salta al contenuto

Circolare 3 aprile 2019 - Dipartimento amministrazione penitenziaria - Avvio della selezione per la fascia retributiva superiore

3 aprile 2019

Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria
Ufficio VI - Concorsi comparto funzioni centrali

 

 

m_dg_GDAP_03/04/2019.0007909.ID

Ai Sigg. Provveditori Regionali
LORO SEDI

Ai Sigg. Direttori Generali
SEDE

All’ Ufficio del Capo del Dipartimento
Ufficio I – Segreteria Generale
SEDE

All’Ufficio IV - Relazioni Sindacali
SEDE


OGGETTO: Progressioni economiche all’interno delle aree emanate ai sensi dell’accordo 10 gennaio 2019.

1. Si comunica che nell’apposita sezione presente sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it dell’otto aprile 2019 sarà pubblicato il bando relativo alle progressioni economiche indicate in oggetto, riservate al personale dei ruoli del comparto funzioni centrali dell’Amministrazione penitenziaria, in servizio alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande previsto dal bando, appartenenti alla fascia retributiva immediatamente inferiore del medesimo profilo professionale posto a concorso.

1.1. Ciò premesso, le LL.SS.II. vorranno invitare le Direzioni degli istituti e servizi ubicati nell’ambito territoriale di competenza ad attenersi alle seguenti istruzioni.

2. Le strutture indicate provvederanno a quanto segue.

2.1. Rendere edotto il personale interessato della pubblicazione dei bandi in argomento, dando la massima divulgazione alle seguenti disposizioni ed attivandosi per la puntuale esecuzione delle stesse. E’ particolarmente importante ricordarsi che, come espressamente previsto nei rispettivi bandi, le domande di partecipazione devono essere presentate dagli interessati nel termine perentorio di trenta giorni, decorrenti dal giorno successivo alla pubblicazione degli stessi nell’apposita sezione presente sul sito del Ministero della Giustizia, www.giustizia.it (dall’otto aprile all’otto maggio 2019).

2.2. Assicurarsi che le domande siano redatte in carta semplice secondo uno degli schemi allegato al bando.

2.3. Iscrivere a protocollo, il giorno stesso della presentazione, le domande di partecipazione presentate dai dipendenti.[1]

2.4. Provvedere alla trasmissione delle domande pervenute al Provveditorato territorialmente competente entro il 20 maggio 2019. Le stesse devono essere corredate da un elenco nominativo riepilogativo, utilizzando il file Excel allegato. Sarà cura di ogni direzione trasmettere l’elenco riepilogativo delle domande ricevute mediante posta elettronica al seguente indirizzo: concorsifunzionicentrali.dgpr.dap@giustizia.it

3. Codesti Provveditorati e la Direzione Generale della Formazione, entro il 31 maggio 2019, faranno pervenire i plichi pervenuti a questa sede (Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria – Direzione generale del personale e delle Risorse – Ufficio VI - Concorsi – Largo L. Daga n. 2, 00164, Roma ). Le Scuole di formazione ed aggiornamento del personale nonché le Direzioni degli istituti, uffici e servizi dipendenti dal Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità vorranno raccordarsi con i Provveditorati regionali dell’Amministrazione penitenziaria presenti in ambito territoriale per l’inoltro delle pratiche relative al personale di ruolo di questa amministrazione ivi in servizio.

4. Il personale in posizione di comando o distacco in strutture non appartenenti all’Amministrazione penitenziaria, nonché il personale in congedo ovvero assente a qualsiasi titolo per tutta la durata dei termini di presentazione, potrà presentare la domanda di partecipazione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, inviandola direttamente a questa sede (Ministero della Giustizia, Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria – Direzione Generale del Personale e delle Risorse – Ufficio VI - Concorsi – Largo L. Daga n. 2, 00164, Roma ). In tali casi, ai fini della verifica del rispetto dei termini di presentazione della domanda, farà fede la data della raccomandata apposta dall’Ufficio postale accettante. Il dipendente in servizio presso strutture dell’Amministrazione penitenziaria, assente a qualsiasi titolo, che presenta la domanda ai sensi del capoverso precedente è tenuto a darne comunicazione alla propria sede di appartenenza, specificando la procedura per la quale ha richiesto di partecipare.

5. Le domande di partecipazione del personale in servizio presso la sede dipartimentale, regolarmente protocollate dall’ufficio competente devono essere consegnate, complete dell’elenco riepilogativo in formato Excel precedentemente indicato, direttamente a questa Direzione generale del personale e delle Risorse (Ufficio VI - Concorsi stanza n. 197, primo piano), entro la settimana successiva alla data di scadenza del termine di presentazione.

6. Al fine di evitare l’istaurarsi di inutile contenzioso, si precisa che le procedure in argomento sono riservate esclusivamente al personale dell’Amministrazione penitenziaria, appartenente al comparto ministeri, destinatario del contratto collettivo nazionale di lavoro ed in possesso dei requisiti indicati nel bando. Di conseguenza, non potranno essere esaminate le eventuali domande di partecipazione presentate da personale diverso da quello sopra indicato.

Si raccomanda il rispetto dei termini suindicati per la trasmissione degli atti, onde consentire alla Direzione Generale scrivente di attivarsi per l’espletamento delle procedure in oggetto.

Le strutture indicate provvederanno a rendere edotto il personale interessato della suddetta pubblicazione nell’apposita sezione presente sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia (progressioni economiche del personale).

Le LL.SS.II. sono invitate a diramare la presente agli istituti, servizi e uffici dipendenti, disponendo che tale comunicazione venga portata a conoscenza di tutto il personale interessato, ancorché assente a qualsiasi titolo, con i mezzi ritenuti più idonei al fine di consentire la massima e più celere pubblicità.

Il Direttore generale
Pietro Buffa

[1] L’obbligo di ricevere la domanda di partecipazione e di iscriverla a protocollo compete alla Direzione ove l’interessato, in quel momento, presta servizio, a qualsiasi titolo (distacco, missione ecc…)