salta al contenuto

Scheda pratica - Recupero alimenti e mantenimento nei confronti di una persona che risiede all’estero

  • Posso chiedere il mantenimento anche per un adulto?

    In linea generale sì, ma se il debitore risiede al di fuori dell’Unione Europea – e quindi si applica la Convenzione dell’Aia del 2007 - ci sono delle eccezioni.

    In tali casi, occorre contattare l’Ufficio per verificare se le regole di cooperazione internazionale si applicano al caso specifico.

  • Serve l’avvocato per rivolgersi all’Ufficio Autorità centrali?

    No, in questa fase non serve essere rappresentati da un avvocato.

  • Che cosa si può fare se non conosco l’indirizzo all’estero della persona a cui devo chiedere il pagamento della prestazione alimentare?

    Se non si conosce l’indirizzo esatto della persona residente all’estero, nei cui confronti deve essere attivata la procedura diretta ad ottenere il pagamento della prestazione alimentare, l’Ufficio Autorità Centrali può richiederne la localizzazione all’Autorità Centrale dello Stato estero.

  • Posso rivolgermi all’Ufficio Autorità Centrali anche se la sentenza di cui dispongo è stata emessa da un’autorità giudiziaria straniera?

    In linea generale sì. La condizione indispensabile è che il creditore risieda in Italia.

 

Hai trovato utile questa informazione?