salta al contenuto

Decreto 24 maggio 2019 - Modifica Commissione esaminatrice del concorso a 330 posti di magistrato ordinario indetto con D.M. 10 ottobre 2018

24 maggio 2019


Il Ministro della Giustizia

Visto il decreto ministeriale 10 ottobre 2018 con il quale è stato indetto un concorso, per esami, a 330 posti di magistrato ordinario;

Visto il decreto ministeriale 26 febbraio 2019 con il quale è stato adottato il diario delle prove scritte del concorso, per esami, a 330 posti di magistrato ordinario;

Visto l’art. 5 del decreto legislativo 5 aprile 2006, n. 160;

Vista la nota della Direzione Generale dei Magistrati in data 25 febbraio 2019 con la quale sono stati comunicati i nominativi del personale appartenente all’area terza, da designare come segretari della commissione esaminatrice;

Vista la delibera del Consiglio Superiore della Magistratura in data 13 marzo 2019 con la quale si è preso atto della designazione dei segretari della Commissione medesima;

Vista la delibera del Consiglio Superiore della Magistratura in data 15 maggio 2019 con la quale è stata nominata la Commissione esaminatrice;

Visto il decreto ministeriale 20 maggio 2019;

Viste le delibere del Consiglio Superiore della Magistratura in data 22 maggio 2019 con le quali è stata modificata la composizione della Commissione esaminatrice

DECRETA

La Commissione esaminatrice del concorso a 330 posti di magistrato ordinario, indetto con decreto ministeriale 10 ottobre 2018, è cosi modificata:

il prof. Giancarlo Antonio FERRO, prof. associato dell’Università degli studi di Catania, è nominato componente effettivo, in sostituzione del prof. Carlo BOTTARI;

il prof. Aristide POLICE, prof. ordinario dell’Università degli di studi di Roma Tor Vergata, è nominato componente effettivo, in sostituzione del prof. Paolo LAZZARA.

La relativa spesa graverà sul capitolo 1461, piani gestionali 1 e 4, del bilancio di questo Ministero per l’anno finanziario 2019 e sui corrispondenti capitoli per gli anni successivi.

Roma, 24 maggio 2019

Il Ministro
Alfonso Bonafede


Strumenti