Seguici su

Circolare 30 ottobre 2020 - Capitolo 1360 piano gestionale 13: ripianamento dei debiti pregressi maturati al 31.12.2019 - Saldo accreditamento fondi assegnati in bilancio

30 ottobre 2020

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI DI GIUSTIZIA
DIREZIONE GENERALE DEGLI AFFARI INTERNI
UFFICIO I - AFFARI A SERVIZIO DELL'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA

 

Ai sigg. Presidenti delle Corti di appello

Ai sigg. funzionari delegati per le spese di giustizia presso le Corti di appello

Ai sigg. Procuratori generali della Repubblica

Ai sigg. funzionari delegati per le spese di giustizia presso le Procure generali della Repubblica

Ai sigg. Presidenti dei Tribunali

Ai sigg. funzionari delegati per le spese di giustizia presso i Tribunali

Ai sigg. Procuratori della Repubblica

Ai sigg. funzionari delegati per le spese di giustizia presso le Procure della Repubblica


Oggetto: Capitolo 1360 piano gestionale 13: ripianamento dei debiti pregressi maturati al 31.12.2019 - Saldo accreditamento fondi assegnati in bilancio.

Con riferimento all’oggetto, a fronte di un debito pregresso per spese di giustizia maturato al 31.12.2019, ad oggi accertato, per complessivi 92 milioni di euro, si comunica che si sono rese disponibili le ulteriori risorse finanziarie richieste al competente Ministero dell’economia e delle finanze e stanziate, in conto competenza e cassa, con:

  • legge 8 ottobre 2020, n.128, di assestamento del Bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2020 per un importo di 35 milioni di euro
  • prelevamento dal “Fondo di riserva per le spese obbligatorie e d’ordine”, di cui all’art. 26 della legge n. 196/2009, per un importo di37 milioni di euro

Pertanto, questa Direzione generale ha tempestivamente provveduto, in favore degli uffici giudiziari che hanno trasmesso la loro situazione aggiornata e definitiva dei debiti pregressi certi, liquidi ed esigibili maturati al 31.12.2019 entro la scadenza del 26.05.2020 - secondo quanto disposto con l’ultima circolare inviata alle SS.LL. con nota prot. DAG n. 75755 del 12/05/2020 -, all’emissione degli ordini di accreditamento a valere sul capitolo 1360 piano gestionale 13, a saldo delle esposizioni debitorie dell’anno 2019.

Già con nota prot. DAG n. 164585.U del 16.10.2020 la scrivente Amministrazione comunicava alle SS.LL. l’avvenuta erogazione degli ordini di accreditamento quale acconto per il ripianamento dei debiti complessivi dell’anno 2019, a fronte di risorse finanziarie disponibili sul piano gestionale 13 per complessivi 20 milioni di euro, ai sensi dell’art. 220 bis del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020 n. 77 - “Interventi urgenti per la corresponsione dei crediti maturati e non pagati relativi a prestazioni professionali di cui agli articoli 82 e seguenti del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, di cui al Decreto del presidente della Repubblica 30 maggio 2020, n.115”.

Si invitano tutti i funzionari delegati per le spese di giustizia presso gli uffici giudiziari a prendere visione dell’importo assegnato consultando l’applicativo SICOGE e a organizzare la propria attività amministrativo-contabile con il massimo sforzo possibile in questo periodo di emergenza, in modo da consentire il tempestivo pagamento delle somme accreditate agli aventi diritto, stante l’imminente avvicinarsi delle scadenze contabili connesse alla chiusura annuale del bilancio dello Stato ed evitare ulteriormente l’allungamento dei tempi di pagamento da parte dell’Amministrazione.

Nell’attuale situazione di emergenza sanitaria, la sospensione o il rinvio di attività processuale ha avuto ripercussioni negative sotto il profilo patrimoniale per i professionisti interessati; in quest’ottica, l’estinzione dei debiti gravanti sulla pubblica amministrazione, oltre che doverosa, può costituire un sostegno in situazioni di crisi economica, per cui si sottolinea l’estrema importanza dell’integrale e tempestivo pagamento in favore dei professionisti dei debiti relativi all’anno 2019 e si invitano a tal fine le SS.VV. ad adottare ogni intervento organizzativo ritenuto utile. 

Roma, lì 30 ottobre 2020

Il Direttore generale
Giovanni Mimmo