Hai cercato:
  • tipo di selezione:  assegnazione alloggi  Annulla la faccetta selezionata

Torna indietro

Assegnazione alloggi collettivi - Casa Circondariale - NAPOLI Secondigliano - 2 novembre 2022 - Scheda di sintesi


TERMINE per il ricevimento delle domande : 17 novembre 2022
 

 
Pubblicazione del 3 novembre 2022

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA
Centro Penitenziario di Secondigliano (NA) - "Pasquale Mandato"

BANDO N. 3 DEL 02/11/2022 PER LA CONCESSIONE A TITOLO ONEROSO DI ALLOGGI COLLETTIVI DI SERVIZIO ANNO 2021 DI CUI ALL'ART. 12 C. 3 DEL D.P.R. 314/2006 DI N. 40 ALLOGGI DAL 01 GENNAIO 2023 AL 31 DICEMBRE 2023
PRESSO LA DIREZIONE CENTRO PENITENZIARIO DI SECONDIGLIANO (NA)

Visto il Decreto del Presidente della Repubblica del 15 novembre 2006, n. 314 Regolamento per la disciplina dell'assegnazione e della gestione degli alloggi di servizio per ii Personale dell'Amministrazione Penitenziaria ( G.U. n. 37 del 14 febbraio 2007);

Visto it P.D.G. 1569 dell' 11 marzo 2014;

Visto le Direttive Esplicative Gestione Alloggi Demaniali di Servizio di cui al D.P.R. 314/06 trasmesse con nota n. GDAP 0076157 del 03/03/2017;

PUBBLICA

II presente bando per l'assegnazione, a titolo oneroso, di:

  • n. 40 alloggi temporanei di cui all'art. 12 c. 3 siti presso Ed. G – Caserma Agenti del Centro Penitenziario di Secondigliano (NA) composti da: stanza con bagno - superficie di mq. 14 — Importo oneri accessori € 35,90 senza servizio di pulizie;
     

Composta (a titolo di esempio):

  • 1 letto con testiera in legno
  • 1 materasso + guanciale
  • 1 Comodino
  • 1 Sedia
  • 1 Scrivania c/libreria
  • 1 mensola
  • 1 Armadio 3 ante
  • 1 Appendiabiti
  • 1 Televisore
  • 1 Lampada da tavolo
  • 1 cestino dei rifiuti
     

L'importo degli oneri accessori e calcolato sui mq. 14 dell'alloggio, la somma dovuta sarà ripartita in base al numero degli occupanti. (Ad esempio se gli occupanti saranno 4 l'importo verrà ripartito per quattro, se, invece, l'occupante sarà una sola persona l'importo dovra essere corrisposto interamente da quest'ultima).

Il bando è rivolto a tutto il personale del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria in servizio. Gli alloggi non utilizzati potranno essere posti a bando allargato a tutti i dipendenti dell'Amministrazione penitenziaria in servizio presso una struttura penitenziaria dello stesso Comune ove insistano tali alloggi, utilizzando i criteri sopra indicati.

Verrà, comunque, data priorità nell'assegnazione al personale in servizio presso questo Istituto.

Conditio sine qua non per la presentazione delle istanze e che il richiedente o altra persona stabilmente convivente con il richiedente non siano titolari di un diritto di piena proprieta, ovvero assegnatari in cooperativa o concessionari di un alloggio a canone agevolato da parte di Enti di diritto pubblico o privato o da parte di Amministrazioni pubbliche, fermo restando che le predette unità immobiliari non siano ubicate in comuni limitrofi, distanti almeno 30 Km. dalla sede di servizio.

Punto 1. CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE UNITA' IMMOBILIARI DISPONIBILI:

L'Amministrazione terrà presente i seguenti criteri di attribuzione:

  1. MAGGIORE DISTANZA CHILOMETRICA DALLA SEDE DI SERVIZIO ALLA PROPRIA RESIDENZA:
    • da un minimo di 30 km. a 50 km. punti 10
    • oltre i 50 Km e fino a 100 Km. punti 15
    • oltre i 100 Km. punti 20
       
  2. ANZIANITA' COMPLESSIVA DI SERVIZIO:
    • per ogni anno o frazione di anno superiore a 6 mesi punti 0.25
       
  3. ANZIANITA' DI SEDE:
    • per ogni anno o frazione di anno superiore a 6 mesi punti 0.25
       

Nel caso in cui le richieste siano superiori al numero degli alloggi collettivi di servizio disponibili, verrà data priorità al dipendente in possesso di un provvedimento dell'autorita giudiziaria di separazione/divorzio, dal quale si evinca che l'unico immobile di proprietà o fruizione a vario titolo del medesimo non sia ne nella disponibilità, nè nel godimento effettivo ed esclusivo del richiedente.

La durata dell'assegnazione temporanea di un alloggio collettivo di servizio non può essere superiore ad un anno. Alla scadenza della concessione, il titolare può partecipare a nuovo bando per l'assegnazione degli alloggi collettivi di servizio art. 12 c.3 del D.P.R. 314/2006 per un massimo di 4 volte.

E' data facoltà al concessionario di rinunciare alla concessione, in qualsiasi momento prima della scadenza della concessione.

Punto 2) TERMINI E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda per l'assegnazione dell'unità immobiliare in oggetto, redatta in carta semplice, con l'utilizzo esclusivo  dello schema allegato, dovrà essere presentata alla segreteria della Direzione che affigge il bando entro il termine perentorio di 15 (quindici) giorni, decorrente dalla data di affissione dello stesso in bacheca, che avrà luogo il 02/11/2022 e, di conseguenza, le domande potranno essere presentate entro e non oltre il 17/11/2022.

Qualora tale termine coincida con un giorno festivo, la scadenza di esso verrà protratta al primo giorno non festivo immediatamente successivo.
L'Amministrazione si riserva di richiedere al momento dell'assegnazione la documentazione in originale o copia autenticata — utile ai fini dell'attribuzione del punteggio.
Farà fede al fine dell'accettazione della domanda, entro i termini previsti, il timbro posto dalla Direzione di appartenenza.

Non sono ammessi a partecipare all'assegnazione coloro i quali abbiano spedito la domanda oltre il termine di scadenza sopra fissato, quale ne sia la causa, anche se non imputabile al dipendente, o in forma diversa da quella richiesta.

Al momento dell'assegnazione dell'alloggio, dovranno prodursi in originale o copia autentica, i seguenti documenti:

  1. Copia della sentenza di separazione o di divorzio;
  2. Attestato di anzianità complessiva di servizio rilasciata dalla Direzione dell'Istituto o servizio presso il quale è in forza;
  3. Attestato di anzianità di sede rilasciato dalla Direzione dell'istituto o servizio presso il quale si è in forza.

PUNTO 3) CAUSE DI ESCLUSIONE

Pena l'esclusione dall'assegnazione, il partecipante deve dichiarare che egli stesso, o altra persona stabilmente convivente non e titolare di un diritto di piena proprietà, ovvero assegnatari in cooperativa o concessionari di un alloggio a canone agevolato da parte di Enti di diritto pubblico o privato o da parte di Amministrazioni pubbliche, fermo restando che le predette unità immobiliari non siano ubicate in comuni limitrofi, distanti almeno 30 Km. dalla sede di servizio

Sono esclusi dall'assegnazione di qualsiasi tipologia di alloggi di servizio i dipendenti che non svolgano un servizio effettivo per questa Amministrazione, ovvero:

  • Coloro che sono posti in aspettativa o in distacco a vario titolo, fatta eccezione per i casi di documentati e gravi motivi personali o riferiti a familiari conviventi;
  • Coloro che sono in posizione di comando presso altre amministrazioni o cessati dal servizio per vari motivi.
     

Sono esclusi, altresi, coloro che sono assegnatari di altri alloggi di servizio dell'Amministrazione penitenziaria in altre sedi.

Non saranno dichiarati assegnatari, ancorchè utilmente collocati in graduatoria, coloro i quali abbiano reso dichiarazioni non veritiere.

Si rammenta che qualora dovesse risultare che l'assegnazione o l'inserimento in graduatoria dell'aspirante assegnatario è stato conseguito sulla base delle dichiarazioni non veritiere o di falsa documentazione si procederà, nei confronti dell'assegnatario, alla revoca dell'assegnazione, fatte salve le eventuali conseguenze di natura civile, penale ed amministrativa.

Punto 4) — Decadenza dalla concessione

Si decade dalla concessione degli alloggi collettivi di servizio nei seguenti casi:

Trasferimento ad altra sede di servizio collocata in altro Comune;

Qualora ricorrano le condizioni di cui all'art. 9, comma 6, lett a), b), c) e d) del Regolamento e si verifichino le ipotesi di cui al precedente punto 3).

Punto 5) — Revoca dalla concessione

L'Amministrazione può disporre in qualsiasi momento, con atto motivato e con preavviso di almeno 60 giorni, la revoca della concessione dell'alloggio per ragioni di interesse pubblico.

Una volta pervenuta l'istanza sarà redatta apposita graduatoria e verranno assegnati gli alloggi dando la possibilità di scelta della tipologia (singolo o postazione letto) in base al posizionamento in graduatoria (il primo scegliera tra tutti gli alloggi, il secondo tra tutti tranne quello assegnato e cosi via).

L'importo degli oneri accessori dovuti per l'occupazione degli alloggi e stato determinato in osservanza del P.D.G. n. 1569 del 11.03.2014 — della ex Direzione Generale delle Risorse Materiali, dei Beni e Servizi -(line guida applicative par. II lettera a) e sarà aggiornato ogni anno in misura pari al 75% (settantacinque per cento) della variazione accertata dall'ISTAT dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati verificatesi nell'anno precedente.

Il pagamento del suddetto importo avverrà solo tramite trattenuta sullo stipendio (Codice MEF 059)

Per quanto non espressamente disciplinato dal presente bando, si rimanda alla normativa di cui al Decreto del Presidente della Repubblica n. 314 del 15 novembre 2006, al P.D.G. 1569 dell' 11 marzo 2014, nonchè alle direttive esplicative alloggi demaniali di servizio di cui alla nota GDAP 0076157 del 03/03/2017.

Data, 02/11/2022

Il Direttore
Dott.ssa Giulia Russo