salta al contenuto

www.giustizia.it

aggiornamento: 7 maggio 2014

Riproduzioni (9.00-14.45)

La riproduzione parziale dei documenti posseduti dalla biblioteca è consentita esclusivamente per uso personale di studio e nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge (L. 633/1941 e successive modificazioni).

Il servizio di fotoriproduzione è gestito da una società esterna, che risponde degli eventuali malfunzionamenti. Gli utenti possono utilizzare le macchine fotocopiatrici a monete o con tessera magnetica, in vendita presso il distributore automatico, o in alternativa avvalersi del servizio di fotoriproduzioni affidato al personale della società.

Il personale del Ministero della Giustizia può usufruire gratuitamente del servizio di fotoriproduzione per esclusive ragioni di ufficio ed entro un numero limitato di fotocopie al giorno, utilizzando la macchina fotocopiatrice vicino al banco della distribuzione.

Sono escluse dalla fotocopiatura le opere rare e di pregio: incunaboli, cinquecentine, opere anteriori al 1900, nonché materiale in cattivo stato di conservazione o deteriorabile.

Previa autorizzazione è consentita la riproduzione digitale mediante scanner o macchina fotografica.