salta al contenuto

Provvedimento 14 ottobre 2016 - Nomina Commissione esaminatrice riqualificazione personale organizzazione giudiziaria art. 21-quater

14 ottobre 2016

Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi
Direzione Generale del Personale e della Formazione

 

IL DIRETTORE GENERALE
 

Visto l’articolo 21 quater del decreto-legge 27 giugno 2015, n. 83, convertito con modificazioni, dalla legge  6 agosto 2015, n. 132 con il quale il Ministero della Giustizia è stato autorizzato, nei limiti delle posizioni disponibili in dotazione organica, a indire le procedure interne, riservate ai dipendenti in possesso dei requisiti di legge, già in servizio alla data del 14 novembre 2009, per il passaggio del personale inquadrato nel profilo professionale di cancelliere e di ufficiale giudiziario dell'area seconda, al profilo professionale di funzionario giudiziario e di funzionario dell'ufficio notificazioni, esecuzioni e protesti (UNEP) dell'area terza, con attribuzione della prima fascia economica di inquadramento, in conformità ai citati articoli 14 e 15 del CCNL comparto Ministeri 1998/2001;

Considerato l’avviso n. 1 con cui in data 19 settembre 2016 è stata indetta la procedura selettiva interna per il passaggio al profilo professionale di Funzionario giudiziario - area III F1 - riservata ai Cancellieri dell’amministrazione giudiziaria in servizio alla data del 14 novembre 2009, in attuazione dell’articolo 21 quater del decreto-legge 27 giugno 2015, n. 83, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2015, n. 132;

Considerato l’avviso n. 2 con cui in data 19 settembre 2016 è stata indetta la procedura selettiva interna per il passaggio al profilo professionale di Funzionario UNEP - area III F1 - riservata agli ufficiali giudiziari dell’amministrazione giudiziaria in servizio alla data del 14 novembre 2009, in attuazione dell’articolo 21-quater del decreto-legge 27 giugno 2015, n. 83, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2015, n. 132;

Rilevata l’opportunità di nominare un’unica Commissione esaminatrice competente per entrambe le procedure ai sensi degli artt.7 e 8 dei citati avvisi n. 1 e n. 2  del 19 settembre 2016;

Rilevato che, sempre ai sensi del citato art. 7,  la Commissione è composta da un magistrato ordinario che abbia conseguito almeno la seconda valutazione di professionalità, con funzioni di presidente e da due membri esperti nelle materie di esame e che le funzioni di segretario sono svolte da un dipendente della terza area dell’ordinamento professionale dell’amministrazione giudiziaria;

Valutato che il dott. Domenico Truppa ha i requisiti per la nomina a Presidente della citata Commissione, così come la Dott.ssa Chiara De Marco, quale Presidente supplente e acquisite le disponibilità dei predetti;

Ritenuto il probabile elevato numero di domande che perverranno e che, pertanto, appare opportuno affiancare a ciascun componente effettivo, un componente supplente;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165 e successive modificazioni e integrazioni:
 

DISPONE
 

La Commissione esaminatrice delle procedure selettive di cui alle premesse è costituita come segue:

Presidente: dott. Domenico Truppa, magistrato di V valutazione di professionalità, del Tribunale di Modena

Componente: dott.ssa Marilena Cerati, dirigente amministrativo, della Corte di Appello di Bologna

Componente: dott. Salvatore Filocamo, direttore amministrativo, del Tribunale di Firenze

Segretario: dott.ssa Paola Borghini, funzionario UNEP, del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del Ministero della Giustizia

Presidente supplente: dott.ssa Chiara De Franco, magistrato di II valutazione di professionalità, della Corte di Appello di Napoli

Componente supplente: dott. Luciano Bruno, dirigente amministrativo, del Tribunale di Ascoli Piceno

Componente supplente: dott.ssa, Marina Pica, direttore amministrativo, del Tribunale di Velletri

Segretario supplente: dott. Fabrizio Marcocci, ufficiale giudiziario dirigente dell’Ufficio NEP presso la Corte di Appello di Roma

I compensi previsti dal D.P.C.M. 23 marzo 1995, eventualmente dovuti al Presidente, ai Componenti e al Segretario, al Presidente supplente, ai Componenti supplenti e al Segretario supplente della predetta Commissione , nonché i rimborsi, ove  spettanti,  per spese di viaggio, vitto e alloggio (cosiddette spese di missione)  graveranno sul capitolo 1451 - piano gestionale 4 e piano gestionale 1 – del bilancio del Ministero della Giustizia,  programma Giustizia civile e penale “spese per acquisto di beni e servizi” per l’anno 2016 e i corrispondenti capitoli per gli anni successivi.

Roma, 14 ottobre 2016

Il Direttore generale
Barbara Fabbrini