salta al contenuto

Casellario giudiziale

aggiornamento: 17 dicembre 2018

L'ufficio del Casellario centrale assicura attraverso il Sistema Informativo del Casellario (SIC), i seguenti servizi:

  • Iscrizione dei provvedimenti nella banca dati - avviene a cura degli uffici giudiziari, o mediante interconnessione telematica con i sistemi informativi che la alimentano
  • Certificazione - il Sistema rilascia certificati all'autorità giudiziaria, al difensore (a ciò autorizzato dall’autorità giudiziaria procedente), alle pubbliche amministrazioni, ai gestori di pubblici servizi ed agli interessati.

Il Sistema Informativo del Casellario eroga i seguenti prodotti:

  • Certificati del casellario giudiziale generale, civile, penale
  • Certificato dell’anagrafe delle sanzioni amministrative
  • Visura del casellario giudiziale
  • Visura dell’anagrafe delle sanzioni amministrative

Il certificato nazionale dei carichi pendenti non è ancora disponibile, in attesa dell’interconnessione tra il SICP (Sistema Informativo della Cognizione Penale) e il SIC.

Il Casellario centrale italiano fa parte della rete europea dei Casellari giudiziali, per lo scambio di informazioni con le autorità giudiziarie ed amministrative dei Paesi europei, denominata sistema ECRIS (European Criminal Records Information System), attraverso la quale è possibile il rilascio del certificato del casellario giudiziale europeo e dell’informazione con valore legale sui precedenti penali.

 

Nella Gazzetta ufficiale n. 250 del 26 ottobre 2018 - Suppl. Ordinario n. 50  è pubblicato il decreto legislativo 2 ottobre 2018, n. 122 recante “Disposizioni per la revisione della disciplina del casellario giudiziale, in attuazione della delega di cui all'articolo 1, commi 18 e 19, della legge 23 giugno 2017, n. 103”, entrato in vigore il 10 novembre 2018.
Ai sensi dell’art. 7 del decreto legislativo, le disposizioni del medesimo acquisteranno efficacia a decorrere dal 26 ottobre 2019.