salta al contenuto

Decreto 25 settembre 2018 - Pubblicazione del diario delle prove scritte del concorso a n.250 posti nel profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale

25 settembre 2018

Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità

Il Direttore Generale del personale, delle risorse
e per l’attuazione dei provvedimenti del giudice minorile

Visto il P. D. G. 12 gennaio 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – 4ª Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – 9 febbraio 2018, n. 12, con il quale è stato indetto un concorso pubblico, per esami, a 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità;

Visto il P.D.G. 19 luglio 2018, con il quale è stato stabilito, al punto 7, che con successivo provvedimento da pubblicarsi il 12 settembre 2018, nella scheda di sintesi del concorso presente sul sito istituzionale www.giustizia.it, saranno resi noti il luogo, le date e le modalità di espletamento delle prove scritte; considerato l’avviso del 12 settembre 2018 con il quale si rimanda tale pubblicazione al 25 settembre 2018;

Attesa la necessità di provvedere a tale adempimento;

Visto il Decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive integrazioni e modificazioni;

Visto il Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n.165;

DECRETA

 

  1. Le prove scritte del concorso pubblico, per esami, a 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie speciale – n. 12 del 9 febbraio 2018, avranno luogo presso la Scuola di formazione e aggiornamento per il personale del Corpo di polizia e dell’Amministrazione penitenziaria “Giovanni Falcone” di Roma, via di Brava, 99, con inizio alle ore 8,30 dei giorni 30 e 31 ottobre 2018.
     
  2. Le prove scritte, che consisteranno in due elaborati da effettuare con le modalità e nell’ordine di seguito indicato, verteranno su:
  • Modelli, tecniche e strumenti di metodologia del servizio sociale (elaborato da svolgere nella durata massima di otto ore).
  • Diritto penitenziario con particolare riferimento alle misure alternative e sostitutive alla detenzione e sanzioni di comunità, per adulti e minori, anche nella prospettiva sovranazionale (n. 4 domande aperte con svolgimento a risposta sintetica da svolgere nella durata massima di cinque ore).

La consegna degli elaborati potrà avvenire decorse almeno due ore dall’inizio di ciascuna prova.

Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato il punteggio di almeno 21/30 (Ventuno/trentesimi) in ciascuna delle prove scritte.

L’avviso per la presentazione alle prove orali sarà dato ai singoli candidati che avranno superato le prove scritte almeno venti giorni prima di quello in cui essi debbono sostenerla, mediante apposita nota ministeriale, che sarà inviata presso il recapito indicato nella domanda. Tale comunicazione sarà anticipata via mail. Con la stessa nota sarà data contemporaneamente comunicazione dei voti riportati nelle prove scritte.

  1. I candidati che hanno superato le prove preselettive di cui all’elenco allegato al P.D.G. 19 luglio 2018 nonché i soggetti esonerati dallo svolgimento della prova preselettiva di cui al punto 16 del P.D.G. 29 maggio 2018, dovranno presentarsi presso la suddetta sede obbligatoriamente muniti di penna nera o blu e dei seguenti documenti:
    1. idoneo documento di riconoscimento e copia dello stesso;
    2. copia della domanda di partecipazione debitamente firmata e ricevuta di avvenuta acquisizione informatica della stessa.
       
  2. Nella sede di esame, durante lo svolgimento della prova d’esame, verranno osservati gli adempimenti previsti dall’articolo 13 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni.
     
  3. In particolare, i candidati non possono portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie nonché apparecchi telefonici e/o ricetrasmittenti.
     
  4. Durante la prova sarà comunque consentito l’utilizzo del dizionario della lingua italiana e codici non commentati nonché testi di legge non commentati anche se tratti dalla Gazzetta Ufficiale.
     
  5. I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere le prove scritte, saranno ritenuti rinunciatari ed automaticamente esclusi dal concorso.
     
  6. In data 10 ottobre 2018 nel sito ufficiale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it verrà pubblicato un avviso di conferma delle suddette date.
     

Il presente decreto ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Roma, 25 settembre 2018

Il Direttore Generale
Vincenzo Starita


Strumenti