salta al contenuto

Hai cercato:
  • data di firma:  Anno 2010  Annulla la faccetta selezionata

Torna indietro

Nota 17 dicembre 2010 - Notificazioni nel processo penale – Recupero dei diritti dovuti agli ufficiali giudiziari per le notificazioni a richiesta di ufficio

17 dicembre 2010

Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi
Direzione Generale del Bilancio e della Contabilità
Dipartimento per gli Affari di Giustizia
Direzione Generale della Giustizia Civile

prot.165707


 

Ai Sigg. Presidenti delle Corti di Appello
LORO SEDI
e p.c.  Al Sig. Capo dell’Ispettorato Generale
ROMA


L’articolo 68 della legge 18 giugno 2009, n. 69, ha abrogato, come noto, l’articolo 25 del D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 che prevedeva l’importo dei diritti dovuti all’ufficiale giudiziario  per le notifiche a richiesta d’ufficio, nella quota stabilita con il decreto previsto dall’articolo 205, prima della riformulazione dello stesso ad opera dell’articolo 67 della citata legge 69/2009, e pertanto secondo gli importi del decreto ministeriale 13 novembre 2002, n.285.
Alcuni uffici giudiziari hanno chiesto se debba essere comunque ancora effettuata la ripartizione degli importi come indicata nel citato D.M..

La Direzione Generale del Bilancio, ha avuto già modo di pronunciarsi sul punto con la nota che si allega ed a cui si rinvia, pertanto vengono superate le istruzioni fornite dalla Direzione Generale della Giustizia Civile, nella nota del 9 settembre 2005, protocollo 12725 relativa, tra l’altro, alla ricognizione dei codici tributo per la riscossione, mediante modello F23, delle spese processuali e delle pene pecuniarie, nella parte relativa alla precisazione della quota degli importi del D.M. 285/2002 da riscuotersi con il codice tributo 9B4T e della quota da riscuotersi con il codice 773T.

Gli importi in parola, pertanto, determinati dal D.M. 285/2002, dovranno essere riscossi, a seguito della eliminazione della riscossione mediante invito al pagamento, mediante ruolo, con il codice 1E10 “Spese processuali”.
Si prega le SS.LL. di diramare la presente nota a tutti gli uffici giudiziari del distretto.

Il Direttore Generale del Bilancio
Giuseppe Belsito

Il Direttore Generale della Giustizia Civile
Maria Teresa Saragnano