salta al contenuto

Decreto 20 settembre 2016 - Costituzione Comitato scientifico incaricato di definire metodi, linee e criteri generali di svolgimento della procedura di consultazione pubblica denominata Stati Generali della lotta alla criminalità organizzata

20 settembre 2016

Il Ministro della Giustizia

PREMESSO che la gravità dei fenomeni di criminalità organizzata, innanzi tutto di tipo mafioso, esige, al fine dell'ulteriore potenziamento dell'efficacia degli strumenti di contrasto, un'approfondita attività di ricognizione ed analisi, per la quale appare indispensabile il ricorso a visioni, competenze e tecniche interdisciplinari;

CONSIDERATO che, in particolare, appare opportuno procedere ad una unitaria verifica delle istanze complessivamente riferibili all'interesse generale all'adozione di sempre più efficaci misure organizzative e normative per il contrasto della criminalità organizzata, nella prospettiva di implementazione dei processi di riforma orientati, nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, alla prevenzione ed alla repressione, anche in ambito internazionale e sovranazionale, dei più gravi fenomeni criminosi, nonché al rafforzamento della tutela delle vittime e alla definizione di coerenti assetti dell' ordinamento giudiziario e dell' organizzazione dei servizi della giustizia;

RITENUTO che appare indispensabile avviare, così come già avvenuto con gli Stati generali dell'esecuzione della pena nella prospettiva della riforma dell' ordinamento penitenziario e del potenziamento dei processi di umanizzazione del trattamento e di reinserimento sociale delle persone condannate, una procedura di  consultazione idonea a convogliare verso gli obiettivi sopra indicati l'apporto di esperienze e competenze di qualificati esponenti del mondo della cultura e della società civile a vario titolo impegnati nel contrasto della criminalità organizzata;

RITENUTO che a tale scopo è necessario avvalersi di un Comitato Scientifico al quale affidare i compiti di seguito indicati e che, in considerazione della complessità del lavoro che dovrà svolgersi, potrà avvalersi di un Gruppo di supporto tecnico-organizzativo e di un apposito servizio di segreteria da costituirsi con successivi provvedimenti del Capo di Gabinetto;

RITENUTA altresì, l'esigenza di individuare immediatamente i coordinatori degli specifici Tavoli tematici nel lavoro dei quali si articolerà la prima fase della procedura di consultazione, sviluppandosi la necessaria, preliminare attività di studio, analisi ed elaborazione;

DECRETA

Art. 1

È costituito presso il Gabinetto del Ministro della Giustizia un Comitato Scientifico incaricato di definire metodi, linee e criteri generali di svolgimento della procedura di consultazione pubblica denominata Stati Generali della lotta alla criminalità organizzata.
Segnatamente, il Comitato Scientifico è incaricato di:

  1. indicare ai Coordinatori dei Tavoli di lavoro le specifiche questioni da affrontare e selezionare, avvalendosi del Gruppo di supporto e del servizio di Segreteria istituiti con separati provvedimenti, il materiale documentale da distribuire ai componenti di ciascun tavolo tematico;
  2. individuare gli opportuni strumenti di coordinamento dei Tavoli tematici e di seguire e monitorare l'andamento dei lavori;
  3. individuare, anche tramite il Gruppo di supporto sopra indicato, gli strumenti per raccogliere proposte ed indicazioni da soggetti diversi da quelli indicati come componenti dei Tavoli tematici di lavoro, anche sottoponendo all'Ufficio di Gabinetto l'esigenza di procedere a specifiche audizioni ed acquisizioni informative;
  4. ricevere dai relativi Coordinatori le relazioni conclusive dei lavori dei Tavoli tematici e proporre al Ministro, al termine della procedura di consultazione, le linee programmati che di azione legislativa ed organizzati va.

Art. 2

Il Comitato scientifico è così composto:

  • Francesco Barbagallo Professore emerito dell'Università di Napoli Federico II
  • Piero Barucci Economista
  • Rosy Bindi Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere
  • Lucio Caracciolo Direttore della Rivista di Geopolitica Limes
  • Gianrico Carofiglio Scrittore, già Magistrato
  • Mario Chiavario Professore emerito dell'Università di Torino
  • Leandra D' Antone Università La Sapienza di Roma
  • Giancarlo De Cataldo Magistrato, scrittore
  • Giuseppe Di Lello Finuoli già Magistrato
  • Carmine Donzelli Editore
  • Nino Fasullo Direttore della rivista Segno
  • Maria Rosaria Ferrarese Università di Cagliari
  • Giovanni Fiandaca Università di Palermo
  • Francesco Forgione già Presidente della Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere
  • Diego Gambetta European University Institute
  • Salvatore Lupo Università di Palermo
  • Marcella Marmo Università di Napoli Federico II
  • Giovanni Melillo Magistrato
  • Guido Melis Università La Sapienza di Roma
  • Carlo Mosca, già Prefetto e Consigliere di Stato
  • Antonio Mura Magistrato
  • Gioacchino Natoli Magistrato
  • Tonino Palmese Diocesi di Napoli
  • Michele Pennisi Arcivescovo di Monreale
  • Giuseppe Pisanu già Ministro dell'Interno e già Presidente della Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere
  • Enza Rando, Avvocato, ufficio di presidenza della associazione LIBERA, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
  • Lucrezia Reichlin London Business School
  • Franco Roberti Magistrato
  • Salvatore Rossi Direttore Generale della Banca d'Italia
  • Rocco Sciarrone Università di Torino
  • Gaetano Silvestri Presidente della Scuola Superiore della Magistratura, Presidente emerito della Corte Costituzionale
  • Giuseppe Vacca Presidente della Fondazione Istituto Gramsci
  • Gianfranco Viesti Università di Bari
  • Vannucci Alberto Università di Pisa
  • Luciano Violante già Presidente della Camera dei Deputati

Art. 3

Ai sottoelencati componenti del Comitato Scientifico sono attribuite le funzioni di coordinamento del medesimo Comitato:

  • Rosy Bindi
  • Salvatore Lupo
  • Giovanni Melillo
  • Gioacchino Natoli
  • Lucrezia Reichlin
  • Franco Roberti
  • Gaetano Silvestri.

Le funzioni di Segretario della struttura di coordinamento del Comitato Scientifico sono svolte dal dotto Giuseppe Provenzano, vice direttore SVI.MEZ.

Art. 4

Il Comitato scientifico deve intendersi costituito a far data dalla allegata convocazione della riunione preliminare all'adozione del presente decreto. I lavori del comitato si concluderanno entro il 31 marzo 2017.

Art. 5

Sono altresì costituiti presso il Gabinetto del Ministro della Giustizia, nell'ambito degli Stati Generali dell' Antimafia, i Tavoli tematici di seguito indicati, unitamente ai relativi Coordinatori:

  1. Mafia e globalizzazione - Ernesto Ugo Savona, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  2. Mafia e economia - Adriano Giannola, Università Federico II di Napoli
  3. Mafie e ambiente - Raffaele Piccirillo, Magistrato
  4. Mafie, corruzione e pubbliche amministrazioni - Raffaele Cantone, Magistrato, Presidente Autorità Nazionale Anticorruzione
  5. Mafie e Italie - Nando Dalla Chiesa, Università degli Studi di Milano
  6. Mafie e informazione - Marcelle Padovani, giornalista, scrittrice
  7. Vittime delle mafie - Franco La Torre, storico - Giovanna Napoletano, Magistrato
  8. Sport e mafie - Davide Pati, ufficio di presidenza di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie - Antonello Ardituro, Magistrato
  9. Mafie e società - Isaia Sales, docente Università Suor Orso la Benincasa di Napoli, saggista
  10. Mafie e minori - Roberto Di Bella, Magistrato - Francesco Cascini, Magistrato
  11. Mafie e sistemi finanziari - Marco Musella, Università Federico II di Napoli
  12. Mafia, formazione e scuola - Maria Falcone, Presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone
  13. Mafia e religione – Alberto Melloni, Professore dell'Università di Modena e Reggio Emilia
  14. Mafia e istituzioni politiche – Vincenzo Ciconte, storico
  15. Mafie e Europa – Anna Maria Maugeri, Università di Catania
  16. Agromafie - Giancarlo Caselli, già Magistrato.

Art. 6

Ai fini dello svolgimento dei rispettivi compiti il Comitato Scientifico e i Coordinatori dei Tavoli tematici si avvalgono di un Gruppo di supporto istituito con provvedimento del Capo di Gabinetto e di un'apposita Segreteria tecnica.
La Segreteria tecnica è composta dal personale dell'Ufficio Legislativo – Reparto Commissioni di Studio, designato con successivo provvedimento del Capo del predetto Ufficio.

Art. 7

Alle persone indicate negli articoli 2, 3 e 6 del presente decreto viene attribuito, ove competa, esclusivamente il rimborso delle spese documentate, nel rispetto dei limiti di spesa previsti dalla vigente legislazione in materia.
La spesa di cui al precedente comma, graverà sul Bilancio del Ministero della Giustizia per l'anno 2016 - Missione 6 - U.d.V. 1.2 Giustizia civile e penale - Dipartimento dell'Organizzazione Giudiziaria, capitolo 1451, piano gestionale 01 "Spese per il funzionamento - compresi i gettoni di presenza, i compensi ai componenti e le indennità di missione ed il rimborso ai membri estranei al Ministero - di consigli, comitati e commissioni ecc." e Missione 32- U.d.V. 2.1 - Indirizzo politico - Gabinetto e Uffici di diretta collaborazione all'opera del Ministro- capitolo 1081 piano gestionale 3 "Missioni all'interno del personale civile" e piano gestionale 23 "Missioni all'interno dei magistrati ",  nel limite degli stanziamenti di bilancio.

Roma, 20 settembre 2016

IL MINISTRO
Andrea Orlando