Decreto 10 settembre 2021 - Diario accertamenti psicofisici e attitudinali concorso a 976 posti di allievo agente del Corpo di polizia penitenziaria ruolo maschile e femminile

10 settembre 2021


Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria
Il Direttore Generale del Personale e delle Risorse

VISTO il P.D.G. 10 settembre 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - IV Serie Speciale - "Concorsi ed Esami" – 13 ottobre 2020, n. 80, con il quale è stato indetto il concorso pubblico, per esame e titoli, per il reclutamento di 976 (732 uomini; 244 donne) allievi agenti del Corpo di polizia penitenziaria e, in particolare, gli articoli 11 e 12;

VISTO il decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, recante “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19” e, in particolare, l’art. 259 rubricato “Misure per la funzionalità delle forze Armate, delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco in materia di procedure concorsuali”;

VISTO il decreto del Ministro della salute di concerto con il Ministro della Pubblica Amministrazione 6 luglio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 179 del 17 luglio 2020, adottato ai sensi dell’art. 259, comma 5, del predetto decreto legge n. 34/2020, contenente le prescrizioni tecniche idonee a garantire la tutela della salute dei candidati per lo svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso ai ruoli e alle qualifiche delle Forze Armate, delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, al fine di prevenire possibili fenomeni di diffusione del contagio da COVID-19;

VISTO il decreto legge 23 luglio 2021, n. 105 recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche” e, in particolare, l’articolo 3 che ha introdotto l’art. 9bis del decreto legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito con modificazioni dalla legge n. 87/2021, sull’obbligo di impiego della certificazione verde COVID-19 per l’accesso ai concorsi pubblici;

DECRETA
 

  1. Gli accertamenti psico-fisici e attitudinali del concorso pubblico, per esame e titoli, per il reclutamento di 976 (732 uomini; 244 donne) allievi agenti del Corpo di polizia penitenziaria, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – IV Serie speciale – n. 80 del 13 ottobre 2020, si svolgeranno presso il Centro nazionale reclutamento della Scuola di Formazione e Aggiornamento dell’Amministrazione penitenziaria “Giovanni Falcone” di Roma - Via di Brava, 99, nei giorni dall’11 ottobre al 30 novembre 2021.
  2. Al fine di tutelare la riservatezza dei dati personali, in ottemperanza alla vigente normativa, ciascun candidato è individuato con il numero della posizione nella graduatoria della prova scritta, che può essere visualizzata accedendo con il proprio codice fiscale nell’apposita casella presente nella scheda sintesi del concorso sul sito www.giustizia.it.
  3. I candidati che hanno superato le prove di efficienza fisica dovranno presentarsi, muniti di un valido documento di riconoscimento, nel giorno e nell’ora indicati nell’allegato 1 (candidati uomini) e nell’allegato 2  (candidate donne), per essere sottoposti agli accertamenti dei requisiti psicofisici e attitudinali previsti dagli articoli 122, 123, 124 e 125 del decreto legislativo 30 ottobre 1992, n. 443.
  4. Il candidato dovrà portare con sé, obbligatoriamente, copia del documento di riconoscimento in corso di validità, nonché i seguenti esami da eseguire presso struttura pubblica del Servizio Sanitario Nazionale o struttura ad esso convenzionata con indicazione del numero di accreditamento, pena la invalidazione dell’esame:
    • emocromo completo con formula, glicemia, creatininemia, transaminasi;
    • GOT;
    • GPT;
    • gamma GT, bilirubina totale e frazionata;
    • HbsAg;
    • antiHbsAg;
    • antiHBC;
    • antiHCV;
    • antiHIV;
    • esame urine;
    • TB Gold oppure intradermoreazione di mantoux o quantiferon;
    • ECG;
    • esame audiometrico;
    • eco addome completo (superiore e inferiore) con visualizzazione per gli uomini della prostata e per le donne di utero e annessi;
    • certificato anamnestico compilato dal medico curante con relativo timbro e firma secondo il fac-simile allegato (allegato 3).
      Non saranno accettati esami eseguiti oltre i tre mesi antecedenti la data di convocazione (sei mesi per gli accertamenti strumentali).
      I candidati, in presenza di patologie in atto o pregresse, possono produrre propria documentazione medica.
  5. I candidati risultati idonei agli accertamenti psico-fisici, dovranno presentarsi il giorno successivo, presso la medesima Scuola di Formazione per l'accertamento dei requisiti attitudinali previsti dagli articoli 124 e 125 del citato decreto legislativo n. 443/1992.
  6. I candidati non potranno trovare alloggio presso le strutture dell'Amministrazione Penitenziaria.
  7. La presente convocazione ad esame clinico generale e a prove strumentali e di laboratorio e il superamento degli stessi, non danno alcun titolo particolare all'assunzione nel Corpo né impegnano in alcun modo l'Amministrazione in tal senso.
  8. Avverso il giudizio di non idoneità, espresso dalla Commissione incaricata di procedere all'accertamento dei requisiti psico-fisici, è ammesso ricorso, ai sensi dell’art. 107, comma 3, del D.Lgs. n. 443/1992, nel termine di trenta giorni dalla data della notifica dell'esito degli accertamenti, da inol­trare al Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria - Direzione Generale del Personale e delle Risorse - Ufficio VI - Concorsi ai seguenti indirizzi mail: arruolamenti.poliziapenitenziaria.dap@giustiziacert.it; agente976.dgpr.dap@giustizia.it
  9. Il giudizio di idoneità o di non idoneità, riportato in sede di accertamento delle qualità attitudinali è definitivo e comporta, in caso di non idoneità, l'esclusione dal concorso che viene disposta con decreto motivato del direttore generale del personale e delle risorse.
  10. Al fine di consentire l’espletamento della fase concorsuale in condizioni di sicurezza e prevenire possibili fenomeni di diffusione del contagio da COVID-19, ai sensi del decreto del Ministro della salute di concerto con il Ministro della pubblica amministrazione del 6 luglio 2020 pubblicato in G.U. – Serie Generale del 17 luglio 2020 n. 179, nonché dell’art. 9-bis del decreto legge n. 52/2021, convertito con modificazioni dalla legge n. 87/2021, introdotto dall’art. 3 del decreto legge n. 105/2021, a tutela della salute dei candidati, gli stessi sono tenuti ad attenersi scrupolosamente alle seguenti disposizioni:
    1. presentarsi nell’orario comunicato, munito di mascherina protettiva, guanti se ritenuto necessario e il modulo di autocertificazione allegato alla presente (allegato 4), debitamente compilato e aggiornato alla data di convocazione, senza anticipare né posticipare lo stesso e senza la presenza di eventuali accompagnatori, al fine di evitare assembramenti e garantire il rispetto della prescritta distanza di sicurezza fra tutti i presenti.
    2. Prima di intraprendere il viaggio il candidato dovrà assicurarsi di non avere in atto patologie influenzali quali: temperatura superiore a 37,5°C e brividi; tosse di recente comparsa; difficoltà respiratoria; perdita improvvisa o diminuzione dell’olfatto, perdita o alterazione del gusto; mal di gola. In tal caso il candidato dovrà darne tempestiva comunicazione all’Ufficio VI – Concorsi e comunque, assolutamente, non dovrà presentarsi nel giorno e nel luogo della convocazione.
    3. Non presentarsi se sottoposto alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID – 19.
    4. Consegnare in formato cartaceo, a pena di esclusione, la certificazione verde COVID-19 (EU Digital COVID Certificate), in corso di validità, rilasciata dal Ministero della Salute. Il green pass, consegnato all’atto della presentazione agli accertamenti psico-fisici, è idoneo anche per gli accertamenti attitudinali che si svolgeranno il giorno successivo.
    5. Rispettare la distanza di sicurezza codificata e indossare in maniera corretta (copertura delle vie aeree, naso e bocca), obbligatoriamente per tutto il tempo di permanenza nella sede concorsuale, la mascherina chirurgica.
    6. Mantenere un’adeguata moderazione vocale, da intendersi tanto quale limitazione dell’uso e del tono della voce, quanto della concitazione espressiva.
  11. Prima di accedere alla struttura sarà rilevata la temperatura corporea e, in caso di valore superiore a 37,5°C, il candidato sarà posto a disposizione del personale medico presente per le indicazioni del caso.
  12. All’interno della Scuola saranno presenti postazioni provviste di gel igienizzanti a disposizione di tutti i candidati presenti.
  13. Nel corso dello svolgimento della visita medica dovranno essere scrupolosamente seguite tutte le indicazioni fornite dal personale: è assolutamente vietato creare assembramenti e togliersi la mascherina, salvo sia richiesto dalla Commissione medica.
  14. Si avvisa che con provvedimento motivato del Direttore Generale del Personale e delle Risorse è disposta l'esclusione, in ogni fase degli accertamenti, dei candidati che non risultino in possesso delle qualità mo­rali e di condotta previste dall'articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165, nonché dei presupposti previsti dall'articolo 5, comma 2, del decreto legislativo 443/92 e se sussistano elementi ostativi all'assunzione nel Corpo di polizia penitenziaria. Tale ultima comunicazione vale, altresì, quale avviso dell'avvio del procedimento di accertamento dei requisiti richiesti ed è effettuata ai sensi e per gli effetti di cui agli articoli 7 e 8 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni ed integrazioni.
  15. I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per i suddetti accertamenti sono esclusi dal concorso.

I candidati sono tenuti ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni che saranno fornite di volta in volta dal personale operante.

Il presente provvedimento ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Roma, 10 settembre 2021

Il Direttore generale
Massimo Parisi


Strumenti