Decreto 21 marzo 2024 - Concorso interno a 60 posti di Vice Commissario del Corpo di polizia penitenziaria - Diario prova preliminare

21 marzo 2024

 

Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria
Il Direttore generale del personale

 

Svolgimento prova preliminare del concorso interno, per titoli di servizio ed esami, per la nomina di 60 vice commissari della carriera dei funzionari del Corpo di polizia penitenziaria, riservato agli appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria, indetto con P.D.G. 6 settembre 2023.

Visto il P.D.G. 6 settembre 2023, pubblicato sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it, in data 11 settembre 2023, con il quale è stato indetto il concorso interno, per titoli di servizio ed esami, per la nomina di 60 vice commissari della carriera dei funzionari del Corpo di polizia penitenziaria, riservato agli appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria;

Visto l’avviso del 5 marzo 2024, con il quale è stato stabilito che con successivo provvedimento da pubblicarsi nella scheda di sintesi del concorso nel sito istituzionale del Ministero della giustizia www.giustizia.it, il giorno 25 marzo 2024, saranno impartite disposizioni relative all’orario delle prove e sarà pubblicata la banca dati che sarà oggetto della prova di esame;

Attesa la necessità di provvedere a tale adempimento;

DECRETA

  1. La prova preliminare del concorso interno, per titoli di servizio ed esami, per la nomina di 60 vice commissari della carriera dei funzionari del Corpo di polizia penitenziaria, riservato agli appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria, indetto con P.D.G. 6 settembre 2023, avrà luogo presso la Scuola di formazione e aggiornamento per il personale del Corpo di polizia e dell’Amministrazione penitenziaria “Giovanni Falcone” di Roma, via di Brava, 99, il giorno 9 aprile 2024, con le modalità di seguito indicate.
  2. A far data dal 25 marzo 2024 saranno pubblicati nella scheda di sintesi del concorso presente sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it i quesiti (data base generale) che concorreranno a formare i questionari che saranno oggetto della prova preliminare.
    Il testo di ciascuna domanda sarà corredato da quattro risposte. La risposta indicata al n. “1” è quella esatta.
  3. La prova preliminare verterà su una serie di domande a scelta multipla, vertenti sulle materie oggetto delle prove di esame, come indicato dall’articolo 5, comma 1, del bando di concorso.
  4. Il questionario sarà composto da n. 80 domande da svolgere nel tempo di 60 minuti. In ordine ai criteri di valutazione verranno attribuiti i seguenti punteggi:
    • + 0,125 ad ogni risposta esatta
    • - 0,025 ad ogni risposta errata o multipla
    • 0,000 ad ogni risposta non data
  5. Le domande con le quali sarà predisposto il questionario, saranno scelte dalla Commissione esaminatrice dal data base generale immediatamente prima di ciascuna seduta. I questionari saranno stampati nel numero dei candidati presenti e predisposti in modalità randomizzata.
  6. La Commissione Esaminatrice, in data 18 marzo 2024, ha proceduto alla estrazione della lettera iniziale del calendario della prova preliminare ed è risultata estratta la lettera H (acca).
  7. I candidati, cui non sia stata comunicata l’esclusione dal concorso, dovranno presentarsi in uniforme ordinaria e muniti di tessera di riconoscimento, presso la suddetta sede per sostenere la prova secondo il seguente ordine :
    • Dalla lettera I alla lettera U -  ore 8,00
    • Dalla lettera V alla lettera G -  ore 13,30
  8. Tutti i candidati, ai quali non sia stata comunicata l’esclusione dal concorso ai sensi dell’art. 2, comma 6, del bando, si intendono, comunque, ammessi con riserva dell’accertamento del possesso dei requisiti richiesti dal citato bando del concorso.
  9. Nessun candidato potrà essere ammesso alla prova preliminare in un orario diverso da quello ad esso assegnato in relazione alla posizione alfabetica.
  10. Nella sede di esame, durante lo svolgimento della prova, verranno osservati gli adempimenti previsti dall’articolo 13 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni.
  11. In particolare, durante la prova è fatto divieto ai candidati di comunicare fra loro verbalmente o per iscritto, ovvero di mettersi in relazione con altri salvo che con gli incaricati della vigilanza o con i componenti della Commissione. È vietato portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie.
    Non sarà consentito inoltre l’uso di telefoni cellulari, apparati radiotrasmittenti, calcolatrici e qualsiasi altro strumento elettronico, informatico o telematico che consenta la comunicazione fra candidati o con l’esterno.
    La sala di esame sarà sottoposta a schermatura delle frequenze atte a comunicazioni e i candidati potranno essere sottoposti in qualsiasi momento a controlli.
  12. Come previsto dall’articolo 5 del bando di concorso, la prova si intende superata se il candidato riporta una votazione non inferiore a sei decimi; saranno ammessi a sostenere le prove scritte i candidati classificatisi, in base al punteggio, tra i primi 600 nonché i candidati che abbiano riportato lo stesso punteggio del candidato classificato all’ultimo posto utile.
  13. I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere la prova, saranno ritenuti rinunciatari e automaticamente esclusi dal concorso.
  14. I risultati della prova preliminare saranno pubblicati a decorrere dal 12 aprile 2024 nella scheda di sintesi del concorso sul sito internet del Ministero della Giustizia www.giustizia.it.

Il presente provvedimento ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Roma, 21 marzo 2024

Il Direttore generale
Massimo Parisi


Strumenti