salta al contenuto

Responsabilità

aggiornamento: 8 novembre 2017

immagine Itinerari

In questa sezione sono pubblicate le disposizioni normative e contrattuali di riferimento per il personale dirigente e non dell'amministrazione della giustizia, in materia di responsabilità disciplinare.

Anche l’amministrazione è responsabile delle conseguenze derivanti dall’inosservanza degli obblighi connessi ai suoi compiti e perciò è tenuta al risarcimento del danno, anche nei casi in cui ciò dipenda dal comportamento dei suoi attori, nello svolgimento dell’attività giudiziaria e amministrativa. La durata "non ragionevole" del processo, la custodia cautelare ingiusta, l'errore giudiziario e la responsabilità civile del magistrato sono tra i temi più importanti della responsabilità dell'amministrazione.

L’attività ispettiva è il modo a disposizione dell’amministrazione per controllare se stessa, cioè per monitorare e verificare che la concreta attività svolta dai suoi uffici e dai suoi attori sia regolare e rispettosa della legge e, perciò, corrisponda esattamente all’adempimento degli obblighi cui l’amministrazione è tenuta.

Il Ministero controlla e verifica i codici di comportamento delle associazioni di categoria per l'adozione ed efficace attuazione di  modelli di organizzazione e gestione idonei a prevenire i reati, condizione esimente di eventuale responsabilità.