salta al contenuto

Circolare 22 marzo 2013 - Protocollo d’Intesa stipulato in favore del personale dell’amministrazione penitenziaria con il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi

22 marzo 2013

 

Ministero della Giustizia
Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria
Direzione Generale del Personale e della Formazione

 

prot. GDAP -0106024-2013

LETTERA CIRCOLARE

AI SIGNORI DIRETTORI GENERALI
SEDE

AL SIGNOR DIRETTORE DELL’ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI PENITENZIARI
ROMA

AI SIGNORI PROVVEDITORI REGIONALI
LORO SEDI

e, p. c.

ALL’UFFICIO DELL’ORGANIZZAZIONE E DELLE RELAZIONI
UFFICIO DEL CAPO DIPARTIMENTO
SEDE

Oggetto: Protocollo d’Intesa stipulato in favore del personale dell’Amministrazione penitenziaria tra Ministero della Giustizia-Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi.  

§ 1. La direttiva annuale del Signor Ministro della Giustizia ha  indicato, tra le priorità per l’anno 2013, l’obiettivo strategico della Valorizzazione delle Risorse Umane, da realizzarsi anche perseguendo misure indirizzate al benessere organizzativo e al contenimento del disagio e del rischio burn out del personale.

L’Amministrazione ha da tempo avviato una riflessione in tale ambito, concretizzatasi con la definizione di linee di intervento diffuse alle LL.SS.II. attraverso diverse lettere circolari. 

Questa Direzione generale ha perciò curato la predisposizione di linee di intervento comuni tra il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria ed il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, in base alle quali,  il 4 marzo 2013,  è stato sottoscritto un Protocollo d’Intesa fra le due parti. Esso si propone di rafforzare le attività di assistenza e protezione sociale in favore del personale e delle loro famiglie, ampliando l’offerta organica e qualificata delle prestazioni psicologiche e psicoterapeutiche su tutto il territorio nazionale e di offrire l’opportunità di affrontare e risolvere problematiche riguardanti la sfera psicologica ed i livelli di qualità di vita del personale dell’Amministrazione.

§ 2. Il Protocollo ha per oggetto l’individuazione - da parte del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi e d’intesa con gli Ordini territoriali – di psicologi e psicoterapeuti al fine di fornire, nel quadro di apposita convenzione, prestazioni professionali ai dipendenti dell’Amministrazione penitenziaria, in servizio e in congedo, e ai loro familiari.

Le prestazioni saranno erogate dai professionisti iscritti dell’Albo degli Psicologi con una formazione specifica nella consulenza familiare, di coppia e dell’età evolutiva e dagli specialisti autorizzati all’esercizio dell’attività psicoterapeutica.

Le tariffe verranno così determinate:

  • primo incontro: gratuito;
  • prestazioni successive: applicazione di una riduzione del 20% sulla tariffa adottata dal singolo professionista.

L’elenco degli psicologi convenzionati sarà pubblicato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi sul proprio sito internet www.psy.ite presso le sedi di ogni Ordine territoriale.

§ 3. Sempre nell’ambito del Protocollo d’Intesa, il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi è impegnato a promuovere, periodicamente e compatibilmente con le risorse degli Ordini territoriali, l’organizzazione convegni e conferenze divulgative in favore del personale dell’Amministrazione nelle materie attinenti al benessere psico-sociale e alla prevenzione del disagio lavorativo.

Le dette iniziative potranno essere promosse anche su impulso dei Signori Provveditori ed essere svolte - a titolo gratuito – dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi presso strutture dell’Amministrazione messe a disposizione dai Provveditorati di riferimento.

A tale riguardo sarà utile ricevere dai Signori Provveditori notizie circa le iniziative effettivamente attuate unitamente a pareri, e riscontri sulla loro efficacia ed utilità.

§ 4. I Signori Provveditori vorranno cortesemente diramare la presente alle dipendenti articolazioni sottolineando, nell’occasione, che l’iniziativa in argomento è diretta a tutto il personale dipendente dell’Amministrazione, indipendentemente dal regime pubblicistico o privatistico a fondamento del rapporto di lavoro.

Ulteriori note informative saranno divulgate da questa Direzione generale sull’area intranet del portale www.giustizia.it e sul sito internet www.polizia-penitenziaria.it.

Nel ringraziare per la consueta collaborazione, si rinnovano le espressioni della migliore considerazione.

IL DIRETTORE GENERALE
Riccardo Turrini Vita