Procedimenti collettivi - Class action

aggiornamento: 31 maggio 2021


Il 19 maggio 2020 è entrata in vigore la legge 12 aprile 2019, n. 31 che introduce nell'Ordinamento una disciplina organica dei procedimenti civili collettivi (cd. class action), assorbendo e ridisegnando le azioni inibitorie e di classe già previste dagli artt.  139, 140 e 140-bis del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206 (Codice del consumo), che sono contestualmente abrogati.
 

La nuova disciplina è dettata agli artt. 840-bis e segg. del codice di procedura civile
Gli interessati possono consultare i ricorsi depositati in Cancelleria, secondo le modalità telematiche ordinarie ex art. 840-ter c.p.c dal 19 maggio 2021, giorno di entrata in vigore della Legge istitutiva<
Le domande di adesione ai procedimenti avvengono nelle forme previste dall’art. 840-septies c.p.c.

I ricorsi proposti in base alla nuova legge, unitamente ai decreti, saranno pubblicati, a cura delle cancellerie territoriali, entro 10 giorni dal deposito del decreto di fissazione di udienza.
 

La documentazione e le consultazioni online in materia di class action, sono disponibili sul portale dei Servizi Telematici, la piattaforma unificata per l'accesso ai servizi telematici della Giustizia, secondo quanto previsto dall’art. 4, decreto legge 29 dicembre 2009, n. 193, convertito con modificazioni dalla l. 24/2010 e dell’art. 6 d.m. 44/2011

 

Riferimenti normativi

Legge 31/2019 - Disposizioni in materia di azione di classe

Artt. 840-bis e segg. del codice di procedura civile

Legge 24/2010 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 dicembre 2009, n. 193, recante interventi urgenti in materia di funzionalità del sistema giudiziario

D. m. 44/2011 - Regolamento concernente le regole tecniche per l'adozione nel processo civile e nel processo penale, delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione

 




Questa scheda ti ha soddisfatto?