salta al contenuto

www.giustizia.it

aggiornamento: 4 maggio 2018

la Biblioteca

BCG - sala

La Biblioteca centrale giuridica ha una storia secolare, che affonda le sue radici a Torino, nella Cancelleria del Regno di Sardegna. Oggi, con i libri e le riviste più recenti liberamente accessibili in Sala, con le postazioni di accesso alle banche dati online, è un ambiente di lavoro aggiornato e stimolante. I suoi ricchi giacimenti documentari sono messi a disposizione degli utenti, non solo in sede, ma anche da pc remoto, grazie ad un cospicuo lavoro di back office che impegna i bibliotecari, gli informatici e il personale di supporto.

Accanto alla sua riconosciuta importanza nel sostenere le necessità di documentazione dei magistrati e degli uffici giudiziari, nell’esercizio delle rispettive funzioni, le statistiche periodicamente effettuate documentano la predilezione degli operatori del diritto che vi si recano quotidianamente, e il loro interesse per i nuovi servizi offerti nel campo dell'informazione giuridica digitalizzata.

In questa sezione si possono leggere dettagli sulla storia e sul patrimonio della Biblioteca, sulla normativa del Deposito legale che ne alimenta le raccolte, sulle Carte che ne regolano le attività (Regolamento, Carta dei servizi, Carta delle collezioni) e sui progetti di cooperazione con altre istituzioni.