PROGETTO - Trattamento condannati per maltrattamenti e atti persecutori - Casa circondariale - VELLETRI - Scheda di sintesi


Dipartimento Amministrazione Penitenziaria
Direzione Casa circondariale N.C. Velletri
VELLETRI (RM)

pubblicazione del 12 settembre 2022

Verbale della Commissione esaminatrice incaricata dello svolgimento della selezione e predisposizione della graduatoria finale nell’ambito della procedura finalizzata alla selezione per titoli per il conferimento di n. 1 incarico professionale per il Trattamento psicologico per il reinserimento nella società dei condannati per reati sessuali, per maltrattamenti contro i familiari o conviventi e per atti persecutori.

Il giorno 12 settembre 2022 si è riunita, presso gli Uffici della Direzione, la Commissione così composta:

  1. Direttore Dott.ssa Maria Donata Iannantuono Presidente
  2. Responsabile Area Giuridico Pedagogica F.G.P. Sabrina Falcone Componente
  3. G.P. Dott.sa Letizia Troianelli Componente

La Commissione valutatrice del Progetto per il “per il Trattamento psicologico per il reinserimento nella società dei condannati per reati sessuali, per maltrattamenti contro i familiari o conviventi e per atti persecutori”, per l’affidamento di n. 1 incarico professionale con Professionisti psicologi e/o Enti/Associazioni, esaminati i curricula vitae pervenuti entro il 22.08.2022 e della conformità dei medesimi alle caratteristiche richieste dal bando, attribuisce i punteggi ai titoli e stila la seguente graduatoria.

 
Progetto 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 Totale
Prog. REHAB  - F. Lai 2   4   1,5   1 6     2     2 18,5
Prog. LA CASA PERDUTA- E. Mastropietro 2   4   6 3 1       1     1,5 18,5
G. Grimaldi 2   4 0,5     1       1       8,5
Prog. KINTSUGI  - A. Iavarone 2     4 14,5 14 1   4 4     2   45,5


Legenda:

  1. diploma di istruzione secondaria superiore: punti 2;
  2. laurea di primo livello – nuovo ordinamento: punti 3,50 (se pertinente alla tipologia dell’incarico richiesto);
  3. laurea specialistica - nuovo ordinamento: punti 4 (se pertinente alla tipologia dell’incarico richiesto);
  4. diploma di laurea vecchio ordinamento: punti 4 (se pertinente alla tipologia dell’incarico richiesto);
  5. iscrizione all’Albo degli Psicologi: 0,50 punti per ogni anno di iscrizione;
  6. iscrizione all’Albo degli Psicoterapeuti: 0,50 punti per ogni anno di iscrizione ( cumulabile);
  7. attribuzione PARTITA IVA : punti 1;
  8. master in Criminologia: punti 3;
  9. Progetti che propongono azioni di sistema o di rete per la presa in carico sul territorio di soggetti condannati per i reati di cui al Bando: punti 4;
  10. Progetti che propongono azioni di mediazione penale o giustizia riparativa: punti 4;
  11. attività lavorativa o formazione specifica relativa all’incarico richiesto svolta presso strutture dell’Amministrazione Penitenziaria: punti 2 per ogni anno;
  12. vincita concorsi nazionali o internazionali attinenti la professione ed afferenti alla tipologia di attività della direzione tecnica: punti 1 ;
  13. partecipazione a Progetti specifici rispetto al target individuato: 2 punti se effettuato in Istituti penitenziari, 1 punto se in altri Enti o Strutture;
  14. pubblicazioni realizzate su riviste scientifiche entro i dieci anni precedenti la data di pubblicazione del presente bando,: punti 1,50 per articolo; punti 2,50 per monografie di 50 pagine o superiori. Nel caso siano presenti più autori la valutazione sarà data attribuendo punti 1,50 a ciascuno dei contributi (capitoli/articoli) scritti dal candidato all'interno del testo/raccolta; nel caso di una pubblicazione con la dicitura "a cura di" la stessa sarà Valutata con punti 1,00;

Si dispone quindi che i vincitori siano opportunamente informati e convocati per il conferimento dell’incarico a decorrere dal 19.09.2022, qualora si verificassero eventuali rinunce all’incarico si provvederà allo scorrimento della graduatoria.

Il presente verbale è redatto, letto, approvato e sottoscritto seduta stante.

Velletri, 12.09.2022

La Commissione

Firmato Presidente Dott.ssa Maria Donata Iannantuono

Firmato Componente F.G.P. Sabrina Falcone

Firmato Componente F.G.P. dott.sa Letizia Troianelli

 


TERMINE per il ricevimento delle domande di partecipazione: 22 agosto 2022
 


pubblicazione dell'8 agosto 2022

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI PER IL TRATTAMENTO PSICOLOGICO DEI CONDANNATI PER REATI DI MALTRATTAMENTO CONTRO I FAMILIARI O CONVIVENTI E PER ATTI PERSECUTORI

IL DIRETTORE DELLA CASA CIRCONDARIALE DI VELLETRI

  • Vista la Legge 26 luglio 1975 n.354“Norme sull’ordinamento penitenziario e sull’esecuzione delle misure privative e limitative della libertà” che prevede:
    1. all’art. 1 che “il trattamento tende, anche attraverso i contatti con l’ambiente esterno, al reinserimento sociale ed è attuato secondo il criterio di individualizzazione in rapporto alle specifiche condizioni degli interessati”;
    2. all’art.13 che “nell’ambito dell’osservazione è offerta all’interessato l’opportunità di una riflessione sul fatto criminoso commesso, sulle motivazioni e sulle conseguenze prodotte, in particolare per la vittima, nonché sulle possibili azioni di riparazione”;
  • Visto il Decreto del Presidente della Repubblica 230/2000, riguardante il Regolamento recante norme sull’Ordinamento Penitenziario e sulle misure privative e limitative della libertà che prevede:
    • all’art. 1 che “il trattamento rieducativo… è diretto a promuovere un processo di modificazione delle condizioni e degli atteggiamenti personali, nonché delle relazioni familiari e sociali che sono di ostacolo ad una costruttiva partecipazione sociale”;
  • Vista la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domesticaratificata dall’Italia con la L-77/2013 che:
  • all’art. 16 impegna gli Stati firmatari ad adottare “le misure legislative e di altro tipo necessarie per istituire o sostenere programmi rivolti agli autori di atti di violenza domestica per incoraggiarli ad adottare comportamenti non violenti nelle relazioni interpersonali, al fine di prevenire nuove violenze e modificare i modelli comportamentali violenti e raccomanda di “istituire o sostenere programmi di trattamento per prevenire la recidiva, in particolare per i reati di natura sessuale”;
  • Attesi i fabbisogni formativi e trattamentali dei soggetti ristretti presso la CC di Velletri;
  • Vista la legge di bilancio 30 dicembre 2020, n.17
  • Vista la nota Prot. 12/07/2022.0055737.U con la quale il Prap del Lazio, Abruzzo e Molise ha autorizzato le sedi periferiche ad attivare i progetti riguardanti il tema del trattamento psicologico per il reinserimento nella società dei condannati per reati sessuali, per maltrattamenti contro i familiari o conviventi e per atti persecutori;
  • Considerata la necessità e l’urgenza di realizzare ogni iniziativa finalizzata all’implementazione di una progettazione in merito;
  • Considerata la necessità di acquisire specifici programmi di intervento che prevedano attività di mappatura del territorio e azioni di sistema, nonché la creazione di una rete, per la costruzione di percorsi che favoriscano la presa in carico esterna per i detenuti aventi i requisiti di accesso alle misure alternative alla detenzione e/o arrivati al fine pena, rientranti nelle tipologie di cui al Bando;
  • Considerata la necessità, vista la tipologia di reati trattati di forte allarme sociale, di proporre azioni di mediazione penale e giustizia riparativa;
     

INDICE

La procedura di selezione comparativa per titoli per l’affidamento di n. 1 Progetti per il Trattamento psicologico per il reinserimento nella società dei condannati per reati sessuali, per maltrattamenti contro i familiari o conviventi e per atti persecutori, per i detenuti presso questa Casa Circondariale, a partire dalla data di stipula del contratto fino alla data del 31.12.2022. Il seguente Avviso di Selezione pubblica verrà fatta mediante pubblicazione sul sito web del Ministero della Giustizia per il conferimento di incarico, mediante stipula di Convenzione da sottoscrivere con Professionisti Psicologi e/o Enti/Associazioni per la realizzazione delle attività previste dai Progetti;

  1. Oggetto e natura dell’incarico

L’incarico ha per oggetto la realizzazione di interventi specifici mirati al trattamento di autori di reati di cui al Bando, detenuti presso la Casa Circondariale di Velletri.

L’incarico dovrà riguardare:

  • La definizione degli interventi specialistici relativi al target indicato;
  • Gli obiettivi prefissati;
  • Le metodologie utilizzate;
  • Le attività previste;
  • I risultati attesi;
  • Il monte ore da destinare al Progetto;
  • I costi dettagliati
  • Preventivo di spesa
     

DESTINATARI: Detenuti autori di atti di violenze in relazioni affettive; detenuti autori di atti persecutori e/o maltrattamenti in famiglia; detenuti autori di violenza, atti persecutori e/o maltrattamenti nei confronti di minori; detenuti autori di omicidio nell’ambito della coppia presenti presso la Casa Circondariale di Velletri.

  1. Durata

La durata dell’Incarico è prevista dalla data di sottoscrizione della Convenzione al 31.12.2022.

  1. Inquadramento professionale e trattamento economico

Al candidato selezionato verrà conferito incarico libero professionale per un compenso orario delle prestazioni stabilito nel valore di € 17,63 lorde, ove per lordo deve intendersi al netto degli oneri fiscali e previdenziali, ove dovuti, IVA inclusa, omnicomprensivo, secondo il proprio regime fiscale. Sono escluse ogni altra forma di gratificazione o indennità e di ogni trattamento previdenziale e assicurativo. Tali compensi, che saranno corrisposti dietro presentazione di fattura elettronica, non sono suscettibili di alcuna variazione e sono svincolati da adeguamento contrattuale e delle spese/rimborsi a qualsiasi titolo. La convenzione non darà luogo a trattamento penitenziario e/o assistenziale né al trattamento di fine rapporto. Al contraente saranno attribuite solo le ore lavorative effettivamente prestate. Il pagamento verrà corrisposto dietro presentazione di regolare fattura elettronica ai sensi dell’art. 1, commi da 209 a 213 della Legge 24.12.2007 n. 244 – Decreto del Ministero delle Finanze 3 aprile 2013, n. 55, previa verifica della regolarità della prestazione resa, secondo le modalità previste dallo schema di convenzione. Non è previsto alcun altro tipo di rimborso.

L’incarico in oggetto non costituisce in alcun modo rapporto di lavoro subordinato, né potrà trasformarsi in rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato.

Il contratto libero professionale che andrà a stipularsi, compatibilmente alle previsioni di cui all’art. 36, cmma 2, del D. Lgvo 165/2001 e ss.mm.ii., avrà natura privatistica e sarà disciplinato dall’art. 2222 e seguenti del codice civile (in particolare art. 2230, prestazioni d’opera intellettuale).

Il candidato dovrà esibire apposita Polizza Assicurativa per Infortuni e Responsabilità Civile verso terzi, a copertura di tutti i possibili rischi derivanti dall’attività svolta.

L’incaricato si impegna a svolgere la propria opera personalmente, concordando con il Direttore, o suo delegato, le modalità di svolgimento dell’attività e assicurando comunque la presenza nel luogo e negli orari concordati sulla base delle esigenze del piano di lavoro.

Sussiste l’obbligo di conformare le proprie azioni con le indicazioni fornite dal Responsabile dell’Area Giuridico Pedagogica che avrà funzioni di vigilanza sull’esatta esecuzione del contratto ed al quale l’incaricato dovrà rapportarsi nello svolgimento dei propri compiti.

  1. Requisiti e competenze

Per l’ammissione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti:

  • Possesso della cittadinanza italiana o di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Possesso di titoli comprovanti: diploma di laurea, iscrizione all’albo psicologi e psicoterapeuti, master universitari, attestati di corsi specifici, esperienza professionale maturata nel settore penitenziario;
  • possesso di titoli comprovanti una valida esperienza maturata nel settore oggetto del presente bando;
  • non aver riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato, né avere procedimenti penali pendenti a proprio carico e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione o di provvedimenti iscritti nel casellario giudiziale e non essere sottoposto a procedimenti penali;
  • insussistenza di cause limitative della capacità del candidato di sottoscrivere contratti con la Pubblica Amministrazione e di espletare l’incarico oggetto della selezione;
  • non essere stato destituito dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né di essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127 lettera d) del D.P.R. n. 3/1957;
  • conoscenza della lingua italiana scritta e parlata;
     

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione.

Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso Pubbliche Amministrazioni per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

  1. Requisiti specifici di ammissione
  1. laurea in Psicologia (magistrale o a ciclo unico v.o.);
  2. iscrizione all’Ordine degli Psicologi e degli Psicoterapeuti. Tale iscrizione dovrà essere certificata all’atto dell’eventuale inizio attività.

Tutti i requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione.

  1. Domanda di partecipazione e termine di presentazione

Le domande di partecipazione dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre 15 giorni dalla pubblicazione del presente bando sul sito ministeriale www.giustizia.it al link Strumenti =>Concorsi, Esami, Selezioni e Assunzioni, voce Esami e Selezioni. Le domande dovranno essere presentate al seguente indirizzo: CASA CIRCONDARIALE DI VELLETRI, VIA CAMPOLEONE N. 97 00049 VELLETRI (ROMA). Per il rispetto del predetto termine farà fede unicamente la data di ricevimento al Protocollo della Segreteria.

Le domande possono essere recapitate a mano (con obbligo della Direzione di rilasciare ricevuta con numero di protocollo completo di data e ora della ricezione), oppure inviate per posta con raccomandata A/R o per email all’indirizzo di PEC: cc.velletri@giustiziacert.it nel rispetto del termine perentorio suindicato.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Non farà fede il timbro postale di spedizione.

Il termine di scadenza indicato è, pertanto, da considerare perentorio. La domanda che giungerà oltre il termine di scadenza previsto sarà considerata non ammissibile e, quindi, non suscettibile di valutazione.

Nella domanda di partecipazione, debitamente sottoscritta dal candidato, dovranno essere riportati i seguenti dati e dichiarazioni da rendere sotto la propria responsabilità ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n.445/2000:

  1. cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza, codice fiscale, telefono, recapito a cui indirizzare ogni comunicazione relativa alla selezione;
  2. di essere in possesso della cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
  3. di godere dei diritti civili e politici;
  4. di non avere riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato né avere procedimenti penali pendenti a proprio carico;
  5. di non essere stato destituito da impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né di essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127 lettera d) del D.P.R n.3/1957;
  6. di non trovarsi in alcuna situazione che precluda la capacità di sottoscrizione di contratti con la Pubblica Amministrazione e di espletare l’incarico oggetto della selezione;
  7. di essere in possesso di titoli comprovanti una valida esperienza maturata nel settore e/o attestati di specifici corsi frequentati con superamento di esami finali;
  8. di conoscere la lingua italiana scritta e parlata;
  9. di avere preso visione dell’avviso pubblico o dello schema di convenzione, di conoscere e accettare tutte le condizioni ivi previste e di essere disponibile a svolgere l’incarico relativo alla presente selezione;
  10. di essere in possesso di valida esperienza nel mestiere, per cui si presenta domanda, idonea all’esercizio delle funzioni afferenti l’incarico oggetto del bando;
  11. di essere in possesso di partita IVA o di essere disponibile all’apertura della stessa;
  12. di non avere parenti, assistiti, pazienti o clienti tra la popolazione detenuta dell’istituto.

La domanda dovrà essere corredata dai seguenti allegati:

  1. proposta progettuale approfondita dalla quale emergano le attività e gli interventi che l’esperto intende porre in essere per la realizzazione degli obiettivi, in formato pdf non modificabile.
  2. fotocopia di un documento d’identità del sottoscrittore in corso di validità;
  3. curriculum vitae professionale in formato europeo, datato e firmato dal candidato, completo dei dati anagrafici, con descrizione dei titoli posseduti e delle esperienze maturate, nonché corredato di ogni altra documentazione che il candidato ritenga opportuno presentare al fine di comprovare la propria qualificazione e competenza alla specifica mansione.

L’Amministrazione si riserva la facoltà di chiedere chiarimenti in relazione alla documentazione presentata dal soggetto proponente, invitandolo a produrre eventuali integrazioni documentali ed informazioni nella fase di valutazione delle domande.

Per la tipologia dell’incarico costituiscono titoli preferenziali il possesso di tirocini attinenti, esperienze specifiche maturate nel settore ed esperienze pregresse di collaborazione con i servizi della giustizia.

Il candidato nella domanda deve obbligatoriamente indicare l’indirizzo di posta elettronica certificata personale. Ogni comunicazione avverrà, esclusivamente, tramite tale indirizzo di posta elettronica. Il candidato ha l’obbligo di comunicare le successive eventuali variazioni di indirizzo pec.

  1. Modalità e criteri di selezione dei candidati

La selezione viene effettuata da una Commissione costituita dal Direttore dell’Istituto, dal Responsabile dell’Area Giuridico Pedagogica e da 1 Funzionario Giuridico Pedagogico che, in prima seduta e sulla base dei curricula presentati, decide di ammettere i candidati alla selezione, dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti richiesti ed accertato che non vi sono vizi di forma nella presentazione delle candidature.

Qualora il Progetto sia presentato da Enti/Associazioni, o in collaborazione con altre figure professionali o con altri Psicologi sarà valutato il curriculum del Referente del Progetto, che dovrà essere colui che svolgerà il Progetto nell’Istituto Penitenziario.

Le domande degli idonei saranno valutate sulla base dei criteri indicati di seguito e riferiti ai relativi punteggi:

  • diploma di istruzione secondaria superiore: punti 2;
  • laurea di primo livello – nuovo ordinamento: punti 3,50 (se pertinente alla tipologia dell’incarico richiesto);
  • laurea specialistica - nuovo ordinamento: punti 4 (se pertinente alla tipologia dell’incarico richiesto);
  • diploma di laurea vecchio ordinamento: punti 4 (se pertinente alla tipologia dell’incarico richiesto);
  • iscrizione all’Albo degli Psicologi: 0,50 punti per ogni anno di iscrizione;
  • iscrizione all’Albo degli Psicoterapeuti: 0,50 punti per ogni anno di iscrizione ( cumulabile);
  • attribuzione PARTITA IVA : punti 1;
  • master in Criminologia: punti 3;
  • Progetti che propongono azioni di sistema o di rete per la presa in carico sul territorio di soggetti condannati per i reati di cui al Bando: punti 4;
  • Progetti che propongono azioni di mediazione penale o giustizia riparativa: punti 4;
  • attività lavorativa o formazione specifica relativa all’incarico richiesto svolta presso strutture dell’Amministrazione Penitenziaria: punti 2 per ogni anno;
  • vincita concorsi nazionali o internazionali attinenti la professione ed afferenti alla tipologia di attività della direzione tecnica: punti 1 ;
  • partecipazione a Progetti specifici rispetto al target individuato: 2 punti se effettuato in Istituti penitenziari, 1 punto se in altri Enti o Strutture;
  • pubblicazioni realizzate su riviste scientifiche entro i dieci anni precedenti la data di pubblicazione del presente bando,: punti 1,50 per articolo; punti 2,50 per monografie di 50 pagine o superiori. Nel caso siano presenti più autori la valutazione sarà data attribuendo punti 1,50 a ciascuno dei contributi (capitoli/articoli) scritti dal candidato all'interno del testo/raccolta; nel caso di una pubblicazione con la dicitura "a cura di" la stessa sarà Valutata con punti 1,00;
     

La valutazione sarà complessiva e sarà espressa in voto numerico, tenendo conto che, relativamente al titolo culturale, sarà conteggiato il solo punteggio attribuito al titolo più alto che sarà aggiunto alla somma di tutti gli altri titoli. Assumerà l’incarico il partecipante che otterrà il punteggio più alto ed, a parità di punteggio, verrà scelto il candidato più giovane.

  1. Modalità di accesso agli atti - Tutela della privacy

I dati forniti dai candidati saranno trattati ai sensi del D. Lgs. 196/2003 (aggiornato con il D.lgs. 10 Agosto 2018 n.101), per i soli fini correlati alla gestione della presente selezione. Il trattamento dei dati avverrà anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di collaborazione libero-professionale per le necessità inerenti la gestione del rapporto medesimo.

L’accesso agli atti è consentito nel rispetto della legge 7 agosto 1990, n.241 e s.m.i.

L’interessato ha diritto all’accesso ai dati che lo riguardano, nonché di richiedere di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini difformi dalla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi illegittimi con le modalità e nei casi previsti nel D. Lgs. 196/2003. Per l’istituto il responsabile per il trattamento dei dati è individuato nella persona del Direttore dell’Istituto.

  1. Rinunzie e surroghe

Qualora l’esperto individuato dovesse rinunciare all’incarico, si provvederà a scorrere la graduatoria degli idonei.

La rinuncia potrà avvenire solo e soltanto attraverso la forma scritta.

  1. Altre informazioni
  1. L’Amministrazione si riserva, a proprio insindacabile giudizio, la facoltà di annullare o revocare in tutto o in parte la presente procedura e di non procedere all’affidamento dell’incarico, anche in relazione al reperimento delle risorse finanziarie a tale scopo necessarie, senza che ciò comporti pretesa alcuna da parte dei partecipanti alla selezione;
  2. l’incarico conferito verrà formalizzato mediante la stipula di un contratto d’opera. Nello specifico si procederà alla stipula del contratto per il periodo dalla data di firma della Convenzione al 31 Dicembre 2022.
  3. Ai sensi dell’art.3 c. 18 L. n. 244/2007 i contratti relativi a rapporti di consulenza con le P.A. sono efficaci a decorrere dalla data di pubblicazione del nominativo del consulente, dell’oggetto dell’incarico e del relativo compenso sul sito istituzionale dell’amministrazione stipulante;
  4. per quanto non espressamente previsto dal presente avviso si fa riferimento alla normativa vigente in materia di conferimento di incarichi di collaborazione autonoma;
  5. per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla persona del Responsabile Giuridico Pedagogico della Casa di Circondariale di Velletri, il Funzionario Giuridico Pedagogico Sabrina Falcone: e-mail: sabrina.falcone@giustizia.it;

Velletri, 05.08.2022

Il Direttore
Dr.ssa Maria Donata Iannantuono