salta al contenuto

Decreto 29 maggo 2018 - Concorso pubblico, per esami, a 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità - Diario prove preselettive

29 maggio 2018


Dipartimento per la giustizia minorile di comunità
Il Direttore Generale del personale, delle risorse e per l’attuazione dei provvedimenti del giudice minorile

 

Pubblicazione del diario delle prove di esame del concorso pubblico, per esami, a 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie speciale – n. 12 del 9 febbraio 2018.

Visto il P. D. G. 12 gennaio 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – 4ª Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – 9 febbraio 2018, n. 12, con il quale è stato indetto un concorso pubblico, per esami, a 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità;

Visto quanto stabilito dall’articolo 10 del P. D. G. 12 gennaio 2018, in merito alla pubblicazione, a partire dal data del 29 maggio 2018 nel sito ufficiale del Ministero della Giustizia, della data e della sede per l’espletamento della prova preselettiva;

Visto il D.P.C.M. 15 giugno 2015, n. 84 recante “Regolamento di riorganizzazione del Ministero della Giustizia e riduzione degli uffici dirigenziali e delle dotazioni organiche” ed in particolare l’art. 7, comma 2, lett. a) che individua le funzioni della Direzione Generale del personale, delle risorse e per l’attuazione dei provvedimenti del giudice minorile;

Visto il Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n.165 ;

Considerato che le domande pervenute risultano essere superiori a mille (1.000);

DECRETA


  1. Le prove preselettive del concorso pubblico, per esami, a 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie speciale – n. 12 del 9 febbraio 2018, avranno luogo presso la FIERA DI ROMA, Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), Padiglione n. 3, ingresso EST - ROMA, nelle date e secondo le modalità di seguito indicate.  
  2. Le prove si svolgeranno con modalità informatiche. Sul sito istituzionale del Ministero della giustizia, all’indirizzo https://www.giustizia.it, nella scheda di sintesi del concorso, saranno fornite ulteriori indicazioni e istruzioni.
  3. La prova preselettiva consisterà in complessive 80 domande, a risposta multipla, vertenti su argomenti di cultura generale e sulle materie di cui ai commi 3 e 5 dell’articolo 10 del bando e avrà la durata di 60 minuti.
  4. Il testo di ciascuna domanda è corredato da 3 risposte predefinite tra le quali il candidato dovrà scegliere quella ritenuta corretta.
  5. Gli 80 quesiti che concorreranno a formare i questionari che saranno oggetto di ciascuna sessione d’esame saranno ricavati dalla banca dati che sarà pubblicata a decorrere dal 22 giugno al 7 luglio nella scheda di sintesi del concorso presente sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it. L’elaborato contenente gli 80 quesiti sopra indicati sarà differenziato, per ogni candidato, secondo un algoritmo di scelta casuale delle domande tra tutte quelle disponibili nella predetta banca dati.
  6. Per ogni risposta esatta sarà assegnato 1 punto; per ogni risposta errata saranno sottratti 0,35 punti; per ogni risposta non data saranno sottratti 0,15 punti.
  7. Saranno ammessi alle prove scritte i candidati che alla prova preselettiva risulteranno classificati, in base al punteggio, tra i primi 750, nonché i candidati che abbiano riportato lo stesso punteggio del candidato classificato all’ultimo posto utile.
  8. Sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia saranno fornite ulteriori indicazioni in ordine alle concrete modalità di svolgimento della prova.
  9. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre ai fini della determinazione della votazione complessiva finale.
  10. Ciascun candidato al quale non è stata comunicata l’esclusione dal concorso, dovrà presentarsi presso la suddetta sede per sostenere la citata prova d’esame secondo il sottoindicato calendario, munito dei seguenti documenti:
    1. idoneo documento di riconoscimento in corso di validità;
    2. copia della domanda di partecipazione e ricevuta di avvenuta acquisizione informatica della stessa, così come previsto dall’articolo 5, comma 1, del bando;
       
Data e ora di inizio delle prove per gruppi di candidati in ordine alfabetico
DATA ORARIO DA A PADIGLIONE
09/07/2018 10:00 ABATE DEBORA BRAGAGNOLO MICHELA 3
09/07/2018 15:00 BRAGANTI CATERINA COVONE ANTONIETTA 3
10/07/2018 10:00 COZZA ANNAROSA FRIZZIERO MARTA 3
10/07/2018 15:00 FROGHERI MARIA LUCIA MANCARELLA SILVIA IMMACOLATA 3
11/07/2018 10:00 MANCIN ALESSANDRA PARRELLA TERESA 3
11/07/2018 15:00 PARRINELLI CLAUDIA SATERINI MARTINA 3
12/07/2018 10:00 SAU MARIKA ZURZOLO VINCENZO 3
  1. Al fine di agevolare le operazioni di identificazione e di ingresso e consentire l’inizio della prova nell’orario previsto, i candidati dovranno presentarsi presso la sede di esame almeno 90 minuti prima dell’orario stabilito.
  2. Come espressamente stabilito dall’art. 11 comma 10 del bando, i candidati sono tenuti a presentarsi, il giorno della prova, con la domanda e la relativa ricevuta di invio, completa del numero identificativo. Ciò premesso, si segnala che a far data dal 2 al 7 luglio 2018, sarà nuovamente consentito l’accesso al modulo telematico per dare la possibilità di scaricare e stampare la domanda di partecipazione e la relativa ricevuta. Detta documentazione potrà essere scaricata accedendo, con le proprie credenziali, al sistema di inoltro della domanda di partecipazione al concorso. Si rammenta che il codice utente è sempre il codice fiscale dell’interessato.
  3. Tutti i candidati non preventivamente esclusi dal concorso si intendono, comunque, ammessi con riserva dell’accertamento del possesso dei requisiti richiesti dal bando del concorso.
  4. Lo scaglionamento è stato determinato secondo il rigoroso ordine consecutivo delle lettere dell’alfabeto: “A” prima di “B”, “B” prima di ”C”, “I” prima di ”J”, “J” prima di ”K”, ecc. senza tener conto dell’apostrofo e degli eventuali spazi all’interno di cognomi e nomi (D’ANDREA = DANDREA), (DE DATO = DEDATO).
  5. Nessun candidato potrà essere ammesso alla prova d’esame in un giorno e orario diverso da quello ad esso assegnato in relazione alla propria posizione alfabetica.
  6. I soggetti aventi un’invalidità uguale o superiore all’80% sono esonerati dallo svolgimento della prova preselettiva e sono ammessi direttamente alle prove scritte, ai sensi dell’articolo 20 delle legge 5 febbraio 1992, n. 104, come integrata dal decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114. Gli stessi dovranno inviare la documentazione attestante la percentuale di invalidità, pari o superiore all’80%, all’indirizzo dgmc@giustizia.it entro e non oltre il 15 giugno 2018.
  7. Al fine di consentire all’Amministrazione di individuare e predisporre i mezzi e gli strumenti atti a garantire una regolare partecipazione al concorso, i candidati che hanno richiesto un ausilio o tempi aggiuntivi per l’espletamento della prova, in relazione al proprio handicap, devono confermare la propria partecipazione alla prova preselettiva inviando una mail all’indirizzo dgmc@giustizia.it, indicando i propri dati anagrafici, il concorso di riferimento e, qualora non avessero già provveduto, allegando la relativa documentazione sanitaria.
  8. Nella sede di esame, durante lo svolgimento della prova, verranno osservati gli adempimenti previsti dall’articolo 13 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni.
  9. In particolare, i candidati non possono portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie nonché apparecchi telefonici e/o ricetrasmittenti.
  10. I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere la prova d’esame saranno ritenuti rinunciatari e automaticamente esclusi dal concorso.
  11. In data 19.06.2018 nel sito ufficiale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it verrà pubblicato un avviso di conferma delle suddette date.
  12. I risultati della prova d’esame saranno pubblicati a decorrere dal 19.07.2018 nella scheda di sintesi del concorso sul sito internet del Ministero della Giustizia www.giustizia.it.
  13. Si comunicano, altresì, le seguenti indicazioni per raggiungere la Fiera di Roma:
    • in macchina:  dal GRA (Grande Raccordo Anulare) uscita 30 in direzione Fiumicino e poi seguire le indicazioni segnaletiche per Fiera Roma. Parcheggio per circa 5000 posti auto;  
    • in aereo: dall’aeroporto di Roma Fiumicino i collegamenti sono garantiti con Fiera di Roma dal treno FR 1 fermata Fiera di Roma (Tariffa 8 euro), dal taxi e dagli autobus Cotral;
    • in treno: dalle Stazioni Tuscolana, Tiburtina, Ostiense (collegate alle linee A e B della Metropolitana), prendere il Treno FR 1, direzione Fiumicino, e scendere alla Fermata Fiera Roma;
    • in taxi: l’indirizzo per l’ingresso EST è Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense).
    • in autobus: linea Atac - linea 808 per Fiera Roma; da Fiumicino linea Cotral W0001.

Il presente decreto ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Roma, 29 maggio 2018

Il Direttore generale
Vincenzo Starita


Strumenti