratta di uno strumento di conoscenza dei soggetti affidati all'Amministrazione penitenziaria che assicura un servizio di informazione agli uffici giudiziari ed alle Forze di polizia, per esigenze processuali, investigative o di polizia giudiziaria.
Lo status di detenuto nell’ordinamento penitenziario ha una tutela sotto il profilo della riservatezza, pertanto, le richieste di informazione sui detenuti devono essere corredate da una specifica documentazione che attesti la legittimazione ad ottenerle. In assenza di questa documentazione le richieste non sono esaminate.

Chi può chiedere in quale carcere si trova un detenuto

  • difensori
  • autorità giudiziaria*
  • forze dell’ordine gli uffici giudiziari e penitenziari*
  • Equitalia Giustizia
  • familiari
     

*questi enti o uffici dispongono di canali dedicati per la diretta ed autonoma interrogazione della Banca dati detenuti

A chi chiedere

Esclusivamente tramite posta elettronica ai seguenti indirizzi:

PEC: ricercaristretti@giustiziacert.it (dialoga solo con altra PEC)

In proposito si evidenzia che le richieste dovranno essere inviate esclusivamente con la PEC da altra PEC., diversamente, l'invio o la ricezione non andranno a buon fine.

Come chiedere

I difensori :

  1. richiesta di accesso agli atti su carta intestata dello studio debitamente firmata ed allegata alla email nel formato pdf.
    Nella richiesta dovranno essere specificate le generalità del soggetto:
    • cognome (distinto dal nome)
    • nome
    • data e luogo di nascita della persona cercata (per i nati all’estero il solo Stato di nascita)
      i recapiti:
    • telefono
    • posta elettronica certificata (PEC) dello studio legale
       
  2. atto di nomina formale del difensore rilasciato dal detenuto assistito, dall’Autorità giudiziaria competente o da altro avvocato che deve essere:
    • formale ed autenticata se proviene dall'assistito
    • in copia se proviene dall'Autorità giudiziaria
    • formale e autenticata se per conto di altro legale

Il rilascio dei certificati storici per periodi di detenzione anteriori al 1990, richiede tempi più lunghi in quanto occorre procedere a ricerche negli archivi cartacei degli istituti penitenziari in cui il soggetto è stato detenuto.

Attenzione: tutti i file allegati e relativi alla richiesta (istanza e nomina), dovranno essere recapitati contestualmente e nel formato PDF, senza la firma digitale perché al momento non viene gestita dal Nostro servizio.

Amministrazioni dello Stato non collegate alla S.P.C. :

  1. istanza di accesso agli atti su carta intestata dell’Ente/Ufficio debitamente firma ed allegata alla mail nel formato pdf.
    nella richiesta dovranno essere specificate le generalità del soggetto:
    • cognome (distinto dal nome)
    • nome
    • data e luogo di nascita della persona ricercata (per i nati all’estero il solo Stato di nascita)
    i recapiti
    • telefono
    • posta elettronica certificata (PEC) dell’ufficio.

Equitalia

Istanza di accesso agli atti su carta intesta dell’Ente/Ufficio, debitamente firmata ed allegata alla mail nel formato pdf da inviare per posta elettronica certificata (PEC).

  1. Nell’istanza dovranno essere indicati i nominativi dei soggetti da ricercare e, nei casi di consistenti elenchi, dovrà essere riportato il numero complessivo dell’elenco.
  2. nell’eventuale file nominativo, da recapitare congiuntamente alla richiesta, dovranno essere specificate le sole generalità del soggetto ricercato. Ciò a significare che dovranno essere escluse/inibite le altre informazioni contenute nei Vostri tabulati.

Pertanto per ciascun soggetto dovranno essere forniti i seguenti dati:

  • Cognome (distinto dal nome)
  • Nome
  • Data e luogo di nascita della persona da ricercare (per i nati all’estero il solo Stato di nascita)
  • copia dell’Ente impositore
  • copia dell’estratto di ruolo della cartella esattoriale
  • recapiti:
  • telefono
  • posta elettronica certificata (PEC) dell’ufficio.
     

Familiari

Alla richiesta da inviare esclusivamente per posta elettronica certificata (PEC) vanno allegati:

  1. domanda del familiare firmata in modo leggibile con indicati i dati personali della persona cercata;
  2. l’indirizzo e recapito telefonico del richiedente;
  3. copia di un documento d’identità non scaduto del richiedente e codice fiscale (tutti fronte retro);
  4. un atto che evidenzi il grado di parentela;
  5. eventuali altri documenti che possano sostenere l’istanza. i recapiti
    • telefono
    • posta elettronica certificata (PEC) dell’ufficio.

Forze dell’ordine, uffici giudiziari e penitenziari

Le ricerche avvengono utilizzando l’applicazione riservata agli uffici giudiziari, agli uffici penitenziari ed alle forze di polizia:

  • SIDET WEB 2, Sistema Informativo Detenuti via Web accessibile h24, disponibile nell’elenco dei servizi erogati dal dipartimento dell'amministrazione penitenziaria e dal Ministero dell’Interno.

Le ricerche dei detenuti saranno assicurate alle sole strutture non ancora collegate alla S.P.C. e/o S.D.I. e, che ne abbiano dato comunicazione con lettera intestata dell’Ufficio.
Per problemi di connessione o di accesso al sistema, si invita a richiedere assistenza all'esperto informatico, al Focal Point ed in alternativa, contattare il CED-INTERFORZE ai relativi recapiti.
 

  1. Qualora nella/e risposta/e si rilevino dati inesatti o eventuali incongruenze sui soggetti o sui periodi di detenzione, per maggiori chiarimenti, l'Ufficio/Ente/Utente potrà rivolgersi sia all'Istituto penitenziario che ha scarcerato il soggetto e dove rimane archiviato il fascicolo personale della relativa detenzione, sia all'Unità Operativa di Gestione dei Rapporti con l'Utente, con l'Autorità Giudiziaria e le Forze di Polizia, disponibile ad intervenire per l'integrazione dei dati inesatti o mancanti.
  2. I periodi di effettiva detenzione, sono accertabili sulla base dell'elenco dei movimenti definitivi. Mentre la 'Data uscita' si riferisce all'ultimo movimento e non al periodo di fine detenzione; la Giustizia Minorile, a partire dal 2010 dispone di un proprio SISM (Sistema Informativo dei Servizi Minorili).
  3. Le informazioni sono fornite previa verifica della provenienza della richiesta nonché degli atti allegati.
  4. Le richieste incongrue o prive dei previsti requisiti, saranno ignorate.



 

Questa scheda ti ha soddisfatto?