salta al contenuto

Circolare 14 maggio 2020 - Concorso interno per titoli a complessivi n. 691 posti (606 uomini; 85 donne) per la nomina alla qualifica iniziale del ruolo maschile e femminile degli ispettori del Corpo di polizia penitenziaria indetto con PDG 12 maggio 2020

14 maggio 2020

Ministero della Giustizia
Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria
Direzione Generale del Personale e delle Risorse
Ufficio VI – Concorsi

 

Ai Signori Direttori Generali
Ai Signori Provveditori Regionali
Ai Signori Direttori delle Scuole di Formazione e degli Istituti di Istruzione
Ai Signori Direttori degli istituti penitenziari
Ai Signori Direttori dei Centri per la Giustizia minorile e di comunità
Ai Signori Direttori degli Uffici di Esecuzione Penale Esterna

e per conoscenza

Al Signor Capo del Dipartimento
Al Signor Vice Capo del Dipartimento
Al Signor Capo del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità
All’ufficio del Capo del Dipartimento - Ufficio I - Segreteria generale
Alla Direzione Generale del Personale e delle Risorse  - Ufficio IV - Relazioni Sindacali

 

Oggetto: Concorso interno per titoli a complessivi n. 691 posti (606 uomini; 85 donne) per la nomina alla qualifica iniziale del ruolo maschile e femminile degli ispettori del Corpo di polizia penitenziaria indetto con PDG 12 maggio 2020.

  1. Si comunica che sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it, in data 14 maggio 2020 sarà pubblicato il PDG 12 maggio 2020, con il quale è indetto il concorso interno per titoli a complessivi n. 691 posti (606 uomini; 85 donne) per la nomina alla qualifica iniziale del ruolo maschile e femminile degli ispettori del Corpo di polizia penitenziaria, ai sensi dell’art. 44, comma 10, del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95.

In relazione a ciò, si invitano le SS.LL., ognuno per la parte di competenza, a rendere edotto il personale avente diritto, che presta a qualsiasi titolo servizio presso qualunque sede periferica e centrale, della pubblicazione del bando di concorso, disponendo altresì che il contenuto della presente ministeriale sia portato a conoscenza di tutto il personale interessato.

Al fine di evitare possibile contenzioso si vorrà dare notizia dell’indizione del concorso anche al personale temporaneamente assente per congedo o a qualunque titolo, con le modalità ritenute opportune.

  1. Ciò premesso, al fine di pianificare al meglio l’avvio della procedura, facilitare le operazioni di istruttoria nonché ridurre al minimo il rischio di errori, anche in considerazione delle criticità e difficoltà riscontrate nella precedente procedura interna relativa al concorso per vice sovrintendente e al conseguente contenzioso generatosi, si comunica che la procedura in esame sarà gestita dall’Ufficio Concorsi attraverso il sistema SIGP1, dove dovranno essere inserite le domande di partecipazione a cura delle segreterie riceventi.

Allo stesso modo, come meglio si dirà appresso, il foglio matricolare aggiornato da allegarsi alla domanda di partecipazione, unitamente agli eventuali allegati prodotti dai candidati, sarà solo ed esclusivamente il foglio matricolare estratto da SIGP1. Ciò ad evitare che pervengano, come avvenuto in precedenti procedure, copie spesso composte da più parti, compilati a mano e di frequente incomprensibili o incompleti.

Si forniscono pertanto le seguenti indicazioni cui le Direzioni sono invitate ad attenersi in modo puntuale.

2.1. Può partecipare al concorso di cui all’articolo 1, comma 1, lettera a) del bando, riservato ai sovrintendenti, il personale maschile e femminile appartenente al medesimo ruolo ad esclusione di coloro che risultano vincitori del concorso straordinario interno per titoli a complessivi n. 2851 posti (n. 2679 uomini; n. 172 donne), per la nomina alla qualifica iniziale del ruolo maschile e femminile dei sovrintendenti del Corpo di polizia penitenziaria, indetto con PDG 19 dicembre 2017: in ogni caso il sistema impedirà l’inserimento della domanda nell’aliquota riservata per i non aventi diritto.

2.2. Può partecipare al concorso di cui all’articolo 1, comma 1, lettera b) del bando, riservato agli agenti ed assistenti, il personale maschile e femminile appartenente al medesimo ruolo che abbia compiuto cinque anni di effettivo servizio alla data di scadenza del bando, nonché i vincitori del predetto concorso straordinario interno per titoli a complessivi n. 2851 posti di vice sovrintendente, tenuto conto della qualifica posseduta precedentemente alla nomina alla qualifica di vice sovrintendente.

2.3. Per la presentazione della domanda deve essere utilizzato esclusivamente il modello di cui all’Allegato 1 per il personale appartenente al ruolo dei sovrintendenti e dell’Allegato 2 per il personale appartenente al ruolo degli agenti e assistenti, conformi ai fac-simile uniti al bando di concorso.

Nel richiamare l’attenzione in ordine a quanto espressamente previsto dall’articolo 4, comma 4, del bando di concorso, si evidenzia che contestualmente alla domanda di partecipazione, gli interessati dovranno allegare, ad eccezione del titolo di studio e dei rapporti informativi, già risultanti dal foglio matricolare estratto da SIGP1, i titoli di cui sono in possesso, dichiarati nella domanda medesima, rientranti nelle categorie E, F, G, H, L, M, N dell’art. 6 del bando per il personale appartenente al ruolo dei sovrintendenti e nelle categorie C, D, E, F, H, I, L dell’art. 7 del bando per il personale appartenente al ruolo degli agenti e assistenti, pena la non valutabilità degli stessi.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata, compilata in ogni sua parte e completa degli allegati, entro il termine perentorio di trenta giorni, decorrenti dal giorno successivo alla pubblicazione nel sito www.giustizia.it e precisamente dal 15 maggio 2020 al 13 giugno 2020, con le modalità previste dall’art. 4 del bando di concorso; l’ufficio ricevente avrà cura di apporre sulla domanda data e protocollo. Fatta salva le ipotesi residuali previste dal comma 2 del citato articolo 4, la data di presentazione è stabilita dal timbro e data apposto sulla domanda dal personale dell’Amministrazione addetto al ricevimento.

2.4. Come sopra detto, al fine di semplificare e snellire la procedura concorsuale, ridurre la possibilità di errori e agevolare le operazioni di istruttoria, le domande di partecipazione al concorso dovranno essere inserite, a cura del personale incaricato, nel sistema SIGP1, seguendo le indicazioni riportate nel manuale operativo disponibile sul sito DAP all’indirizzo http://dap.giustizia.it/servizi/sigp1/documentazione/manuali-operativi.

Ciascuna Direzione e Servizio dovrà individuare con provvedimento formale il responsabile del procedimento, il cui nominativo sarà comunicato a questa direzione generale anche per eventuali informazioni e / o chiarimenti in ordine al corretto inserimento delle domande.

L’inserimento nel sistema SIGP1 delle domande di partecipazione sarà consentito dal 21 maggio al 22 giugno 2020.

Per eventuali problemi tecnici connessi alla procedura di inserimento è possibile comunicare mediante l’help desk dipartimentale oppure inviare una mail all’indirizzo: sigp.dap@giustizia.it.

Per eventuali chiarimenti o informazioni sulla procedura concorsuale è disponibile il personale dell’Ufficio Concorsi – Sezione promozioni e avanzamenti al seguente indirizzo mail:  promozioniconcorsipp.ufficiocentralepersonale.dap.roma@giustizia.it

2.5. Una volta completato l’inserimento della domanda occorrerà creare il fascicolo del candidato in foglio A3, apponendo sulla prima pagina il frontespizio contenente le generalità del concorrente prodotto e stampato seguendo le indicazioni tecniche dal sistema SIGP1. All’interno del fascicolo andrà inserito:

  • domanda di partecipazione al concorso in originale, sottoscritta dal candidato con in calce data di presentazione e numero di protocollo;
  • eventuali allegati prodotti dall’interessato;
  • foglio matricolare estratto da SIGP1 aggiornato in tutte le sue parti, verificandone la corrispondenza con i dati dichiarati dall’interessato, con particolare riferimento al titolo di studio posseduto, ai rapporti informativi e ad eventuali ricompense e speciali riconoscimenti conseguiti dal dipendente.

Non saranno ammesse in alcun caso copie di fogli matricolari diversi da quelli presenti in SIGP1.[1]

A tal riguardo, in considerazione delle diverse incongruenze e mancanze verificatesi nell’ambito della procedura relativa al concorso dei vice sovrintendenti e del conseguente contenzioso generatosi, con particolare riferimento al possesso del titolo di studio, si raccomanda al responsabile del procedimento di verificare accuratamente il corretto inserimento nel foglio matricolare del titolo di studio dichiarato dal concorrente, oltre ai rapporti informativi e ad eventuali ricompense e speciali riconoscimenti conseguiti dal dipendente.

Al fine di completare correttamente la procedura concorsuale si richiamano altresì le disposizioni di cui alla ministeriale GDAP – 0010863 del 14 gennaio 2020.

Completata la procedura di inserimento di tutte le domande, il sistema consente di creare un foglio elettronico con l’elenco complessivo dei concorrenti.

  1. Ciascuna direzione provvederà dunque a trasmettere al competente Provveditorato regionale, a mezzo corriere, entro il 30 giugno 2020, i fascicoli completi della documentazione richiesta, relativi al personale che ha presentato domanda di partecipazione al concorso in argomento distinti per aliquota (sovrintendenti / agenti e assistenti), corredate dell’elenco riepilogativo prodotto direttamente da SIGP1.

Le Scuole di formazione e gli Istituti di istruzione nonché le Direzioni degli istituti, uffici e servizi dipendenti dal Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità vorranno raccordarsi con i Provveditorati regionali dell’Amministrazione penitenziaria presenti in ambito territoriale per l’inoltro delle pratiche relative al personale ivi in servizio.

  1. I Provveditorati regionali, faranno pervenire a questa sede (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria - Direzione generale del personale e delle risorse, Ufficio VI - Concorsi – Sezione promozioni e avanzamenti (stanza 50) - Largo L. Daga n. 2, 00164 Roma) la documentazione loro trasmessa entro il 10 luglio 2020.

La consegna deve essere effettuata mediante il corriere che, mensilmente, provvede alla consegna delle pratiche relative agli scrutini di promozione del personale appartenente al Corpo di polizia penitenziaria.

Si raccomanda il rispetto dei termini suindicati per la trasmissione dei fascicoli del personale che ha presentato domanda di partecipazione, onde consentire alla Direzione generale scrivente di dare rapida attuazione alle disposizioni previste dall’articolo 44, comma 10, del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95.

Nel ringraziare per la consueta collaborazione, si coglie l’occasione per salutare cordialmente.

IL DIRETTORE GENERALE
Massimo Parisi

[1] Nel caso di personale distaccato, aggregato, temporaneamente assegnato ecc, sarà cura della direzione ove l’interessato materialmente presta servizio trasmettere il foglio matricolare aggiornato ed estratto dal sistema SIGP1.