salta al contenuto

Nota 8 gennaio 2020 - Dipartimento amministrazione penitenziaria - Scenario internazionale: uccisione del generale Soleimani e rapporti USA-Iran - Allertamento in ordine alle misure di sicurezza e vigilanza

8 gennaio 2020

m_dg.GDAP.08/01/2020.0004614.U

Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria
Ufficio del Capo del Dipartimento

 




Signori Direttori degli Istituti Penitenziari
LORO SEDI
Signori Comandanti dei Reparti di Polizia penitenziaria presso gli Istituti Penitenziari
LORO SEDI
e per conoscenza
Ai Signori Direttori Generali
SEDE
Ai Signori Provveditori Regionali dell'Amministrazione Penitenziaria
LORO SEDI
AI Nucleo Investigativo Centrale
ROMA
Ai Nuclei Investigativi Regionali
LORO SEDI
AI Gruppo Operativo Mobile
ROMA

Oggetto: Scenario internazionale: uccisione del generale Soleimani e rapporti USA-Iran. Allertamento in ordine alle misure di sicurezza e vigilanza.

A seguito della recente evoluzione degli scenari di politica internazionale che hanno attestato l'acuirsi dei contrasti tra gli Stati Uniti e l'Iran, si invitano le SS.LL., ognuno nell'ambito delle rispettive competenze, a sensibilizzare tutto il personale, affinchè sia intensificata l'attività di osservazione volta all'individuazione di eventuali segnali di criticità in ordine a tali fatti.
 
In particolare, si chiede di prestare la massima attenzione a possibili esternazioni, da parte della popolazione detenuta, di sentimenti antioccidentali o comunque anti - americani inserendo tempestivamente le segnalazioni nell' applicativo "Eventi Critici" e trasmettendo successivamente una dettagliata relazione alle articolazioni centrali e territoriali dell' Amministrazione (Direzione Generale dei Detenuti e Trattamento, Provveditorato Regionale, Nucleo Investigativo Centrale e Regionale).

Si invitano, altresì, le SS.LL. a potenziare sia i servizi di vigilanza e sicurezza interni ed esterni dei rispettivi istituti di pena, sia quelli di Traduzione e Piantonamento, non trascurando alcun segnale di pericolo.

Si assicuri.

Roma, 7 gennaio 2020

Il Capo dipartimento
Francesco Basentini