salta al contenuto

Scheda pratica – Atti stato civile: comunicazione decessi da parte dei Comuni

aggiornamento: 20 dicembre 2016

Una nuova procedura prevede l’invio per posta elettronica certificata (PEC) da parte degli uffici comunali al sistema informativo del casellario (SIC) delle comunicazioni sui soggetti deceduti.

La procedura è stata testata dal Comune di Milano, grazie ad un protocollo d'intesa siglato nell'aprile 2012.
Il decreto dirigenziale 19 marzo 2014 contiene le regole procedurali di carattere tecnico operativo per la trasmissione telematica al Sistema Informativo del Casellario delle informazioni concernenti l’avvenuta morte della persona da parte dei comuni.
L'avvio della procedura su scala nazionale avverrà in maniera graduale, secondo il calendario stabilito all'art. 3 del decreto dirigenziale.

Le indicazioni per l’attivazione della procedura:

  1. ogni comune compila e invia all'indirizzo PEC dell'ufficio del casellario centrale prot.dag@giustiziacert.it il modulo di attivazione. Nel modulo sono indicati i dati del referente/i del servizio e l’indirizzo PEC che sarà utilizzato
  2. l'ufficio del casellario centrale provvede alla registrazione su SIC dei dati del modulo. La conferma dell'avvenuta registrazione è inviata dal sistema all'indirizzo PEC del referente o referenti designati dal comune

Una volta attivato, il comune invia un file in formato XML contenente i dati relativi ai soggetti deceduti all’indirizzo PEC comunicazionedeceduti@casellariocentrale.giustiziacert.it. Il file XML è firmato digitalmente dal referente del servizio;

Il file XML deve contenere per ciascun soggetto:

  • dati anagrafici
  • codice fiscale (opzionale per i nati all’estero)
  • paternità (opzionale)
  • data e luogo del decesso
  • comune che ha registrato l'atto di morte e numero del registro degli atti di morte

Una volta ricevuto il file, il SIC provvede, al termine dell'elaborazione dei dati ricevuti, ad inviare alla PEC del comune la conferma dell’avvenuta elaborazione, riportando il dato numerico dei soggetti elaborati.

I dettagli tecnici sulla struttura del file XML sono riportati nell'allegato tecnico al decreto.

L'ufficio del casellario centrale mette a disposizione un apposito ambiente sul quale i comuni possono effettuare dei test al fine di verificare la struttura del file XML e il riconoscimento della firma digitale apposta. Per l'utilizzo dell'ambiente di test è necessario inviare una mail all'indirizzo PEC deceduti.casellariocentrale.dag@giustiziacert.it

Per la creazione del file XML è possibile utilizzare l’applicazione qui disponibile e che consente di caricare i dati secondo gli standard predefiniti.

â–ºl'applicazione (ver 1.7 - formato zip, 9060 Kb)


Servizio help desk - Casellario centrale
tel. 06 97996200
da lunedì a venerdì dalle 8 alle 18
sabato dalle 8 alle 14




 

Questa scheda ti ha soddisfatto?