salta al contenuto

Hai cercato:
  • argomento:  CORONAVIRUS  Annulla la faccetta selezionata

Torna indietro

Nota 3 marzo 2020 - Ulteriori indicazioni urgenti per la prevenzione della diffusione del contagio da coronavirus - ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA

3 marzo 2020

prot. n. 45097.U

Ministero della Giustizia

DIPARTIMENTO DELL’ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA del PERSONALE e dei SERVIZI
IL CAPO DIPARTIMENTO

Al Sig. Capo di Gabinetto dell’On. Ministro
Al Sig. Capo dell’Ufficio Legislativo
Al Sig. Capo dell’Ispettorato Generale
Al Sig. Capo della Segreteria del Ministro
Al Sig. Sottosegretario Vittorio Ferraresi
Al Sig. Sottosegretario Andrea Giorgis
Al Sig. Capo dell’Ufficio Comunicazione e stampa
Al Sig. Presidente dell’Organismo Indipendente di valutazione della performance
 Al Sig. Capo del Dipartimento per gli Affari di giustizia
Al Sig.  Direttore Generale per il Coordinamento delle politiche di coesione
Al Sig.  Direttore Generale dei Magistrati
Al Sig. Direttore Generale del Personale e della formazione
Al Sig. Direttore Generale reggente delle Risorse materiali e delle tecnologie
Al Sig. Direttore Generale per i Sistemi informativi automatizzati
Al Sig. Direttore Generale del bilancio e della contabilità
Al Sig. Direttore Generale di statistica e analisi organizzativa
Al Sig. Direttore Generale reggente per la gestione e la manutenzione degli edifici giudiziari di Napoli
Ai Sigg.ri Direttori degli Uffici I e II Capo Dipartimento dell’Organizzazione giudiziaria

 

OGGETTO: ULTERIORI INDICAZIONI URGENTI PER LA PREVENZIONE DELLA DIFFUSIONE DEL CONTAGIO DA CORONAVIRUS.

Facendo seguito alle prime indicazioni urgenti impartite con circolare di questo Capo Dipartimento in data 23 febbraio 2020 n. 37648 ed alle successive indicazioni contenute nelle circolari del 24 febbraio 2020 n. prot. 38650.U e del 26 febbraio 2020 n. prot. 40845.U, si intende portare all’attenzione le ulteriori attività poste in essere per prevenire e contenere la diffusione del contagio da COVID-19.

In particolare questo Dipartimento sta dando piena attuazione alle disposizioni contenute nei più recenti provvedimenti:

Al fine di favorire la puntuale osservanza delle citate disposizioni, si raccomanda di attenersi:

  • al decalogo comportamentale già portato all’attenzione con circolare del 26 febbraio u.s. n. prot. 40845.U;
  • alle indicazioni riportate nell’apposita cartellonistica apposta, a far data del 26 febbraio u.s., negli ambienti ministeriali;
  • alle informazioni di prevenzione - di seguito indicate - elaborate dal Ministero della salute contenute nella circolare 22 febbraio 2020 del Ministero della salute:

Pulizia di ambienti non sanitari.

In stanze, uffici pubblici, mezzi di trasporto, scuole e altri ambienti non sanitari dove abbiano soggiornato casi confermati di COVID-19 prima di essere stati ospedalizzati verranno applicate le misure di pulizia di seguito riportate. A causa della possibile sopravvivenza del virus nell’ambiente per diverso tempo, i luoghi e le aree potenzialmente contaminati da SARS-CoV-2 devono essere sottoposti a completa pulizia con acqua e detergenti comuni prima di essere nuovamente utilizzati. Per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di ipoclorito di sodio 0,1% dopo pulizia. Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con un detergente neutro. Durante le operazioni di pulizia con prodotti chimici, assicurare la ventilazione degli ambienti. Tutte le operazioni di pulizia devono essere condotte da personale che indossa DPI (filtrante respiratorio FFP2 o FFP3, protezione facciale, guanti monouso, camice monouso impermeabile a maniche lunghe, e seguire le misure indicate per la rimozione in sicurezza dei DPI (svestizione). Dopo l’uso, i DPI monouso vanno smaltiti come materiale potenzialmente infetto. Vanno pulite con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente, quali superfici di muri, porte e finestre, superfici dei servizi igienici e sanitari. La biancheria da letto, le tende e altri materiali di tessuto devono essere sottoposti a un ciclo di lavaggio con acqua calda a 90°C e detergente. Qualora non sia possibile il lavaggio a 90°C per le caratteristiche del tessuto, addizionare il ciclo di lavaggio con candeggina o prodotti a base di ipoclorito di sodio).

Misure preventive – igiene delle mani.

La corretta applicazione di misure preventive, quali l’igiene delle mani, può ridurre il rischio di infezione. Si raccomanda pertanto di posizionare appositi distributori di gel alcolici con una concentrazione di alcol al 60-85%, nei luoghi affollati (ad esempio: aeroporti, stazioni ferroviarie, porti, metropolitane, scuole, centri commerciali, mercati, centri congressuali).

Misure preventive quali l’igiene delle mani, l’igiene respiratoria e il distanziamento sociale, devono essere pubblicizzate tramite appositi materiali informativi esposti nelle summenzionate strutture.

Si informa, altresì, che questo Capo Dipartimento ha dato disposizione alla Direzione generale delle risorse materiali e delle tecnologie affinché proceda agli acquisti di materiale igienizzante ed intervenga stabilendo un’implementata pulizia e disinfezione degli ambienti anche in via straordinaria, che avrà luogo nelle date del 7 e 8 marzo 2020 (sul punto si veda la nota della predetta Direzione generale del 2 marzo 2020 n. prot. 43689.U).

Si richiama l’attenzione sulla necessità di assicurare la capillare diffusione della presente e di tutte le comunicazioni che saranno emanate in materia a tutte le proprie Direzioni ed al personale dipendente delle stesse.

Roma, 3 marzo 2020


IL CAPO DIPARTIMENTO
Barbara Fabbrini