salta al contenuto

Hai cercato:
  • data di pubblicazione:  Anno 2019  Annulla la faccetta selezionata

Torna indietro

Medico veterinario - Casa di reclusione - IS ARENAS - 19 dicembre 2019 - Scheda di sintesi


9 gennaio 2020 - Annullamento bando di selezione

DECRETO DI ANNULLAMENTO AVVISO DI SELEZIONE

per il conferimento di n. 1 incarico libero professionale di un Medico Veterinario, occorrente alla Casa di Reclusione di Is Arenas Arbus SU – pubblicato sul sito ufficiale del Ministero della giustizia in data 24 dicembre 2019

Il Direttore

VISTO la nota protocollo n.4685 del 19 dicembre 2019, relativa alla richiesta di pubblicazione dell’avviso di selezione per il conferimento di n. 1 incarico libero professionale di un Medico Veterinario, occorrente alla Casa di Reclusione di Is Arenas Arbus (SU), con la quale si indicavano giorni quindici (15) quale termine per la ricezione delle istanze degli interessati, con decorrenza dalla data di pubblicazione (24 dicembre 2019);

VISTO l’avviso avente per oggetto la selezione per il conferimento di n. 1 incarico libero professionale di un Medico Veterinario, occorrente alla Casa di Reclusione di Is Arenas Arbus (SU);

DATO ATTO che per mero errore di trascrizione nella parte dell’avviso relativa al termine di presentazione delle domande erano state inserite le parole “dieci (10)” in luogo di “quindici (15)” come sopra evidenziato;

RILEVATA l’erronea incompleta trasmissione del modello di domanda (allegato 2 ) per la pubblicazione sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia;

CONSIDERATO quanto sopra esplicitato;

RITENUTO necessario ed opportuno procedere all’annullamento in via di autotutela della procedura in oggetto e di tutti gli atti conseguenti, ai sensi e per gli effetti dell’Art. 21 nonies della Legge 41/90 e s.m. i.

Decreta

  1. Di annullare in autotutela il bando di selezione di cui in oggetto;
  2. Di pubblicare il presente dispositivo sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia;
  3. Di emanare un nuovo bando con le rettifiche delle evidenze in premessa.

Is Arenas, 7 gennaio 2020

Il Direttore
Pier Luigi Farci


24 dicembre 2019 - Avviso di selezione

Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Provveditorato regionale della Sardegna
Direzione Casa di reclusione Is Arenas

data di pubblicazione: 24 dicembre 2019

AVVISO DI SELEZIONE PER

conferimento di n. 1 incarico libero professionale di un Medico Veterinario, occorrente alla Casa di Reclusione di Is Arenas Arbus SU

Il Direttore

Visto l’art. 20 della legge 26 luglio 1975 n. 354 recante “norme sull'ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative della libertà;

Visti gli art. 2222 e ss. del Codice Civile;

Vista la lettera circolare n. 575900-10 del 7 ottobre 1995 del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria recante “affidamento, con contratto d’opera, della direzione tecnica delle lavorazioni a persone estranee all’Amministrazione Penitenziaria, ai sensi della legge 12 agosto 1993 n. 296”;

Viste le nota del Provveditore Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria della Sardegna n. 7138/UDeT/s5 del 21 marzo 2017, n. 17519/UDeT/s5 del 4 luglio 2017 e n.030524/U.C. del 10/12/2019;

Considerata la possibilità di accedere a nuovi finanziamenti o di utilizzare i capitoli di bilancio destinati alla gestione dell’azienda agricola della colonia penale che permetterebbero di portare avanti le attività lavorative della Casa di Reclusione, meglio conosciuta come Colonia Agricola di Is Arenas;

Indice

avviso di pubblica selezione per titoli e colloquio attitudinale, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per l’assunzione in convenzione per il conferimento di n. 1 incarico libero professionale di un Medico Veterinario.
Tale incarico avrà una durata annuale, prorogabile per sei mesi qualora sia necessario al fine di garantire la continuità del servizio. La proroga avverrà solo nel caso in cui vi sia la copertura finanziaria. L’eventuale assegnazione dell’incarico non potrà, in nessun caso, costituire possesso o titolo preferenziale per l’assunzione a tempo indeterminato.
La prestazione sarà a tariffa oraria con monte ore mensile.
La seguente procedura non vincola l’Amministrazione alla successiva assunzione dei vincitori.

Oggetto dell’incarico e sua attribuzione

  1. Le attività nello specifico settore di riferimento ed i relativi compiti di cui all’All.1, facente parte integrante della presente, si svolgeranno secondo le disposizioni di carattere generale impartite dalle singole Direzioni e, da un punto di vista tecnico funzionale, secondo le particolarità connesse al tipo di struttura nella quale l’attività lavorativa si realizza.
  2. L’assegnazione dell’incarico avverrà mediante stipula di un accordo di diritto privato con carattere libero-professionale con l’esclusione di ogni rapporto di impiego tra l’Amministrazione penitenziaria o terzi. Saranno attribuite solo le ore lavorative effettivamente prestate, per un massimo di 24 ore settimanali con paga oraria di 17,62 lorde comprensive di iva e altri oneri di legge.
  3. Nella convenzione sarà prevista la disponibilità di intervento del professionista presso la Casa di Reclusione, nel caso di urgenze che potrebbero verificarsi in qualsiasi momento della giornata, compresi i giorni festivi, con relative ore comprese nel monte ore settimanale.
  4. Tali compensi non sono suscettibili di alcuna variazione e sono svincolati da qualsiasi adeguamento contrattuale e di rimborsi spese a qualsiasi titolo.
  5. La convenzione non darà luogo a trattamento previdenziale e/o assistenziale né a trattamento di fine rapporto. Il Veterinario provvederà a stipulare, a sue spese, apposita polizza assicurativa con una compagnia di propria scelta a copertura dei rischi connessi all’espletamento dell’attività in ambito penitenziario. Tale assicurazione dovrà riguardare anche gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali derivanti dal prestare la propria opera in carcere.
  6. Il compenso verrà corrisposto periodicamente dietro presentazione di regolare fattura elettronica ai sensi dell’art. 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007 n. 244 – Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 3 aprile 2013 n. 55, previa verifica ed attestazione della regolarità ed effettività della prestazione resa.
  7. Il Veterinario si impegna a non diffondere notizie o dati inerenti l’attività professionale svolta in base all’incarico, se non previo consenso della Direzione, e a conformare la propria opera professionale alle direttive di ordine, sicurezza e disciplina impartite da questa Amministrazione, in funzione delle esigenze operative della istituzione penitenziaria.

Art. 1 –REQUISITI DI AMMISSIONE

Possono partecipare alla selezione coloro che alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione della domanda, siano in possesso dei requisiti di seguito elencati:

  1. cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione Europea, come previsto dall’art. 38 del D. Lgs.vo 165/2001, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.CM 07/02/94 n. 174 e successive modificazioni ;
  2. godimento dei diritti civili e politici;
    ai sensi degli artt. 36 e 56 del D.P.R. 483/97 e art. 8 punto 1 lett. b) del D. Lgs.vo n. 254 del 28/07/2000 sono requisiti specifici di ammissione il possesso di:
  3. Diploma di Laurea in MEDICINA VETERINARIA (vecchio ordinamento);
    ovvero: (come da Tabella di equiparazione allegata al D.M. 9 Luglio 2009);
    • Laurea Specialistica della classe (DM 509/99) 47/S MEDICINA
      VETERINARIA;
    • Laurea Magistrale della classe (DM 270/04) LM -42 MEDICINA
      VETERINARIA;
  4. Iscrizione al relativo Albo Professionale;
  5. Abilitazione alla professione di Medico Veterinario;
  6. aver maturato esperienza di almeno tre anni continuativi, da attestare con apposita documentazione, in attività libero professionale Medico Veterinaria nel settore degli animali da reddito;
  7. non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione o dichiarato decaduto da un pubblico impiego ovvero licenziati;
  8. assenza di condanne penali che comportino l’interdizione dai pubblici uffici o di condanne che, se intercorse in costanza di rapporto di lavoro, possano determinare il licenziamento ai sensi di quanto previsto dai Contratti Collettivi Nazionali di riferimento e dalla normativa vigente.

A norma dell’art. 7 del D. Lgs.vo n. 165/2001 è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed al relativo trattamento di lavoro.
La partecipazione alla selezione non è soggetta a limiti di età ai sensi dell’art. 3 comma 6 della legge 15/05/97 n. 127.
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza della presentazione della domanda e mantenuti sino al termine della prestazione dell’attività.

Art. 2 –REQUISITI SPECIFICI

Titoli valutabili e relativi punteggi
Il punteggio è attribuito sulla base dei seguenti titoli che verranno specificamente dichiarati nella domanda allegata al presente bando:

  1. Diploma di Laurea in MEDICINA VETERINARIA (vecchio ordinamento); punti 10
    Ovvero (come da Tabella di equiparazione allegata al D.M. 9 Luglio 2009):
    • Laurea Specialistica della classe (DM 509/99) 47/S MEDICINA
      VETERINARIA;
    • Laurea Magistrale della classe (DM 270/04) LM -42 MEDICINA
      VETERINARIA;
  2. Iscrizione al relativo Albo Professionale; punti 5
  3. Abilitazione alla professione di Medico Veterinario; punti 5
  4. Attribuzione partita iva per l’esercizio professionale oggetto del bando; punti 1 per anno
  5. Qualifiche o specializzazioni attinenti alla Medicina Veterinaria, rilasciata ai sensi della normativa nazionale e regionale vigente in materia di certificazione delle competenze; punti 1,5
  6. Esperienza continuativa nell’esercizio di attività libero professionale Medico Veterinaria nel settore degli animali da reddito, da attestare con apposita documentazione: punti 2,00 per ogni anno di lavoro, fino a un massimo di cinque anni (verrà considerata come anno intero la frazione dell’anno pari o superiore a 6 mesi); si precisa altresì che nella quantificazione dell’esperienza professionale verranno computati i tre anni di esperienza compresi tra i requisiti di ammissione;
  7. Esperienza libero professionale Medico Veterinaria pregressa maturata presso l’amministrazione penitenziaria, nel settore degli animali da reddito: punti 3 per ogni anno di lavoro fino ad un massimo di cinque anni (verrà considerata come anno intero la frazione dell’anno pari o superiore a sei mesi): si precisa altresì che nella quantificazione dell’esperienza professionale verranno computati i tre anni di esperienza compresi tra i requisiti di ammissione;

Si specifica che i punteggi relativi ai precedenti punti E ed F non sono cumulabili.

L’esercizio delle professioni sanitarie è consentito anche a chi abbia conseguito all’estero i titoli di studio e di abilitazione previsti, previo riconoscimento da parte del Ministero della Salute.
I suddetti requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando di selezione per la presentazione delle domande di ammissione.

ART. 3 VALUTAZIONE DEL COLLOQUIO

I candidati in possesso dei requisiti di cui all’art. 1 verranno ammessi al colloquio che sarà volto alla valutazione delle attitudini personali del candidato, con riferimento all’attività specifica e oggetto del presente bando. In esito al colloquio, la commissione esaminatrice attribuirà un punteggio da un minimo di punti 1 ad un massimo di punti 8.
I colloqui si svolgeranno presso la Direzione della Casa di Reclusione di Is Arenas località Bau ARBUS SU e verranno successivamente comunicati ai candidati ammessi. La comunicazione verrà effettuata all’indirizzo di posta elettronica indicato dal candidato con 10 (DIECI) giorni di preavviso.

ART. 4 – PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Ai fini dell’ammissione alla selezione, il candidato deve presentare domanda di ammissione datata e firmata, redatta esclusivamente compilando l’apposito modulo allegato (All. 2).
Ai sensi dell’art. 39 del DPR 445/2000 la sottoscrizione delle domande di partecipazione alla presente procedura selettiva non è soggetta ad autenticazione.

Nella domanda ciascun candidato dovrà dichiarare:

  • il cognome e nome;
  • la data e luogo di nascita;
  • codice fiscale;
  • la residenza con l’esatta indicazione del codice di avviamento postale;
  • indirizzo di posta elettronica normale e certificata;
  • possesso della cittadinanza italiana, fatte salve le equiparazioni previste dalle leggi vigenti, ovvero cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea di cui all’art. 1 del presente bando;
  • il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  • di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali,
  • di non aver riportato condanne penali che comportino l’interdizione dai pubblici uffici o di condanne che, se intercorse in costanza di rapporto di lavoro, possano determinare il licenziamento ai sensi di quanto previsto dai Contratti Collettivi Nazionali di riferimento e dalla normativa vigente;
  • posizione nei riguardi degli obblighi militari;
  • possesso dei requisiti generali e specifici di cui agli artt. 1 e 2;
  • eventuali servizi prestati alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego;
  • eventuali servizi prestati presso strutture specifiche Penitenziarie, la qualifica di assunzione e le cause di risoluzione del rapporto di impiego;
  • che nei precedenti rapporti di lavoro con PP.AA. non vi è stato recesso per giusta causa ai sensi del CCNL vigente;
  • il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essergli fatta pervenire ogni necessaria comunicazione e l’impegno a far conoscere le successive eventuali variazioni di recapito.
    Nel caso in cui si indichi il proprio indirizzo PEC quale domicilio eletto, ogni comunicazione afferente al concorso, verrà trasmessa al candidato al predetto indirizzo PEC. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui al precedente punto del presente articolo;
  • se cittadini degli Stati Membri dell’Unione Europea, di avere adeguata conoscenza della lingua italiana e di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di provenienza, ovvero i motivi del mancato godimento e di essere in possesso, fatta salva la titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini italiani;
  • ai sensi del D. Lgs.vo 196/03, di accordare il consenso affinché i propri dati possano essere trattati ed essere oggetto di comunicazione a terzi al fine di provvedere agli adempimenti di obblighi di legge;

La firma in calce alla domanda deve essere apposta per esteso ed in modo leggibile, a cui va allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità.

ART. 5 –INVIO DELLE DOMANDE

La domanda di ammissione alla selezione, dovrà essere redatta su carta semplice ed in carattere stampatello, utilizzando il modulo allegato (All. 2) al presente bando e dovrà essere inoltrata scegliendo una delle seguenti modalità:

*a mezzo Raccomandata postale A.R. all’indirizzo:
CASA DI RECLUSIONE IS ARENAS LOC. BAU 09031 ARBUS SU, e dovrà riportare sulla busta la dicitura “SELEZIONE PER LA QUALIFICA DI UN MEDICO VETERINARIO” - entro e non oltre la data di seguito indicata:
in merito alla validità della stessa farà fede il timbro postale dell’avvenuta spedizione;

*per via telematica alla seguente casella di posta elettronica certificata: cr.isarenas@giustiziacert.it entro e non oltre la data di seguito indicata.

Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il decimo (10) giorno dalla data di pubblicazione dell’avviso sul sito web del Ministero della Giustizia http://giustizia.it .

L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Inoltre non saranno prese in considerazione le domande inviate prima della pubblicazione dell’avviso sul sito internet sopra indicato.
Ove i termini previsti dalla presente disposizione ricadessero in giorno festivo, i termini sono prorogati al primo giorno lavorativo utile.

Le domande pervenute oltre il termine di scadenza saranno considerate inammissibili.

ART. 6-DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Alla domanda di ammissione alla selezione redatta sul modulo allegato (All. 2) al presento avviso, completa delle dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà, relative al possesso dei titoli che il candidato ritenga opportuno far valere ai fini della valutazione, vanno allegati:

  • copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità;
  • curriculum formativo e professionale datato e firmato.

ART. 7-AUTOCERTIFICAZIONE OBBLIGATORIA DEI TITOLI

Il candidato deve attestare i propri titoli utilizzando il modulo allegato (All. 2) al presento avviso, così come prevede l’art. 35, comma 2 del D. Lgs.vo n. 33 del 2013 che ne richiede il loro esclusivo utilizzo, laddove pubblicati.
I presenti moduli, predisposti ai sensi del DRP 28/12/2000 N. 445 ARTT. 46 E 47, sostituiscono integralmente qualsiasi certificazione, titolo, attestato o altra documentazione che il candidato intende presentare in allegato alla domanda di partecipazione.

L’Amm.ne non può accettare certificati in originale o in copia rilasciati da altre PP.AA. (art.40, commi 1 e 2 DPR 445/2000).

La corretta e completa compilazione delle dichiarazioni sostitutive, secondo i fac simili allegati al presente bando, consente di disporre di tutte le informazioni utili, rispettivamente per la verifica del possesso dei requisiti di partecipazione e per la successiva valutazione dei titoli.
Si informano pertanto i candidati che non saranno presi in considerazione dichiarazioni sostitutive generiche o incomplete. L’interessato è tenuto a specificare, quindi con esattezza, tutti gli elementi e i dati necessari per una corretta valutazione.
Le dichiarazioni dovranno essere rilasciate una sola volta, senza ripetizioni.
Gli aspiranti sono tenuti ad attenersi alla presente disposizione.
Per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni penali di cui all’art. 76 del DPR 445/2000.

ART. 8 COMMISSIONE E PROCEDURE

La Commissione per la valutazione dei titoli, lo svolgimento del colloquio attitudinale e la formazione delle graduatorie, sarà nominata dal Direttore e sarà composta dal Direttore, con funzioni di Presidente, due funzionari appartenenti al comparto ministeri, di cui uno con funzioni di segretario e da un Veterinario Dirigente dell’ATS – ASSL di Sanluri.
La Commissione procederà:

  1. alla valutazione dei titoli di ciascun candidato, attribuendo il relativo punteggio;
  2. alla convocazione dei candidati per il colloquio volto a verificare le attitudini e le capacità professionali del candidato stesso con riferimento all’incarico da svolgere, ed in esito ad esso ad attribuire il relativo punteggio (da 1 a 8 punti);
  3. a predisporre le graduatorie di cui alla presente selezione.

I candidati dovranno presentarsi al colloquio muniti di un valido documento di identità.
I dati personali forniti dai candidati saranno trattati ai sensi del D.lgs 30 giugno 2003 n. 196 e saranno raccolti presso il Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria della Sardegna, per le finalità di gestione della presente selezione.

Il trattamento dei dati in questione avverrà anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di collaborazione professionale, per le necessità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. L’indicazione di tali dati è obbligatoria ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.
L’interessato ha il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché quello di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi illegittimi con le modalità e nei casi indicati dal D.L.gs n. 196/2003.

ART. 9-CASI DI ESCLUSIONE O DI RISOLUZIONE

Costituiscono causa di esclusione dalla presente selezione:

  • il mancato possesso di uno o più dei requisiti di cui all’art. 1 e 2 del presente avviso;
  • la mancata sottoscrizione autografa della domanda di partecipazione;
  • il mancato rispetto del termine di scadenza indicato nell’art. 5 del presente avviso;
  • il mancato rispetto delle modalità per l’invio e la compilazione della domanda di partecipazione;
  • la presentazione di dichiarazioni false o mendaci;
  • la mancata presentazione di documentazione richiesta.

L’ammissione dei richiedenti alla selezione è effettuata, in ogni caso, con riserva di verifica dei requisiti prescritti, sulla base delle dichiarazioni e del contenuto della domanda di partecipazione. In ogni caso l’assunzione dei soggetti individuati a seguito delle operazioni di selezione, comporta la verifica dell’effettivo possesso dei requisiti prescritti.

Può essere disposta in ogni momento, con provvedimento motivato, l’esclusione dalla selezione per difetto dei requisiti prescritti.

In caso di vizi sanabili nella domanda di partecipazione, viene disposta con determinazione del Responsabile del Procedimento l’ammissione con riserva dei candidati, a condizione che gli stessi provvedano a regolarizzare la domanda stessa nei termini perentori, da rispettare a pena di esclusione, che verranno loro comunicati tenendo conto dei tempi di espletamento della procedura di selezione.

Sarà clausola di risoluzione della convenzione qualora il Servizio Veterinario venisse assorbito dalla R.A.S. o per altri insindacabili motivi dell’Amministrazione.

Il presente bando sarà pubblicato sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia.

Il Direttore
Pier Luigi Farci