Seguici su
Hai cercato:

Torna indietro

Esperto per direzione tecnica tenimento agricolo - Casa di reclusione - AVERSA - 19 novembre 2021 - Scheda di sintesi

TERMINE per il ricevimento delle candidature: 23 dicembre 2021 ore 12.00


Pubblicazione del 23 novembre 2021

 

DIPARTIMENTO DELL’AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA
DIREZIONE CASA DI RECLUSIONE DI AVERSA
“Filippo Saporito”
Area Segreteria

Prot. n. 8627 del  19/11/2021

Avviso Pubblico per la selezione di nr. 1 capo d’arte/direttore tecnico con funzioni di direzione tecnica del locale tenimento agricolo addetto all’area verde dell'istituto

CIG: Z6F33FD86F

IL DIRETTORE

Vista la Legge n. 354/1975 (Ordinamento Penitenziario);

Visto l’art. 20 bis, del D.L. n. 187/1993, convertito con modificazioni nella Legge n. 296/1993 e disposizioni connesse;

Visto l’art. 2222 e ss. del Codice Civile;

Vista la nota n. 10345 del 25/11/2015 del PRAP della Campania, con cui si invitano le Direzioni degli Istituti Penitenziari a svolgere idonee selezioni pubbliche per la selezione di incaricati alla direzione tecnica delle lavorazioni penitenziarie;

Valutata la necessità di stipulare specifiche convenzioni per l’affidamento degli incarichi di Direzione Tecnica del locale tenimento agricolo mediante il convenzionamento di 1 esperti (capo d’arte).

Vista la circolare n. 575900-10 del 07/10/1995;

Attesi gli oneri di pubblicità legale e trasparenza di cui all’art. 19 del Decreto 33/2013;

Premessa

La Direzione della Casa di Reclusione di Aversa ha riattivato l’Area verde di circa 11.000 mq con lo scopo di favorire l’integrazione sociale della popolazione detenuta ristretta all’interno dell’Istituto.

Attualmente sono presenti aree che si prestano alla coltivazione di ortaggi e verdura, che richiedono l’utilizzo anche importanti attrezzature e macchine agricole (trattore, fresa, etc.).

Nell’area verde ci sono diverse piante autoctone della zona, e altre saranno impiantate con l’obiettivo qualificato di avviare una significativa produzione agricola.

Tutte le attività saranno finalizzate all’inserimento lavorativo, dei detenuti che vengono in maniera continua e sistematica avviati, in base alle loro attitudini e capacità, all’attività agricola.

Le prestazioni d’opera professionale oggetto della presente procedura sono pertanto finalizzate alla direzione ed alla supervisione di dette lavorazioni effettuate all’interno della Casa di Reclusione, in favore della popolazione detenuta ristretta, con particolare riferimento alle competenze di agricoltura sociale al fine di favorire il processo di reinserimento socio-lavorativo dei soggetti in espiazione di pena, secondo gli obiettivi, metodologie ed esigenze che saranno rappresentate nella relazione propositiva per la gestione e conduzione del tenimento agricolo per l’anno 2022

RENDE NOTO

che è aperta, seppur tassativamente subordinata alla copertura economica e, quindi, all’assegnazione di fondi da parte dei superiori Uffici, una selezione pubblica per il conferimento di un incarico di prestazione d’opera professionale per l’individuazione di:

  • n.1 capo d’arte/direttore tecnico con funzioni di direzione tecnica del locale tenimento agricolo

Il capo d’arte/direttore tecnico, allo scopo, espleterà la sua opera professionale secondo quanto rappresentato nella relazione propositiva per il tenimento agricolo 2021 e le esigenze connesse alle produzioni agricole dell’Amministrazione Penitenziaria, che sebbene non allegati costituiscono parte integrante della presente selezione.

Tali atti sono visionabili in sede di sopralluogo obbligatorio, a pena di esclusione dalla procedura comparativa.

A tal fine,

INDICE

una selezione per titoli per l’affidamento annuale del seguente incarico:

  • n. 1 capo d’arte/direttore tecnico con funzioni di direzione tecnica del locale tenimento agricolo, nell’arco temporale che va da gennaio 2022 a dicembre 2022.

REQUISITI DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE

Possono presentare domanda esclusivamente per l’incarico, a pena di esclusione, i soggetti, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione dell’istanza, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • possesso della cittadinanza italiana o in uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • possesso di un diploma di Istruzione Secondaria Superiore.
  • esperienza e competenza professionale o lavorativa nel settore oggetto del presente bando di almeno 24 mesi negli ultimi 10 anni (2011-2020);
  • non aver riportato condanne penali e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione o di provvedimenti iscritti nel casellario giudiziale e non essere sottoposto a procedimenti penali;
     

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e mantenuti sino al termine della prestazione dell’attività.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

  1. Le istanze, indirizzate al Dirigente dell’Istituto Penitenziario, dovranno pervenire, all'interno di busta sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 23 DICEMBRE 2021, stante la necessità di perfezionare giuridicamente l’obbligazione con l’ individuando capo d’arte/direttore tecnico, con le seguenti modalità, a pena di esclusione:
    1. spedite tramite i servizi postali all’indirizzo: Direzione Casa di Reclusione – Via San Francesco da Paola n.2 – 81031 Aversa (CE).
      Qualora la stessa dovesse pervenire all’Istituto dopo il termine suddetto, che è perentorio, non avendo alcun valore la data riportata dal timbro postale inerente alla spedizione, non sarà ammessa alla comparazione;
    2. consegna brevi manu presso l’Ufficio protocollo (area segreteria) il cui incaricato provvederà a rilasciare regolare ricevuta;
  2. A pena di esclusione dalla procedura, il plico dovrà contenere l’istanza, redatta sotto forma di autocertificazione, corredata da curriculum vitae in formato europeo, copia di un documento di riconoscimento in corso di validità e l’attestazione rilasciata dalla Direzione circa l’avvenuta effettuazione del sopralluogo obbligatorio. La busta dovrà riportare sull'esterno l'indirizzo, il nominativo del candidato mittente, il codice fiscale, la partita iva, il numero di telefono – email – pec nonché la seguente dicitura: "NON APRIRE – Selezione pubblica per conferimento incarico per Capo d’Arte/Direzione Tecnica del Tenimento Agricolo".
  3. L’Istituto declina qualsiasi responsabilità per le istanze pervenute oltre il termine indicato dal bando, per qualsiasi tipo di motivazione. Non fa fede il timbro postale per l’eventuale data di invio, anche se ricadente nell’arco temporale previsto dal bando.
  4. Le istanze dovranno essere corredate da curriculum vitae. In ogni caso, dovranno essere indicati in maniera facilmente intellegibile:
    • Cognome, nome, luogo e data di nascita, indirizzo, recapito telefonico, e-mail, PEC, codice fiscale e/o P.IVA, titolo di studio richiesto, altri titoli di studio;
    • di essere cittadino italiano o di altro Stato membro dell’Unione Europea;
    • di godere dei diritti civili e politici;
    • di possedere esperienza e competenza professionale o lavorativa nel settore oggetto del presente bando di almeno 24 mesi maturata negli ultimi 10 anni (2011-2020);
    • di non essere stato interdetto dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
    • non aver riportato condanne penali e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione o di provvedimenti iscritti nel casellario giudiziale e non essere sottoposto a procedimenti penali;
    • di non trovarsi in nessuna delle cause ostative, o situazioni di incompatibilità o inconferibilità di cui al Decreto Legislativo 8 aprile 2013, n. 39, e di non versare in altre cause ostative comunque previste dalla legge;
    • di impegnarsi a rispettare quanto disciplinato dalle disposizioni ed istruzioni del Ministero della Giustizia;
    • attuale posizione professionale;
    • accettazione, senza condizione o riserva alcuna, delle norme e disposizioni contenute nel presente avviso;
    • di non avere parenti, assistiti, pazienti o clienti tra la popolazione detenuta ristretta presso l’Istituto ove si svolgerà la prestazione professionale.
  5. La Direzione si riserva di accertare la veridicità di quanto dichiarato e nei casi di dichiarazioni mendaci, oltre all’immediata esclusione dalla procedura di selezione, ne sarà data notizia all’Autorità Giudiziaria competente.
  6. Le istanze, pena l’esclusione, devono essere corredate da curriculum vitae in formato europeo, unitamente alla copia di un valido documento d’identità. Sia le istanze che il curriculum vitae, pena l’esclusione, devono essere sottoscritti dall’interessato su ogni pagina.
  7. Atteso il particolare ambito presso cui si svolgerà la prestazione, è obbligatorio effettuare un sopralluogo, a cura del candidato, presso l’istituto penitenziario, previo appuntamento telefonico con il Funzionario Contabile Michele Mondo e/o il Tecnico dott. Elpidio ROSSI ( – tel 081/8155111 – mail cr.aversa@giustizia.it), al fine di prendere esatta cognizione dei luoghi e delle modalità con cui si svolgerà la prestazione professionale. Il sopralluogo dovrà essere effettuato entro il termine perentorio del 20 dicembre 2021, previo appuntamento tramite email cr.aversa@giustizia.it.
  8. La Direzione rilascerà attestazione circa l’avvenuto sopralluogo e copia di essa dovrà essere allegata all’istanza, a pena di esclusione dalla selezione.
  9. Le istanze, sotto forma di autocertificazione, dovranno essere redatte secondo il modulo disponibile presso l’ufficio segreteria ed allegato al presente bando; il mancato utilizzo dello stesso non costituisce motivo di esclusione, ma dovrà comunque contenere tutte le indicazioni in esso previste.
  10. Tutte le istanze dovranno essere firmate e contenere, pena l’esclusione, l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.L.vo n° 196 del 30 giugno 2003.

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE

  1. La procedura di selezione sarà espletata secondo le norme e criteri indicati nel presente avviso.
  2. All’uopo, il Direttore dell’Istituto nominerà una commissione, da lui presieduta, composta da due appartenenti al comparto ministeri e da un appartenente al corpo di polizia penitenziaria. Detta commissione provvederà alla valutazione dei titoli (culturali e di servizio/esperienza) dichiarati nell’istanza e nei curricula pervenuti in tempo utile e dichiarati ammissibili.
  3. La valutazione della commissione è complessiva ed è espressa in un voto finale.
  4. Il punteggio è attribuito per ciascuna delle voci indicate che verranno tra loro sommate.
  5. La valutazione dei titoli sarà curata dalla commissione, entro 5 giorni dalla data di scadenza del bando, secondo i criteri sotto riportati, in ragione dei titoli culturali e dei titoli di servizio/esperienza professionale maturata in base alla griglia di seguito riportata (periodo di riferimento: anni 2011-2020):

Titoli Culturali

Punteggio

Max 25 Punti

1) Diploma di Istruzione Secondaria Superiore

0

2) Diploma di Tecnico agrario

1

3) Diploma di Laurea Triennale

2

4) Diploma di Laurea Magistrale

3

5) Altri titoli accademici comunque attinenti alla rieducazione (Dottorato, Master, Corsi di Perfezionamento e/o Alta Formazione)

4

6) Certificati e/o Diplomi attestanti il possesso delle competenze linguistiche.

2

7) Certificati e/o Diplomi attestanti il possesso delle competenze e conoscenze professionali in Agricoltura Sociale.

6

8) Certificati e/o Diplomi attestanti il possesso delle competenze in materia di igiene alimentare ex Reg. CE 852/04.

4

9) Certificati e/o Diplomi attestanti il possesso delle competenze in materia di sicurezza sul lavoro ex D.Lgs. 81/08.

4

Titoli di Servizio/Esperienza

Punteggio

Max 50 Punti

1) Titolare, socio, amministratore di impresa agricola.

1

2) Titolare, socio, amministratore di impresa agricola con la qualifica di ONLUS.

3

3) Esperienza in progettazione educativa, inclusiva e di riabilitazione in agricoltura sociale c/o imprese sociali.

(Il punteggio verrà attribuito per ogni anno o frazione di anno superiore a 6 mesi)*

4 punti per ogni anno

(max 32 punti)

4) Servizio prestato attinente il profilo richiesto.

(Il punteggio verrà attribuito per ogni anno o frazione di anno superiore a 6 mesi)*

4 punti per ogni anno

(max 8 punti)

5) Attività prestata, a qualsiasi titolo, in favore dell’Amministrazione Penitenziaria .

(Il punteggio verrà attribuito per ogni anno o frazione di anno superiore a 6 mesi)*.

2 punti per ogni anno

(max 4 punti)

6) Servizio prestato, nella mansione richiesta, in favore dell’Amministrazione Penitenziaria.

(Il punteggio verrà attribuito per ogni anno o frazione di anno superiore a 6 mesi)*.

1 punto per ogni anno

(max 2 punti)

* Ove la documentazione è espressa in ore, ogni giorno lavorativo deve essere considerato di 5 ore.

  1. L’incarico sarà conferito al candidato che, sulla scorta dei criteri valutati, come sopra formulati, avrà conseguito il punteggio più elevato. Laddove l’esperto sia un dipendente pubblico, la Direzione della Casa di Reclusione di Aversa deve rispettare le prescrizioni di cui all’art. 58 del D.Lg.vo. 29/1993 (Autorizzazione).
  2. All’esito della disamina dei titoli, la commissione predisporrà apposita graduatoria provvisoria che sarà sottoscritta dal Presidente e dai componenti la Commissione, nonché pubblicata all’Albo dell’Istituto.
  3. Tale graduatoria è comprensiva degli idonei e degli eventuali candidati esclusi, le cui motivazioni, per motivi di privacy, saranno comunicate ai diretti interessati, previo reclamo scritto dell’interessato indirizzato al Presidente della Commissione.
  4. Qualora si dovessero verificare delle situazioni di parità di punteggio, la collocazione in graduatoria avverrà con l’aggiunta delle seguenti preferenze in ordine crescente:
    1. La più giovane età anagrafica.

MODALITÀ DI IMPUGNATIVA

  1. Avverso la graduatoria provvisoria è ammesso reclamo al Dirigente entro dieci giorni dalla data di pubblicazione.
  2. Trascorso il termine di cui al punto 1, ed esaminati eventuali reclami, entro sette giorni dalla stessa scadenza sarà pubblicata la graduatoria definitiva sul sito www.giustizia.it. Avverso quest’ultima, avendo la commissione esaminato gli eventuali ricorsi pervenuti, potrà essere esperita impugnativa con ricorso da inoltrare al TAR o, in alternativa, al Capo dello Stato, rispettivamente nei termini di 60 e 120 giorni, dalla data di pubblicazione.

OGGETTO DELL’INCARICO E SUA ATTRIBUZIONE

  1. Gli incarichi hanno ad oggetto le attività di direzione tecnica del tenimento agricolo.
    Le attività si svolgeranno in conformità al progetto “Tutto Saporito” anno 2022, già predisposto dalla Direzione ed approvato dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria che, sebbene non allegato, costituisce parte integrante della presente selezione pubblica ed alle direttive impartite dalla Direzione secondo le esigenze ed i fini istituzionali previsti dalla normativa richiamata in preambolo del presente.
  2. L’ incaricato curerà la formazione dei detenuti lavoranti nella specifica attività, avviandone o incrementandone la qualificazione professionale, nonché avrà cura di segnalare alla Direzione le necessità emergenti per la corretta tenuta dell’intero tenimento agricolo, con particolare riferimento alla progettazione educativa, inclusiva e di riabilitazione in agricoltura sociale oltre che reali e concrete nozioni per la spendibilità della professionalità acquisita al termine della pena.
  3. Curerà altresì la predisposizione degli eventuali ordini di lavoro.
  4. L’assegnazione dell’incarico di capo d’arte/direttore tecnico avverrà mediante stipula di un accordo di diritto privato con carattere libero-professionale e, pertanto, con esclusione di ogni rapporto d’impiego tra l’Amministrazione Penitenziaria o terzi. Saranno retribuite solo le ore effettive di prestazioni lavorative prestate.
  5. Il periodo di validità è fissato nell’arco temporale che va da gennaio 2022 a dicembre 2022 con la presenza lavorativa di almeno due giorni a settimana.
  6. Il monte ore per le attività è così ripartito:
    1. Capo d’arte/direttore tecnico con funzioni di direzione tecnica del locale tenimento agricolo è stabilito in complessive ore 300 (trecento), equamente distribuite per il periodo di vigenza dell’accordo, salvo particolari esigenze lavorative e /o professionali, con compenso orario determinato in euro € 17,63 (euro diciassette/63) meno la ritenuta d’acconto del 20% (nel caso di stipula come prestazione occasionale). Mentre nel caso di stipula con possessori di partita IVA al compenso previsto di € 17,63 all’ora va aggiunta l’aliquota IVA vigente che sarà versata dal committente e dell’eventuale rimborso previdenziale del 2 o 4 % che sarà elargita direttamente al prestatore d’opera.
  7. Tali compensi non sono suscettibili di alcuna variazione e sono svincolati da qualsiasi adeguamento contrattuale e dalle spese/rimborsi, a qualsiasi titolo.
  8. Il contratto non dà luogo a trattamento previdenziale e/o assistenziale né a trattamento di fine rapporto. Gli esperti dovranno inoltre provvedere in proprio alle eventuali coperture assicurative per infortuni e responsabilità civile.
  9. La convenzione non darà luogo a trattamento previdenziale e/o assistenziale né a trattamento di fine rapporto.
  10. Il compenso verrà corrisposto periodicamente dietro presentazione di regolare fattura, previa verifica ed attestazione della regolarità ed effettività della prestazione resa.
  11. L’Amministrazione potrà in qualsiasi momento, con proprio provvedimento motivato ed in ossequio ai modelli di convenzione predisposti dal Dap, anche successivamente alla selezione, disporre l’esclusione dei candidati per mancanza dei requisiti di partecipazione e/o motivi di opportunità, ordine e sicurezza inerenti le attività dell’Istituto, debitamente documentati e previo contraddittorio con l’interessato.

CONFERIMENTO INCARICO

  1. Gli incarichi saranno conferiti a norma del D.Lgs. n. 165/01 e dell’art. 40 del D.L. 44/01, anche in presenza di una sola istanza, debitamente documentata e rispondente ai requisiti di partecipazione sopra indicati, mediante contratto di prestazione d’opera professionale.

RINUNZIE E SURROGHE

  1. Qualora l’esperto individuato dovesse rinunciare all’incarico, il Dirigente Penitenziario provvederà a scorrere la graduatoria degli idonei.
  2. La rinuncia potrà avvenire solo e soltanto attraverso la forma scritta.

MODALITÀ DI ACCESSO AGLI ATTI - TUTELA DELLA PRIVACY

  1. I dati forniti dai candidati saranno trattati ai sensi del D. Lgs. 196/2003, per i soli fini correlati alla gestione della presente selezione. Il trattamento dei dati avverrà anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di collaborazione libero-professionale per le necessità inerenti la gestione del rapporto medesimo.
  2. L’accesso agli atti è consentito nel rispetto della legge 7 agosto 1990, n.241 e s.m.i.
  3. L’interessato ha diritto all’accesso ai dati che lo riguardano, nonché di richiedere di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini difformi dalla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi illegittimi con le modalità e nei casi previsti nel D.Lgs. 196/2003. Per l’istituto il responsabile per il trattamento dei dati è individuato nella persona del Direttore dell’Istituto.

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

  1. Il R.U.P. è il Direttore dell’istituto penitenziario – dott. ssa Stella SCIALPI - mail cr.aversa@giustizia.it - tel. 081/8155111.

DISPOSIZIONI FINALI

  • Nelle istanze i richiedenti dovranno sottoscrivere apposita clausola con la quale acconsentono alla trattazione dei propri dati in ossequio al D.Lgs. 196/2003.
  • L’esperto al quale sarà conferito l’incarico in oggetto sarà obbligato, pena la nullità dell’incarico stesso, ad osservare, in tutte le operazioni finanziarie riferite alla presente procedura, le norme sulla tracciabilità dei flussi finanziari di cui all'art. 3 della legge 13.08.2010, n. 136, e successive modifiche ed integrazioni.
  • Il candidato s’impegna a non diffondere notizie inerenti l’attività professionale espletata e/o notizie, funzionamento e/o dati se non previo consenso della Direzione e a conformare la propria opera professionale secondo le direttive di ordine, sicurezza e disciplina impartite da questa Amministrazione, in funzione alle esigenze operative della istituzione penitenziaria.
  • Per i dipendenti della Pubblica Amministrazione, in caso di affidamento di incarico, avranno cura di far pervenire, prima della stipula del contratto di collaborazione, l’autorizzazione da parte del dirigente del proprio ufficio all’espletamento dell’incarico.
  • Le disposizioni contenute nel presente bando hanno, a tutti gli effetti, norma regolamentare e contrattuale. Per quanto non previsto si fa espresso riferimento alla vigente normativa nazionale e comunitaria.
  • La presente procedura è tassativamente subordinata all’assegnazione dei fondi necessari da parte dei superiori Uffici, pertanto, in assenza o riduzione di copertura finanziaria, si dovrà procedere di conseguenza.
  • Per informazioni e chiarimenti nonché per presa visione di luoghi e documenti è possibile contattare il Funzionario Contabile Michele Mondo e/o il Tecnico dott.Elpidio ROSSI – cr.aversa@giustizia.it - presso Casa di Reclusione – Via San Francesco da Paola n.2 - Aversa- tel. 0818155111 dalle ore 08.00 alle ore 12.00 dei giorni feriali, escluso il sabato.
     

MODALITÀ DI PUBBLICIZZAZIONE

  1. Il presente bando viene pubblicizzato, in data odierna, attraverso le seguenti modalità e dopo l’esposizione resterà consultabile presso l’ufficio del R.U.P. sino alla data della pubblicazione della graduatoria definitiva, ovvero quando sarà concluso il procedimento:

Costituisce parte integrante del presente avviso l’allegato A: Istanza di partecipazione.

Aversa, 19 novembre 2021

Il Direttore
Dott. ssa Stella Scialpi