Hai cercato:
  • tipo di selezionelibere professioni > esperto servizio sociale  Annulla la faccetta selezionata
  • data di pubblicazione:  Anno 2021  Annulla la faccetta selezionata

Torna indietro

Esperti di servizio sociale - Ufficio interdistrettuale di esecuzione penale esterna - Centro giustizia minorile - SICILIA - 28 aprile 2021 - Scheda di sintesi


TERMINE per il ricevimento delle domande di partecipazione: 2 giugno 2021 ore 24.00
 

 

Pubblicazione del 20 dicembre 2021

Con decreti n. 35, 36, 37 e 38 del 17 dicembre  2021 sono indicati gli esperti in servizio sociale dei quali i Servizi della giustizia minorile e di comunità potranno avvalersi ai sensi dell’art. 80 della legge 26 luglio 1975, n. 354, nei Distretti di Corte d’appello di:

  • Palermo
  • Catania 
  • Caltanissetta
  • Messina
     

Gli elenchi non hanno un termine di validità ma saranno aggiornati ogni volta che ciò si renda necessario e, comunque, ogni quattro anni.

Gli elenchi sono rimasti in linea fino al 30 dicembre 2021

 

Pubblicazione del 10 settembre 2021 - Colloqui di idoneità

Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità
Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Sicilia

e

Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia

I colloqui d’idoneità previsti dall’Avviso pubblico del 28 aprile 2021 di questo Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Sicilia e del Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia, relativo alla selezione di esperti in servizio sociale ai sensi dell’art. 80 L. 354/75 pubblicato il 31 marzo 2021, si terranno in modalità telematica, mediante la piattaforma Microsoft Teams.

La lettera estratta dalla Commissione é la “D”.

I candidati riceveranno la convocazione almeno dieci giorni prima all’indirizzo di posta elettronica certificata indicato nella domanda. L’Amministrazione non avrà alcuna responsabilità nel caso di mancata ricezione del messaggio da parte dell’istante.

I candidati convocati dovranno comunicare, entro le 72 ore precedenti la giornata fissata per il colloquio, un valido indirizzo e-mail di posta ordinaria – non PEC e non Gmail – compilando il formal link https://forms.office.com/r/umGuzeLBfT .

I termini per comunicare l’indirizzo e-mail devono intendersi perentori.

Non vanno effettuati invii multipli nel form.

All’indirizzo comunicato giungerà, entro la mattina stessa del colloquio, il link per accedere al team della seduta (nel caso alcuni minuti prima dell’ora di convocazione non fosse giunta l’e-mail con il collegamento, verificare se il messaggio sia nella cartella Spam).

Ciascun candidato dovrà connettersi al team nel giorno e all’orario indicato nella convocazione. La conclusione dell’appello determina l’impossibilità di accedere al colloquio e l’esclusione dalla procedura di selezione.

Per l’espletamento del colloquio il candidato dovrà essere dotato di telecamera, di PC o altro dispositivo utile per il video-colloquio e di collegamento a internet. La mancanza di linea internet o di problematiche informatiche non potrà in alcun caso essere imputata all’Amministrazione.

Ogni candidato dall’inizio della sessione selettiva dovrà:

  • collocarsi in una stanza da solo, con le porte chiuse, ed utilizzare una postazione dotata esclusivamente del materiale informatico necessario al collegamento;
  • dotarsi di documento d’identità in corso di validità.
     

Nel corso del colloquio il candidato non dovrà utilizzare cuffie o auricolari e non dovrà spegnere mai la telecamera.

E’ fatto divieto a terzi di registrare, per intero o in parte, con strumenti di qualsiasi tipologia, l’audio, il video o l’immagine della seduta a distanza e di diffondere gli stessi dati in qualsivoglia modo siano stati ottenuti. I comportamenti non conformi a quanto prescritto saranno perseguiti in termini di legge e/o denunciati alle autorità competenti.

La connessione alla videoconferenza implica l’accettazione delle modalità per lo svolgimento del colloquio a distanza, descritte nella presente comunicazione.

L’esito dei colloqui di ogni singola sessione sarà reso noto attraverso la pubblicazione nel sito www.giustizia.it dell’elenco dei candidati risultati idonei.

La pubblicazione della presente comunicazione ha valore di notifica.

Il Presidente della Commissione
Dott.ssa Anna Internicola

 


Pubblicazione del 24 agosto 2021- Nomina Commissione esaminatrice

DECRETO N. 18 DEL 20/08/2021

Il Direttore

Visto l’Avviso pubblico del 28 aprile 2021 di questo Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Sicilia e del Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia, relativo alla selezione, per titoli e colloquio d’idoneità, di esperti in servizio sociale ai sensi dell’art. 80 L. 354/75 e degli art. 6 e 8 D.lgs. 272/89, da inserire nell’elenco ex art. 132, D.P.R. 30 giugno 2000 n. 230, pubblicato in data 4 maggio 2021;

Visto, in particolare, l’art. 8 del predetto Avviso nella parte in cui si legge che “la Commissione che effettua la selezione è composta dal Direttore dell’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale esterna o da funzionario dallo stesso designato, con funzioni di presidente, e da almeno due funzionari di servizio sociale, uno per il settore adulti e uno per il settore minori, con funzioni di componente. Le funzioni di segretario sono assunte da uno dei funzionari componenti o da ulteriore funzionario. Per ciascun componente è nominato almeno un sostituto. La Commissione procederà:

  • a valutare l’ammissibilità delle istanze presentate ed i titoli di ciascun candidato;
  • ad effettuare i colloqui valutativi ed esprimersi sull’idoneità dei candidati;
  • a predisporre l’elenco di cui all’art. 132 del D.P.R. 230/2000, che sarà reso pubblico attraverso il sito ufficiale del Ministero della Giustizia”.
     

Considerato che occorre dare avvio alla procedura prevista dall’Avviso e a tal fine nominare la Commissione;

DECRETA

  • di nominare i seguenti componenti titolari e sostituti:
     

Dott.ssa Anna Internicola

DIRETTORE REGGENTE UIEPE PA

(Presidente titolare)

Dott.ssa Eugenia Cortese

FPSS - Responsabile Area IV UIEPE PA

(Presidente sostituto)

Dott.ssa Aurelia Carrubba 

FPSS UIEPE PA

(Componente titolare)

Dott.ssa Tommasa Castellucci 

FPSS UIEPE PA

(Componente sostituto)

Dott.ssa Maria Messina

FPSS UIEPE PA

(Componente titolare)

Dott.ssa Onofria Mulè

FPSS UIEPE PA (Componente sostituto)

Dott.ssa Rosalia Di Maio

FPSS UIEPE PA

(Componente titolare)

Dott.ssa Lucia Vespertino

FPSS UIEPE PA

(Componente sostituto)

Dott.ssa Antonella Tantillo

FPSS UIEPE PA

(Componente titolare)

Dott.ssa Patrizia Santangelo

FPSS UIEPE PA

(Componente sostituto)

Dott.ssa Sabina Grimaudo – FPSS UIEPE PA

(Componente titolare)

Dott.ssa Rosaria Impellizzeri - FPSS UIEPE PA

(Componente sostituto)

Dott.ssa Caterina Bonfiglio - FPSS USSM PA

(Componente titolare)

Dott.ssa Carmela Polizzi - FPSS CDP PA

(Componente sostituto)

Dott.ssa Maria Cristina Giacalone – FO UIEPE PA

(Componente titolare con funzioni di segretario)

Dott. Umberto Santoro

FO UIEPE PA

(Componente sostituto con funzioni di segretario)

  • che per la validità delle sedute è sufficiente la presenza di tre componenti: il Presidente titolare o suo sostituto e due funzionari di servizio sociale titolari o loro sostituti, uno del settore adulti e uno del settore minori;
  • che la composizione della Commissione verrà di volta in volta individuata tra i componenti sopraelencati seguendo il criterio della rotazione.
     

La Commissione, in sede di prima convocazione, procederà a una valutazione delle istanze ricevute esprimendo un giudizio di ammissibilità/inammissibilità o dando avvio, ove possibile, alle procedure di soccorso istruttorio. Determinerà il calendario dei lavori e provvederà ad estrarre la lettera del cognome con il quale iniziare i colloqui.

Il presente provvedimento, previa notifica agli interessati, sarà inserito nella Raccolta tenuta presso l’Area Affari Generali e Personale.

Copia del presente provvedimento sarà, inoltre, inserita nel fascicolo personale dei dipendenti.

Il Direttore Reggente
Dott.ssa Anna Internicola

 

Pubblicazione del 4 maggio 2021

Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità
Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Sicilia

e

Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia

Avviso pubblico

di selezione per titoli e colloquio d’idoneità, di esperti in servizio sociale ai sensi dell’art. 80, L. 354/75 e degli art. 6 e 8 D.Lgs 272/89, da inserire nell’elenco ex art. 132, D.P.R. 230/2000.

Art. 1
Indizione di selezione

È indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio di idoneità, per esperti in servizio sociale, per la formazione dell’elenco previsto dall’ art. 132 del D.P.R. 30/06/2000 n. 230, cui attingere per il conferimento di incarichi di collaborazione libero professionale, da espletarsi presso i Servizi della Giustizia Minorile e di Comunità presenti nei distretti delle Corti d'Appello di Caltanissetta, di Catania, di Messina e di Palermo.

Art. 2
Validità e aggiornamento dell’elenco

Per ciascun distretto di Corte d’Appello sarà compilato un elenco che non avrà limite di validità, ma che dovrà essere aggiornato ogni volta che ciò si renda necessario per motivate esigenze d’ufficio (ad esempio, per esaurimento) e, comunque, ogni quattro anni.

Dalla data della pubblicazione il suddetto elenco potrà essere utilizzato per il conferimento degli incarichi di esperto ex art. 80 O.P. ed ex art. 6 e 8 D.Lgs. 272/89 presso i Servizi della Giustizia Minorile e di Comunità presenti nell’ambito territoriale di competenza dell’Ufficio Interdistrettuale di esecuzione penale esterna o del Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia.

Art. 3
Requisiti di ammissione

Per essere ammessi alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea (triennale, magistrale o vecchio ordinamento) nella disciplina professionale indicata all’art. 1;
  • abilitazione all’esercizio della professione;
  • iscrizione all’Albo Professionale;
  • partita I.V.A. o dichiarazione di apertura della stessa in caso di conferimento dell’incarico;
  • assenza di precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale ai sensi dell’art.3 del D.P.R. 14/11/2002 n.313 e assenza di carichi pendenti, né procedimenti per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione;
  • età superiore ad anni 25, ai sensi dell’articolo 132 del D.P.R. 230/2000;
  • non avere rapporto di lavoro dipendente con il Ministero della Giustizia;
  • non avere motivi di inconferibilità di incarichi con le Pubbliche Amministrazioni.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine - stabilito nel presente avviso - per produrre domanda di partecipazione alla selezione.

Art. 4
Titoli di specializzazione ed esperienze professionali

Gli aspiranti in possesso dei seguenti titoli di specializzazione ed esperienze professionali significative in specifici ambiti operativi connessi all’esecuzione penale per adulti e per minori, potranno indicarli nella domanda di cui al successivo articolo 6:

  1. trattamento di particolari tipologie di autori di reato;
  2. mediazione penale, familiare, culturale e linguistica;
  3. conduzione dei gruppi di adulti e/o minori;
  4. volontariato di servizio civile per il Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità;
  5. attività professionale presso i Servizi per la Giustizia Minorile e di Comunità e/o dell’Amministrazione penitenziaria;
  6. attività professionale presso enti pubblici e/o privati in ambiti operativi connessi all’esecuzione penale per adulti e per minori.

Tali titoli potranno essere oggetto di valutazione da parte della Commissione in sede di colloquio di idoneità ed essere presi a riferimento ai fini della realizzazione di iniziative trattamentali rivolte a categorie specifiche di persone in esecuzione penale e/o di attività progettuali nell’ambito dell’esecuzione penale esterna degli adulti e dei minori.

Art. 5
Colloquio d’idoneità

L’idoneità sarà accertata mediante un colloquio volto a verificare le attitudini, le conoscenze e le capacità professionali del candidato a svolgere l’incarico di esperto ex art.80 O. P.

I colloqui si svolgeranno presso l’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Sicilia, sito a Palermo in Piazza Pietro Cerulli n. 1 o, laddove perdurasse lo stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, in modalità da remoto mediante piattaforma Microsoft Teams.

A tal fine, l’istante nella domanda dovrà anche indicare l’utenza dove sia possibile effettuare il video- colloquio, significando che la mancanza di linea internet o di problematiche informatiche nel giorno previsto per il video-colloquio non potrà in alcun caso essere imputata all’ Amministrazione.

La data e le modalità del colloquio saranno comunicate al candidato almeno dieci giorni prima all’indirizzo di posta elettronica certificata indicato nella domanda.

L’Amministrazione non avrà alcuna responsabilità nel caso di mancata ricezione del messaggio da parte dell’istante.

I candidati che non si presenteranno nel giorno e nell’ora prestabiliti saranno considerati esclusi dalla selezione.

Soltanto in caso di mancata presentazione per giusto motivo debitamente documentato, il candidato sarà riconvocato, per una sola volta e comunque entro l’ultimo giorno previsto per lo svolgimento dei colloqui.

I candidati in sede di colloquio dovranno esibire un valido documento di riconoscimento e, nel caso in cui il colloquio si svolgerà in presenza, dovranno altresì produrre una fotocopia del documento stesso.

Il colloquio verterà sui seguenti argomenti:

  • Ordinamento Penitenziario (Legge 26 luglio 1975 n. 354 e s.m.i.) e relativo Regolamento di Esecuzione (D.P.R. 30 giugno 2000 n. 230), D. Lgs. 2 ottobre 2018, n. 124, con particolare riferimento all’attività di osservazione della personalità del reo, di trattamento rieducativo e di reinserimento socio-lavorativo e al sistema delle sanzioni di comunità e misure alternative alla detenzione;
  • DPR n. 448 del 1988 (Codice Processo Penale Minorile), D. Lgs. n. 272 del 1989 (Regolamento di Esecuzione), D. Lgs. 2 ottobre 2018 n.121 (disciplina dell’esecuzione delle pene nei confronti dei minorenni) con particolare riferimento all’attività di trattamento per minorenni nell’esecuzione penale esterna;
  • Elementi di sociologia e psicologia della devianza e di criminologia;
  • Teorie e tecniche della professione di assistente sociale;
     

Altri riferimenti normativi:

  • Legge 28 aprile 2014 n.67 nella parte relativa all’istituto della messa alla prova per gli adulti;
  • Legislazione sul lavoro di pubblica utilità ex art. 54 del Decreto Legislativo 28 agosto 2000 n. 274; art. 186 comma 9-bis e art. 187 comma 8-bis del D. Lgs.285/1992; art. 73 comma 5 bis del D.P.R. 9 ottobre 1990 n. 309; art. 165 Codice Penale e art. 18 - bis delle Disposizioni di coordinamento e transitorie del Codice Penale;
  • DPR 309/90 e successive integrazioni e modificazioni nella parte relativa alle misure alternative alla detenzione per tossicodipendenti;
     

Art. 6
Presentazione della domanda: termini e modalità

Ogni aspirante potrà presentare la propria candidatura anche per uno o più distretti di Corte d'Appello.

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere redatta, a pena di inammissibilità, utilizzando esclusivamente il modello “A” allegato al presente avviso, debitamente compilato in tutte le sue parti e sottoscritto con firma autografa.

In essa il candidato dovrà dichiarare, ai sensi dell’art. 45 e 46 D.P.R. 28/12/2000, n. 445, in maniera dettagliata i propri dati anagrafici, il codice fiscale, il recapito telefonico, il domicilio, l’indirizzo di posta elettronica certificata, il possesso dei requisiti richiesti ai fini dell’ammissione alla selezione e il possesso dei titoli indicati all’art. 4 del presente avviso.

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere corredata da copia di un valido documento di riconoscimento, a pena di inammissibilità, e da Curriculum vitae, redatto in formato europeo.

La mancata indicazione in domanda di titoli, ancorché indicati nel Curriculum, comporterà che gli stessi non saranno in alcun caso valutati.

La domanda corredata dai documenti anzidetti va indirizzata all’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Sicilia - Palermo e inoltrata esclusivamente per posta elettronica certificata al recapito prot.uepe.palermo@giustiziacert.it, con indicazione nell’oggetto “selezione esperti in servizio sociale – cognome e nome del candidato”, entro e non oltre le ore 24.00 del trentesimo giorno decorrente dalla data di pubblicazione del presente avviso sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia.

L’Amministrazione non risponderà in alcun caso del mancato ricevimento dell’istanza che, per essere accettata dal sistema giustiziacert, deve essere inoltrata da altra PEC.

Gli aspiranti risultati idonei, saranno inseriti nell’elenco relativo al distretto o ai distretti di Corte di Appello indicati in domanda.

Art. 7
Casi di esclusione

Saranno esclusi dalla selezione i candidati che:

  • abbiano inoltrato la domanda di partecipazione oltre il termine previsto;
  • non abbiano presentato la domanda nelle forme e con le modalità previste dall’art.6;
  • non siano in possesso dei requisiti e titoli richiesti;
  • non abbiano indicato i dati personali necessari alla verifica dei requisiti di partecipazione;
  • che, in precedenza già convenzionati quali esperti ex art.80 O.P., siano stati dispensati d’ufficio per inosservanza degli impegni assunti, per inidoneità sopravvenuta o per comportamento ritenuto compromettente per la sicurezza dei Servizi della Giustizia Minorile e di Comunità.

L’iscrizione nell’elenco degli esperti ex art. 132 del D.P.R. 30/06/2000 n. 230 non è consentita ai dipendenti del Ministero della Giustizia.

L’iscrizione è, inoltre, preclusa per i motivi di inconferibilità di incarichi da parte della Pubblica Amministrazione.

Dell’esclusione dalla selezione sarà data comunicazione all’interessato tramite l’indirizzo di posta elettronica indicato nell’istanza.

Art. 8
Commissione e procedure

La Commissione che effettua la selezione è composta dal Direttore dell’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale esterna o da funzionario dallo stesso designato, con funzioni di presidente, e da almeno due funzionari di servizio sociale, uno per il settore adulti e uno per il settore minori, con funzioni di componente.

Le funzioni di segretario sono assunte da uno dei funzionari componenti o da ulteriore funzionario. Per ciascun componente è nominato almeno un sostituto.

La Commissione procederà:

  • a valutare l’ammissibilità delle istanze presentate e i titoli di ciascun candidato e a comunicare l’eventuale esclusione dalla selezione del candidato;
  • ad effettuare il colloquio ed esprimersi sull’idoneità del candidato;
  • a predisporre l’elenco di cui all’art. 132 del D.P.R. 230/2000, che sarà reso pubblico attraverso il sito ufficiale del Ministero della Giustizia.

La Commissione, in sede di prima convocazione, oltre a determinare il calendario dei lavori, provvederà a estrarre la lettera del cognome con il quale iniziare i colloqui.

L’elenco sarà costituito inserendo i candidati idonei in ordine progressivo secondo l’anno di iscrizione all’albo professionale, a partire da coloro che sono iscritti da maggior tempo. Qualora l’anno di iscrizione all’albo sia lo stesso, sarà data la precedenza al candidato più giovane di età.

L’iscrizione all’elenco non comporta alcun vincolo né giuridico né economico per l’Amministrazione.

L’eventuale incarico potrà avere una durata massima complessiva di anni quattro, al termine dei quali sarà applicato il principio di rotazione.

Art.9
Tutela dei dati personali

Ai sensi del D.Lgs. 30/6/2003 n.196 e dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 GDPR, i dati personali forniti dagli aspiranti saranno raccolti e trattati per le finalità di gestione della presente selezione e saranno conservati presso l’ufficio titolare del relativo procedimento. Il trattamento dei dati in questione avverrà anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di collaborazione professionale ex art. 80 O.P. per le necessità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.

L’indicazione di tali dati è obbligatoria ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.

Il candidato ha il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché quello di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi illegittimi con le modalità e nei casi indicati dal D.L.gs 30/06/2003, n. 196 e dal Regolamento Ue 2016/679 GPDR.

Il presente avviso di selezione sarà pubblicato sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia.

Al presente avviso sono allegati il modello ”A” previsto dall’art. 6 e lo schema di accordo individuale che ne costituiscono parte integrante e sostanziale.

Palermo, 28/04/2021

Ufficio Interdistrettuale
di Esecuzione Penale Esterna per la Sicilia
Il Direttore
Dott.ssa Anna Internicola

Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia
Il Direttore
Dott.ssa Rosanna Gallo


Strumenti