Seguici su

DIGITALIZZAZIONE degli ATTI dei PROCESSI di INTERESSE STORICO

 

 

“Protocollo di Intesa per l’individuazione di progetti di digitalizzazione dei processi di interesse storico a cura della Rete degli archivi per non dimenticare"

 

 

 

L’attività

Il Ministero della Giustizia, unitamente agli altri partners del Protocollo (Ministero per i beni culturali e per il turismo, Consiglio Superiore della Magistratura, Cassa delle Ammende, Archivio Flamigni), prosegue nell’attività di digitalizzazione degli atti processuali con l’obiettivo di conservare la memoria su eventi processuali importanti per la storia del nostro Paese e di preservarne la documentazione cartacea al fine rendere consultabili  tali archivi digitali da parte delle future generazioni incentivando l’impiego di detenuti in un’ottica professionalizzante e di inclusione sociale.

Il lavoro finora compiuto ha dato vita a differenti percorsi progettuali con esperienze attualmente in corso nelle sedi di Roma, Milano e Firenze.

Per agire in modo coordinato e condiviso avvalendosi di ulteriori partners istituzionali di riferimento, il Protocollo si è di recente arricchito della adesione della Cassa delle Ammende come dell’archivio Flamigni, già coinvolti, a diverso titolo, nella esperienza iniziata nel 2015 con la sottoscrizione del Protocollo.

Il Procedimento

Chi può proporre il progetto:

  • Uffici Giudiziari
  • Istituti Penitenziari
  • Archivi di Stato competenti per territorio

 

Come si propone il progetto:

Il progetto si propone compilando l’apposito modello/formulario che si trova al seguente link MODULO

Una volta compilato il modulo reperibile al link indicato dovrà essere inviato al seguente indirizzo di posta elettronica  prodigit@giustizia.it

 

Ducumenti utili
 

Protocollo d’intesa 6 maggio 2015 - rinnovo e atti integrativi

Regolamento per l’individuazione dei progetti di digitalizzazione dei processi di interesse storico

 

aggiornamento: 11 novembre 2020

Itinerari a tema