salta al contenuto

Decreto 9 giugno 2017 - 800 posti assistente giudiziario a tempo indeterminato, area funzionale II, fascia economica F2 - Diario prove scritte

9 giugno 2017

Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi
Direzione generale del personale e della formazione


Il Direttore generale


Diario delle prove scritte del concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario,
Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia
– Amministrazione giudiziaria
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – 9 giugno 2017, n. 43


Visto il Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto il P. D. G. 18 novembre 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – 22 novembre 2016, n. 92, con il quale è stato indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria;

Visto l’articolo 8 del bando di concorso a norma del quale saranno ammessi alle prove scritte i candidati classificatisi, in base al punteggio, tra i primi 3.200 (4 volte i posti a concorso), nonché i candidati che abbiano riportato lo stesso punteggio del concorrente classificato all’ultimo posto utile;

Visti gli esiti delle prove preselettive nonché l’elenco dei candidati ammessi alle prove scritte ai sensi del predetto articolo 8, approvato dalla Commissione esaminatrice del concorso nominata con P.D.G. del 24 febbraio 2017, recepito con provvedimento del Direttore generale del Personale e della Formazione in data 7 giugno 2017 e in pari data pubblicato nel sito www.giustizia.it a norma del medesimo articolo 8 del bando;

Visto altresì il comma 11 del già citato articolo 8 per effetto del quale, oltre ai candidati che hanno superato la prova preselettiva, sono ammessi direttamente alle prove scritte i candidati che hanno dichiarato una invalidità uguale o superiore all’80% secondo quanto previsto dall’ articolo 20 delle legge 5 febbraio 1992, n. 104, come integrata dal decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114 e preso atto del relativo elenco;

Visto il provvedimento in data 26 maggio 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – del 6 giugno 2017, con il quale si è disposto di stabilire con provvedimento pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – del 30 maggio 2017 il diario delle prove scritte, di cui all’articolo 6 del bando di concorso;

Visto il provvedimento in data 5 giugno 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – del 6 giugno 2017, con il quale si è disposto di stabilire con provvedimento pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – del 9 giugno 2017 il diario delle prove scritte, di cui all’articolo 6 del bando di concorso;

Attesa la necessità di definire il luogo, le date e le modalità di svolgimento delle suddette prove scritte, ai sensi del citato articolo 6 del bando;

Ritenuto di dover procedere alla convocazione dei candidati secondo il criterio dell’ordine alfabetico sulla base del quale deve provvedersi allo scaglionamento dei candidati per seduta di esame;


Decreta

Articolo 1
Prove scritte

Le prove scritte del concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – del 22 novembre 2016, n. 92, avranno luogo nei giorni 26, 27 e 28 giugno 2017, presso la Fiera di Roma, ingresso Nord, Via Portuense 1645 – 1647 - ROMA, secondo le modalità di seguito indicate.
Sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia, all’indirizzo https://www.giustizia.it, saranno fornite ulteriori indicazioni di natura logistica nonché quelle per raggiungere la predetta sede.


Articolo 2
Diario delle prove e criteri di convocazione

Ai fini della convocazione, i candidati sono ripartiti per gruppi, secondo l’ordine alfabetico di cognome e nome, a partire dalla lettera A alla lettera Z.
Ciascun candidato dovrà presentarsi, presso la suddetta sede, nel giorno e ora indicati a fianco di ciascun raggruppamento nel quale è ricompreso il proprio cognome e nome:

Diario prove scritte
DA A Data Ora
ABATE ANTONELLA FUMAROLA SERENA 26/06/2017 08:30
FUMO NICOLA PRETE ROSA 27/06/2017 08:30
PRETOLA ILENIA ZURLO ALESSANDRA 28/06/2017 08:30


Lo scaglionamento è stato determinato a partire dalla lettera A, secondo il rigoroso ordine consecutivo delle lettere dell’alfabeto: esempio “B” prima di ”C”, “I” prima di ”J”, “J” prima di ”K”, etc.), senza tener conto dell’apostrofo e degli eventuali spazi all’interno di cognomi e nomi (D’AMORE = DAMORE), (DE DATO = DEDATO).

In ogni sessione di esame, ai candidati portatori di handicap, nonché per le donne incinte o con esigenze di allattamento che ne facciano richiesta, indipendentemente dalla lettera alfabetica, è riservato un apposito varco di identificazione.

L’ingresso alla Fiera è riservato esclusivamente ai candidati, salvo quanto specificato al successivo articolo 5 per i portatori di handicap, donne incinte o con esigenze di allattamento.

Per accedere ai locali ove si svolge la prova, i candidati dovranno presentarsi muniti del documento di riconoscimento (carta di identità, patente auto con fotografia, passaporto, tessera postale, tessera di riconoscimento rilasciata da amministrazione pubblica, porto d’arma nonché altro documento riconosciuto ai sensi della vigente normativa), del codice fiscale nonché della ricevuta di convocazione alle prove scritte che tiene luogo della ricevuta di invio della domanda rilasciata dal sistema informatico, indicata all’articolo 7 del bando.

La ricevuta di convocazione, che conterrà anche l’indicazione del padiglione di assegnazione, potrà essere scaricata a partire dal 19 giugno 2017 accedendo con le proprie credenziali al sistema di inoltro della domanda di partecipazione al concorso, con le medesime modalità già utilizzate per stampare la relativa ricevuta di invio.

I candidati potranno sostenere la prova esclusivamente secondo l’ordine di convocazione sopra indicato.

Non saranno ammessi a sostenere la prova coloro i quali si presenteranno in giorno ed ora diversi da quelli stabiliti.

I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere la prova, saranno ritenuti rinunciatari ed automaticamente esclusi dalla procedura.


Articolo 3
Modalità di svolgimento delle prove scritte, tempi di svolgimento e punteggi

Come stabilito dall’art. 6 del bando, le prove scritte si svolgeranno sulle materie di seguito indicate e saranno così articolate:

La prima prova scritta consisterà nella somministrazione di n. 60 domande a risposta multipla, aventi ad oggetto: elementi di diritto processuale civile.

  • Ad ogni risposta esatta verrà attribuito il punteggio positivo di 0,50;
  • ad ogni risposta errata o multipla verrà attribuito il punteggio negativo di 0,15;
  • alle risposte omesse non verrà attribuito alcun punteggio.

Alla suddetta prova sarà assegnato un punteggio massimo di 30 punti.

La prova si intende superata dai candidati che abbiano riportato una votazione di almeno 22,5/30.

La seconda prova scritta consisterà nella somministrazione di n. 60 domande a risposta multipla, aventi ad oggetto: elementi di diritto processuale penale.

  • Ad ogni risposta esatta verrà attribuito il punteggio positivo di 0,50;
  • ad ogni risposta errata o multipla verrà attribuito il punteggio negativo di 0,15;
  • alle risposte omesse non verrà attribuito alcun punteggio.

Alla suddetta prova sarà assegnato un punteggio massimo di 30 punti.

La prova si intende superata dai candidati che abbiano riportato una votazione di almeno 22,5/30.

Le due prove si terranno in successione, senza soluzione di continuità e con un unico tempo di 150 minuti per il loro svolgimento.

Il testo di ciascuna domanda è corredato da tre risposte predefinite tra le quali il candidato dovrà scegliere quella ritenuta corretta.

Le prove si svolgeranno con modalità informatiche.

I centoventi (120) quesiti saranno estratti, per ciascuna prova, dalla banca dati di cui al successivo articolo 4. Il sistema informatico consentirà che l’elaborato contenente i centoventi (120) quesiti sopra indicati, sia differenziato per ogni candidato, secondo un algoritmo di scelta casuale delle domande tra tutte quelle disponibili nella predetta banca dati.

Sul sito istituzionale del Ministero della giustizia, all’indirizzo https://www.giustizia.it, sono fornite ulteriori indicazioni in ordine alle concrete modalità di svolgimento della prova.

I risultati delle prove d’esame saranno pubblicati con tempistiche e modalità che saranno indicate sempre sul sito internet del Ministero della giustizia https://www.giustizia.it.

Nel medesimo sito, unitamente ai risultati delle prove di esame, si darà altresì comunicazione della Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” nella quale sarà pubblicato il diario di esame delle prove scritte o l’eventuale rinvio.

Il punteggio conseguito nelle prove scritte concorre ai fini della determinazione della votazione complessiva finale.


Articolo 4
Pubblicazione della banca dati delle domande

A decorrere dal giorno 13 giugno 2017, sul sito istituzionale del Ministero della giustizia, raggiungibile all’indirizzo https://www.giustizia.it, saranno pubblicate le modalità di accesso alla banca dati delle domande oggetto delle prove scritte.

La banca dati sarà consultabile sino al giorno 23 giugno 2017.


Articolo 5
Disciplina delle prove scritte

Nel corso delle prove scritte, secondo quanto previsto dall’art. 13 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni, è vietato ai candidati di portare nell’aula di esame appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie nonché apparecchi telefonici e/o ricetrasmittenti e ogni strumento idoneo alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati, a pena di annullamento della prova.

Qualunque apparecchiatura elettronica (cellulari, smartphone, iphone, iPad ecc..) o strumentazione di calcolo non sarà ammessa nella sala di esame.

Durante le prove scritte è fatto divieto ai candidati di comunicare tra loro verbalmente o per iscritto, ovvero di mettersi in relazione con altri salvo che con gli incaricati della vigilanza e con i componenti della Commissione esaminatrice.

I candidati dovranno rimanere nella sede di svolgimento della prova fino alla scadenza del tempo assegnato (150 minuti) e in nessun caso possono uscire dalla predetta sede.

Il candidato che contravviene alle disposizioni di cui sopra è escluso dalla procedura.

Non avranno diritto all’assegnazione dell’ausilio e/o del tempo aggiuntivo di cui agli articoli 4 e 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, i candidati che non hanno fatto pervenire entro i termini indicati nei provvedimenti del 3 aprile e del 26 maggio 2017, pubblicati sul sito istituzionale del ministero della giustizia, la documentazione medica rilasciata dalla competente struttura pubblica dalla quale risulti in maniera specifica l’ausilio necessario e gli eventuali tempi aggiuntivi in relazione all’handicap posseduto, come espressamente previsto all’articolo 4 del bando di concorso al fine di consentire all’Amministrazione di individuare e predisporre i mezzi e gli strumenti atti a garantire una regolare partecipazione al concorso.

L’allegazione di attestazione medica di D.S.A. ai sensi della legge 170/2010 non richiede invece ulteriori certificazioni.

Ad ogni modo, i tempi aggiuntivi eventualmente concessi non eccederanno il 30% del tempo assegnato per le prove.

In ogni caso, indipendentemente dalla concessione di ausili e tempi aggiuntivi, i portatori di handicap che abbiano debitamente segnalato la relativa condizione nella domanda di partecipazione e che siano muniti di mezzo proprio, potranno accedere, anche accompagnati (in misura di uno per ciascuna candidato), fino ai parcheggi interni alla Fiera del padiglione n. 3, al cui interno è stato allestito un varco di identificazione dedicato, nonché postazioni di esame riservate.

Con le medesime modalità sopra dette, potranno accedere anche le candidate in stato di gravidanza o con esigenze di allattamento purché debitamente documentate nonché gli eventuali accompagnatori (in misura di uno per ciascuna candidata) ai quali non sarà comunque, in alcun caso, consentito l’accesso agli spazi in cui si svolgerà la prova.

Ulteriori indicazioni sulle modalità di accesso, potranno essere conosciute consultando il sito istituzionale del Ministero della giustizia, all’indirizzo https://www.giustizia.it.


Articolo 6
Norme finali

I candidati dovranno consultare la Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” del 23 giugno 2017 in cui sarà data comunicazione della conferma delle date del diario di esame di cui al precedente articolo 2; analoga informazione sarà fornita sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia all’indirizzo https://www.giustizia.it, che dovrà essere consultato per ogni altra comunicazione e informazione relativa a tempi e modalità di svolgimento delle prove, alla pubblicazione della banca dati dei test e al concorso.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed Esami” – del 9 giugno 2017 n. 43.

Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti.

Roma, 9 giugno 2017

Il Direttore generale
Barbara Fabbrini