salta al contenuto

Decreto 28 gennaio 2014 - Attribuzioni delegate dal ministro della Giustizia ai sottosegretari di Stato

28 gennaio 2014

il Ministro della Giustizia

VISTA  la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTA  la legge 23 ottobre 1992, n. 421;

VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 6 marzo 2001, n. 55;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 25 luglio 2001, n. 315;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 28 aprile 2013 con il quale è stata nominata Ministro della Giustizia la dott.ssa Annamaria CANCELLIERI;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica del 3 maggio 2013 con il quale sono stati nominati Sottosegretari di Stato alla Giustizia l’On.le Avv. Giuseppe BERRETTA e il Dott. Cosimo Maria FERRI;

RITENUTA l’esigenza del conferimento della delega di talune competenze del Ministro ai sopra indicati Sottosegretari di Stato;

DECRETA

Art. 1

I Sottosegretari di Stato, ai fini dell’attuazione degli indirizzi indicati dal Ministro, sono delegati a rispondere alle interrogazioni e alle interpellanze parlamentari e ad intervenire presso le Camere e relative commissioni per il compimento di attività richieste dai lavori parlamentari, salvo che il Ministro non ritenga di attendervi personalmente.

Art. 2

Fermo restando quanto disposto negli articoli 4, 14, 15, 16, 17, 19 e 20 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, i Sottosegretari di Stato sono delegati alla trattazione degli affari di competenza dei Dipartimenti di seguito indicati e alla firma dei relativi atti e provvedimenti:

On. Avv. Giuseppe BERRETTA:

  1. Dipartimento per gli Affari di Giustizia, relativamente alla Direzione generale della giustizia civile e alla Direzione generale del contenzioso e dei diritti umani;
  2. Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, relativamente alla Direzione generale del bilancio e della contabilità ed alla Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati;
  3. Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, relativamente alla Direzione generale delle risorse materiali dei beni e dei servizi, con esclusione delle procedure attinenti alla segretazione e delle competenze in materia di edilizia penitenziaria, alla Direzione generale per il bilancio e della contabilità, alla Direzione Generale del personale e della formazione, alla Direzione Generale dei detenuti e del trattamento, alla Direzione Generale dell’esecuzione penale esterna.

Dott. Cosimo Maria FERRI:

  1. Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, relativamente alla Direzione generale del personale e della formazione, alla Direzione generale delle risorse materiali dei beni e dei servizi;
  2. Dipartimento per la giustizia minorile, relativamente alla Direzione generale del personale e della formazione, alla Direzione generale delle risorse materiali dei beni e dei servizi, alla Direzione generale per l’attuazione dei provvedimenti giudiziari;

Al Sottosegretario di Stato Dott. Cosimo Maria FERRI è delegata, altresì, la firma degli atti di seguito indicati:

  1. richieste di procedimenti penali ex artt. 9 e 10 c.p.;
  2. richieste di rinuncia al diritto di priorità nell’esercizio della giurisdizione e asserzioni del diritto di priorità nell’esercizio della giurisdizione nei confronti di appartenenti alle Forze della NATO, ai sensi della Convenzione tra gli Stati partecipanti al Trattato Nord Atlantico sullo statuto delle Forze Armate ed a norma del DPR 2 dicembre 1956, n. 1666;
  3. trasferimento delle persone condannate ai sensi della Convenzione adottata a Strasburgo il 21 marzo 1983;
  4. in caso di impedimento od assenza del Ministro, estradizioni urgenti per l’estero e dall’estero, a norma degli artt. 697 e ss. c.p.p. e ai sensi della Convenzione europea di estradizione firmata a Parigi il 13 dicembre 1957;
  5. atti concernenti le materie di seguito elencate:
    1. magistratura ordinaria: trasferimenti, conferimenti di funzioni semidirettive, applicazioni extradistrettuali, svolgimento tirocinio, valutazioni di professionalità, aspettative, formazione di tabelle giudiziarie, esperti di sorveglianza, collocamenti a riposo, equo indennizzo, trattenimento in servizio;
    2. magistratura onoraria: nomine, conferme, trasferimenti, decessi, cessazioni, rinunce, revoche, decadenze, sanzioni disciplinari;
    3. giudici onorari dei tribunali per i minorenni e consiglieri onorari delle sezioni di Corte d’appello per i minorenni: nomine, conferme, rinunce, dimissioni.

Art. 3

I Sottosegretari di Stato sono delegati a presiedere il Consiglio di Amministrazione.

Art. 4

Non sono compresi nella delega di cui ai precedenti articoli ed appartengono alla potestà del Ministro:

  1. gli atti e provvedimenti da sottoporre a deliberazione del Consiglio dei Ministri o comunque da emanare mediante decreto del Presidente della Repubblica o che abbiano contenuto normativo;
  2. il “Visto” sulle leggi ed altri atti normativi;
  3. gli atti e provvedimenti che attengono al conferimento degli uffici direttivi ai magistrati e quelli che ineriscono alla promozione di ispezioni, inchieste ed azioni disciplinari nei confronti di magistrati;
  4. le relazioni internazionali e, in particolare, attività preparatoria all’elaborazione di convenzioni internazionali, adempimenti relativi all’esecuzione delle convenzioni di collaborazione giudiziaria internazionale;
  5. per quanto concerne la Direzione generale della giustizia civile: le competenze in materia di concorso notarile e di scioglimento dei consigli degli ordini professionali;
  6. la materia relativa ai rapporti con l’Unione europea, con il G8 e le altre sedi internazionali per la prevenzione ed il controllo del delitto, attività preparatoria all’elaborazione di convenzioni internazionali e accordi bilaterali in materia di cooperazione giudiziaria internazionale;
  7. autorizzazioni a procedere richieste ai sensi dell’art. 313 del codice penale;
  8. gli atti relativi al procedimento di estradizione;
  9. le autorizzazioni previste dall’art. 18-bis, comma 2, lettera a) della legge 26 luglio 1975, n. 354, e successive modificazioni (ordinamento penitenziario);
  10. i provvedimenti riguardanti l’art. 41bis della legge 26 luglio 1975, n. 354 e successive modificazioni (ordinamento penitenziario);
  11. gli atti della Direzione generale di statistica nell’ambito del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi;
  12. gli atti comportanti modificazioni dell’ordinamento e delle attribuzioni dei Dipartimenti e degli uffici centrali;
  13. conferimenti di onorificenze e concessioni di patrocinio;
  14. ogni altro atto o provvedimento per i quali una espressa disposizione di legge o di regolamento escluda la possibilità di delega nonché quelli che, sebbene rientranti nelle materie indicate nell’art. 2, siano dal Ministro direttamente compiuti o a sé avocati.

Art. 5

La comunicazione istituzionale e con gli organi di informazione dei Sottosegretari, anche nelle materie delegate, deve essere preventivamente concordata, sui contenuti e nelle forme, con il Ministro.

Al coordinamento necessario all’attuazione del presente decreto provvede l’Ufficio di Gabinetto.

Roma, 28 gennaio 2014

IL MINISTRO
Annamaria Cancellieri