Decreto 28 settembre 2021 - Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa, previsto dal decreto-legge 24 agosto 2021 n. 118

28 settembre 2021

Dipartimento per gli affari di giustizia

Direzione generale degli affari interni
Ufficio II – ordini professionali ed albi

 

Il Direttore generale,

VISTO il decreto-legge 24 agosto 2021, n. 118, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 24 agosto 2021, n. 202, recante “Misure urgenti in materia di crisi d'impresa e di risanamento aziendale, nonché ulteriori misure urgenti in materia di giustizia”, nella parte in cui istituisce e disciplina il procedimento di “Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa”;

VISTO, in particolare, l’articolo 3, commi 2 e 4, a mente dei quali, con decreto dirigenziale del Ministero della giustizia da adottarsi entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del medesimo decreto-legge n. 118, sono definiti “il contenuto della piattaforma, la lista di controllo particolareggiata, le indicazioni per la redazione del piano di risanamento e le modalità di esecuzione del test pratico”, ed è prevista la specifica formazione al possesso della quale è subordinata l’iscrizione degli esperti indipendenti nell’elenco di cui al comma 3;

VISTO, altresì, l’articolo 5, comma 2, a mente del quale, con il medesimo decreto dirigenziale del Ministero della giustizia, è definito il contenuto del modello di cui al comma 1, per la presentazione dell’istanza di nomina dell’esperto indipendente;

VISTO, ancora, l’articolo 27, a mente del quale “Gli articoli 2 e 3, commi 6, 7, 8 e 9, e gli articoli da 4 a 19 si applicano a decorrere dal 15 novembre 2021”;

VISTA la nota prot. DAG 0192879.E del 27 settembre 2021, con la quale l’Ufficio Legislativo di questo Dicastero ha trasmesso, per le valutazioni di competenza, in vista dell’adozione del decreto dirigenziale di cui all’articolo 3 del decreto-legge 24 agosto 2021, n. 118, “il documento predisposto nell’ambito dei lavori della Commissione di studio istituita dalla Ministra della giustizia con decreto del 22 aprile 2021”;

RILEVATO che il documento è composto da cinque sezioni – rispettivamente concernenti Sezione I “Test pratico per la verifica della ragionevole perseguibilità del risanamento” disponibile on line, Sezione II “Check-list (lista di controllo) particolareggiata per la redazione del piano di risanamento per la analisi della sua coerenza”, Sezione III “Protocollo di conduzione della composizione negoziata”, Sezione IV “La formazione degli esperti”, Sezione V “La piattaforma” – e tre allegati – a loro volta concernenti Allegato 1 “Indicazioni per la formulazione delle proposte alle parti interessate”, Allegato 2 “Istanza on line”, Allegato 3 “Dichiarazione di accettazione della nomina di esperto di composizione negoziata”;

RILEVATO che le sezioni e gli allegati predisposti intendono recepire le migliori pratiche diffuse in materia di risoluzione concordata della crisi di impresa;

RITENUTO, pertanto, opportuno ed urgente il recepimento del documento elaborato, sia in considerazione dell’imminente entrata in vigore delle citate norme in materia di “Composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa”, sia al fine di dare pronta attuazione alle misure di supporto alle imprese per consentire loro di contenere e superare gli effetti negativi dell’emergenza epidemiologica;

DECRETA

E’ recepito il “il documento predisposto nell’ambito dei lavori della Commissione di studio istituita dalla Ministra della giustizia con decreto del 22 aprile 2021” trasmesso dall’Ufficio Legislativo con nota prot. DAG 0192879.E del 27 settembre 2021, di seguito riportato.

Roma, 28 settembre 2021

Il Direttore generale
Giovanni Mimmo

Indice dei contenuti

SEZIONE I – TEST PRATICO PER LA VERIFICA DELLA RAGIONEVOLE PERSEGUIBILITÀ DEL RISANAMENTO DISPONIBILE ONLINE

SEZIONE II – CHECK-LIST (LISTA DI CONTROLLO) PARTICOLAREGGIATA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI RISANAMENTO E PER LA ANALISI DELLA SUA COERENZA

  1. Il requisito dell’organizzazione dell’impresa
  2. Rilevazione della situazione contabile e dell’andamento corrente
  3. Individuazione delle strategie di intervento atte a rimuovere le cause della crisi
  4. Le proiezioni dei flussi finanziari
  5. Il risanamento del debito
  6. In caso di gruppi di imprese

SEZIONE III - PROTOCOLLO DI CONDUZIONE DELLA COMPOSIZIONE NEGOZIATA

  1. Verifica dell’indipendenza e accettazione dell’incarico
  2. Test pratico per la verifica della ragionevole perseguibilità del risanamento
  3. La presenza di un gruppo di imprese
  4. Analisi della coerenza del piano di risanamento con la check-list (lista di controllo)
  5. Analisi delle linee di intervento
  6. Indicazioni operative in caso di misure protettive e cautelari
  7. La gestione dell’impresa in pendenza della composizione negoziata
  8. Svolgimento delle trattative con le parti interessate
  9. Formulazione delle proposte dell’imprenditore e delle parti interessate
  10. Parere dell’esperto in caso di nuovi finanziamenti prededucibili
  11. Rinegoziazione dei contratti
  12. Cessione dell’azienda nella composizione negoziata o nell’ambito del concordato semplificato (nella fase tra la domanda e l’omologa)
  13. Stima della liquidazione dell’intero patrimonio
  14. Conclusione dell’incarico e relazione finale dell’esperto
  15. Imprese sotto-soglia

SEZIONE IV – LA FORMAZIONE DEGLI ESPERTI

  • Il contesto dell’intervento normativo: presupposti, finalità, obiettivi
  • Il sistema delle norme, con particolare riferimento a quelle relative all’intervento giudiziale
  • La domanda e la relativa documentazione disponibile nella piattaforma
  • La sostenibilità del debito ed il test pratico per la verifica della ragionevole percorribilità del risanamento
  • La redazione di un piano di risanamento
  • Il protocollo di conduzione della composizione negoziata
  • La gestione delle trattative con le parti interessate. Facilitazione della comunicazione e della composizione consensuale: il ruolo dell’esperto e le competenze.
  • Nozioni sul quadro regolamentare delle esposizioni bancarie
  • La stima della liquidazione del patrimonio
  • L’esito dell’intervento dell’esperto e il contenuto della relazione finale: le soluzioni dell’articolo 11


SEZIONE V – LA PIATTAFORMA

  • Descrizione generale
  • Requisiti per l’utilizzo della piattaforma
  • Gestione della piattaforma e trattamento dei dati
  • Funzioni disponibili nell’area pubblica
  • Area secretata per la presentazione delle offerte e virtual data room
  • Procedure d’emergenza


ALLEGATO 1 – INDICAZIONI PER LA FORMULAZIONE DELLE PROPOSTE ALLE PARTI INTERESSATE

  1. Soci e altre società del gruppo
  2. Fornitori strategici e fornitori più rilevanti
  3. Locatori ed affittanti
  4. Agenzia delle entrate
  5. INPS
  6. Banche e intermediari finanziari
  7. Clienti
  8. Rapporti di lavoro subordinato

ALLEGATO 2 – ISTANZA ONLINE

ALLEGATO 3 – DICHIARAZIONE DI ACCETTAZIONE DELLA NOMINA DI ESPERTO DI COMPOSIZIONE NEGOZIATA
 

IL TESTO del DOCUMENTO (pdf, 721 kb)