salta al contenuto

www.giustizia.it

Home

La sala cataloghi

Istituita ancor prima dell'Unità d'Italia, la Biblioteca Centrale Giuridica (BCG) del Ministero della Giustizia documenta da oltre un secolo la produzione giuridica nazionale.

Grazie alla normativa sul deposito legale di cui è beneficiaria, costituisce una delle più importanti biblioteche di riferimento per gli operatori del diritto: non solo magistrati ed avvocati, ma anche enti pubblici, associazioni private e singoli cittadini possono rivolgersi ad essa per soddisfare qualsiasi esigenza di documentazione in ambito giuridico. È altresì la biblioteca di servizio per le attività  istituzionali del Ministero e degli uffici giudiziari.

 

NUOVO PORTALE

Autoregistrazione - Richieste da remoto

 

 

 

  • CHIUSURA AL PUBBLICO IL 13 LUGLIO 2018 ANTICIPATA ALLE 12.00

    10 luglio 2018

    Causa urgenti lavori, venerdì' 13 luglio la Biblioteca Centrale Giuridica chiuderà al pubblico alle ore 12.00. Riaprirà lunedì 16 luglio alle ore 9,30.

  • I fascicoli della Bibliografia Nazionale Italiana con le notizie bibliografiche create dalla Biblioteca

    27 giugno 2018

    A partire dal fascicolo 4/2017 della Bibliografia Nazionale Italiana (BNI) - Serie monografie, iniziano ad essere pubblicate, con codice identificativo RMG CG, le notizie bibliografiche elaborate dalla Biblioteca Centrale Giuridica

  • Ricerca giuridica: calendario per il 2018

    27 giugno 2018

    Programma incontri di formazione per il 2018

  • CHIUSURA ESTIVA 2018

    27 giugno 2018

    La Biblioteca resterà chiusa al pubblico da lunedì 6 agosto a venerdì 31 agosto 2018, per la consueta revisione delle collezioni librarie. Pertanto, a partire dalla metà di luglio, la durata del prestito dei volumi verrà progressivamente limitata, in modo che tutto il materiale documentario rientri in biblioteca entro venerdì 3 agosto. Tutti i servizi al pubblico riprenderanno nell'orario consueto lunedì 3 settembre.

  • Nuovo catalogo online

    27 giugno 2018

    È attivo un nuovo portale. Oltre a consultare il catalogo della biblioteca (opac), è ora possibile iscriversi ed effettuare richieste di volumi da casa, salvare bibliografie e ricerche nello spazio personale, comunicare con la biblioteca e condividere contenuti con la comunità degli utenti.