salta al contenuto

Banca dati dei minori adottabili

aggiornamento: 8 novembre 2012

â–ºComunicazione 8 novembre 2012

La banca dati relativa ai minori dichiarati adottabili e ai coniugi aspiranti all'adozione nazionale e internazionale è prevista dall'articolo 40 della legge 28 marzo 2001, n. 149 "Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n. 184, recante ‘Disciplina dell'adozione e dell'affidamento dei minori’, nonché al titolo VIII del libro primo del codice civile". La banca dati, istituita presso il Ministero della giustizia, è resa disponibile, attraverso rete, a tutti i tribunali per i minorenni.

Con successivo regolamento, adottato con decreto 24 febbraio 2004, n. 91 sono state emanate le norme di attuazione e di organizzazione della banca dati, compresi i dispositivi per la sicurezza e la riservatezza dei dati.

La banca dati è istituita presso il Dipartimento per la giustizia minorile e la sua gestione è attribuita al Capo del dipartimento per la giustizia minorile.
Titolari del trattamento dei dati ai sensi dell'articolo 28 del D.Lvo 30 giugno 2003 n. 196 sono i  tribunali per i minorenni e le procure della Repubblica presso i tribunali per i minorenni, i giudici tutelari, le sezioni della famiglia presso le corti d'Appello, le procure generali presso le corti d'Appello, la Corte di Cassazione e la procura generale presso la Corte di Cassazione.
L'alimentazione della banca dati è automatica e avviene tramite i registri informatizzati presso gli uffici della giurisdizione minorile.

L'accesso alle informazioni è riservato ai tribunali per i minorenni e procure presso i tribunali per i minorenni nonché ai magistrati degli altri uffici della giurisdizione minorile; l'accesso è anche consentito al personale appartenente agli uffici della giurisdizione minorile previa autorizzazione del capo dell'ufficio.
È altresì consentito ai diretti interessati con riferimento ai rispettivi dati personali solo per il tramite dei tribunali per i minorenni e delle procure presso i tribunali per i minorenni.

Per i minori dichiarati adottabili, la banca dati può contenere, a norma dell'articolo 6 del decreto 91/04 , i seguenti dati personali:

  • dati anagrafici
  • condizioni di salute
  • famiglia di origine ed eventuale esistenza di fratelli, fermo restando quanto previsto dall'articolo 28, comma 7, della legge 4 maggio 1983, n. 184, come modificato dall'articolo 24 della legge 28 marzo 2001, n. 149
  • attuale sistemazione
  • precedenti collocamenti
  • provvedimenti dell'autorità giudiziaria minorile
  • dati contenuti nei certificati del casellario giudiziale per i minorenni
  • ogni altra informazione idonea al miglior esito del procedimento

e per i coniugi o per le persone singole disponibili all'adozione:

  • dati anagrafici
  • residenza, domicilio, recapito telefonico
  • stato civile
  • stato di famiglia
  • dati anagrafici dei genitori della coppia o della persona singola aspirante all'adozione
  • condizioni di salute
  • caratteristiche socio-demografiche della famiglia
  • motivazioni
  • altri procedimenti di affidamento o di adozione ed il relativo esito
  • dati contenuti nei certificati del casellario giudiziale
  • ogni altra informazione idonea al miglior esito del procedimento

Questi dati sono conservati per il tempo previsto dalla normativa di cui al D.Lvo 30 giugno 2003, n. 196 ovvero in forma tale da consentire l'identificazione dell'interessato per un tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.