PROGETTO - Guarire il Passato, Liberare il Presente per gli anni 2022 e 2023 - Ufficio interdistrettuale esecuzione penale esterna - CAMPANIA - 8 marzo 2022 - Scheda di sintesi


 


TERMINE per il ricevimento delle proposte: 25 marzo 2022
 


Pubblicazione dell'11 marzo 2022

DIPARTIMENTO PER LA GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ
Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna Campania

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE COOPERATIVA/ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO “GUARIRE IL PASSATO, LIBERARE IL PRESENTE”
PER GLI ANNI 2022 e 2023

IL DIRETTORE

Visto quanto riportato dalla Circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica n° 2 dell’11 marzo 2008 (Disposizioni in tema di collaborazioni esterne);

Attesi gli oneri di pubblicità legale e di trasparenza previsti dalla normativa in vigore;

Considerata la finalità trattamentale delle misure alternative e delle sanzioni di comunità;

Valutata la necessità di stipulare specifica convenzione per l’affidamento dell’incarico di conduzione delle attività previste dal progetto “GUARIRE IL PASSATO, LIBERARE IL PRESENTE”,

INDICE

selezione pubblica per l’affidamento dell’incarico per il progetto di seguito indicato, approvato e finanziato dall’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Campania. CIG ZBB357C35B

Progetto “GUARIRE IL PASSATO, LIBERARE IL PRESENTE”

 € 39.059,77 per ciascuna delle due annualità

Descrizione del progetto: l’obiettivo generale che si intende perseguire è quello di incrementare le opportunità di reinserimento lavorativo e sociale dei soggetti in esecuzione penale. Gli obiettivi specifici sono:

  • Realizzare cantieri di rigenerazione urbana, cioè azioni esemplari per rinforzare comportamenti costruttivi, senso di comunità e riqualificare spazi urbani, nell’ambito di una Municipalità del Comune di Napoli (ad esclusione della Seconda)
  • Avviare la costituzione di una rete territoriale con le Istituzioni di ogni grado e livello e con il Terzo Settore, del territorio della Municipalità del Comune di Napoli che sarà coinvolta sviluppando un sistema di interventi integrato.

Attività/Interventi previsti: formazione teorica e pratica con affiancamento da parte di operatori con i seguenti compiti:

  1. Formatori impegnati nei percorsi di formazione professionale
  2. Coordinatori dei 3 cantieri di rigenerazione urbana
  3. Operatore per selezione dei beneficiari del progetto
  4. Operatore per bilancio delle competenze per i beneficiari del progetto
  5. Operatore per costruzione delle squadre di lavoro miste impegnate nei cantieri di rigenerazione urbana
  6. Operatore per l’individuazione degli spazi comuni da riqualificare
  7. Operatore per comunicazione e pubblicizzazione delle attività
  8. Operatore per monitoraggio e valutazione delle attività
  9. Coordinatori per la governance della rete (coordinamento e gestione del progetto)
  10. Psicologo per affiancamento/supporto ai destinatari

e con la previsione di un importo minimo presunto da destinare ai partecipanti quale indennità di partecipazione non inferiore a € 20.000,00 ad annualità (minimo € 1.000,00 per ogni destinatario).

Metodologia di intervento: Il modello di intervento che si intende attuare è orientato alla progettazione e gestione partecipata delle attività progettuali, in modo da assicurare il contributo concreto di tutti i soggetti della rete, dei beneficiari diretti e della comunità in una prospettiva di welfare community.

Ambito territoriale: Napoli e provincia.

Destinatari: previsione minima di almeno n. 20 soggetti, residenti a Napoli, possibilmente nella Municipalità individuata, in esecuzione penale esterna o sottoposti a sanzioni di comunità, che abbiano manifestato una sensibilità ed un interesse ai temi proposti dal progetto, selezionati a cura dell’Amministrazione procedente. 

Tempi di attuazione: il progetto per ciascuna annualità dovrà prevedere lo svolgimento delle attività non oltre il 31.12 dell’annualità in corso.

Modalità di fatturazione: il pagamento dell’importo finanziato avverrà dietro presentazione di regolare fattura elettronica o altro documento fiscale, con ultima emissione utile entro e non oltre il 31.12.2022 per la prima annualità e il 31.12.2023 per la seconda annualità, intestata all’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Campania, codice fiscale 95239290638 – con indicazione del numero CIG sopra indicato.

Il compenso previsto per gli operatori non potrà essere superiore a € 17,63 lordi ad ora. I materiali e/o le attrezzature eventualmente occorrenti per l’esecuzione del progetto dovranno essere indicati nell’articolazione dei costi del progetto, ma saranno a carico dell’ente attuatore e, pertanto, nessun corrispettivo sarà dovuto dall’Amministrazione. Per i destinatari delle borse lavoro è da prevedere l’assicurazione sugli infortuni in base alla normativa vigente per l’attività svolta.

Soggetti ammessi alla presentazione dell’offerta

Sono ammessi a partecipare le Associazioni, le Fondazioni, le Cooperative Onlus iscritte nel registro regionale della promozione sociale, i Soggetti del Terzo settore, come definiti ai sensi dell’Art.4 del D.lgs. 3 luglio 2017, n.117 “Codice del Terzo Settore anche in partenariato tra loro, iscritti ai registri regionali o nazionali in vigore al momento della presentazione della manifestazione d’interesse, interessate a cooperare in sinergia con questa Amministrazione e a partecipare alle procedure di aggiudicazione mediante la presentazione della propria offerta nelle forme e modi previsti dalle norme contabili ed in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Insussistenza di una delle cause di esclusione previste dall’art. 80 del d.lgs. n. 50/2016 e successive modifiche ed integrazioni;
  2. Iscrizione nell’Albo regionale delle cooperative sociali, ove esistente; (in alternativa) iscrizione nel Registro delle Associazioni o atto equivalente; (in alternativa) iscrizione nel Registro delle imprese sociali o atto equivalente;
  3. Per le Associazioni e Fondazioni, nello Statuto deve risultare che l’oggetto sociale sia attinente alle attività previste nel presente Avviso;


PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE

Le organizzazioni interessate dovranno elaborare una breve proposta progettuale, aderente, in relazione alla tipologia della proposta, alla normativa in vigore (es. normativa in materia di tirocini formativi) nella quale indicare:

  • denominazione e breve storia dell’organizzazione, con l’indicazione del Responsabile;
  • nominativo del Referente del progetto;
  • attività/interventi previsti;
  • soggetti beneficiari;
  • metodologia dell’intervento;
  • tempi di attuazione;
  • risorse umane impiegate (es. psicologo, tutor, ecc.), con l’indicazione dei relativi nominativi;
  • risorse materiali impiegate;
  • sede delle attività/interventi;
  • piano finanziario con il dettaglio dei costi.

Le proposte dovranno essere inviate con posta elettronica certificata al seguente indirizzo di posta elettronica: prot.uepe.napoli@giustiziacert.it entro 15 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sul sito del Ministero della Giustizia (www.giustizia.it), corredate dal curriculum vitae del Responsabile dell’ente, del Referente di progetto e delle altre risorse umane coinvolte.

Il presente avviso non vincola l’Amministrazione a procedere ad aggiudicazione.

L’Amministrazione ha facoltà di procedere ad aggiudicazione anche nel caso di una sola offerta valida.


VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE

Scaduto il termine di presentazione delle proposte, la Commissione giudicatrice provvederà ad effettuare la valutazione delle stesse. La Commissione in parola sarà composta dal Direttore dell’UIEPE per la Campania o da un suo delegato, da un Funzionario di Servizio Sociale e da un Funzionario Contabile.

La Commissione procederà all’esame dell’ammissibilità e successivamente alla valutazione di merito delle proposte progettuali pervenute.

La Commissione si riserva di chiedere chiarimenti in relazione alla documentazione presentata dal soggetto proponente, invitandolo a produrre eventuali integrazioni documentali ed informazioni al fine delle attività di valutazione.

Conclusa la fase di valutazione, la Commissione pubblicherà la graduatoria sul sito del Ministero della Giustizia (www.giustizia.it).

La Commissione giudicatrice si riserva altresì di procedere allo scorrimento della graduatoria in ogni caso in cui si renda necessario.

Garanzia definitiva ai sensi dell’art.103 del D.lgs 50/2016 e succ.mod.e.i. 

A garanzia dell’esatto adempimento degli obblighi contrattuali, il fornitore, prima della stipula del contratto, dovrà presentare un deposito cauzionale definitivo nella misura del 10% dell’importo, ai sensi dell’art. 103 del D. Lgs. 50/2016 e succ. m.e i. mediante fideiussione bancaria o con polizza assicurativa rilasciata dalla Società delle Assicurazioni legalmente autorizzata, intestata all’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Campania.

La cauzione sarà svincolata al termine del rapporto contrattuale, dopo la definizione di tutte le ragioni di debito e di credito, oltre che di eventuali altre pendenze.

L’appaltatore assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche.


PARAMETRI DI VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE

Parametro 1: esperienza dell’ente in relazione all’attività dell'incarico;

Parametro 2: valutazione di merito del progetto;

La Commissione giudicatrice, preposta alla valutazione delle offerte tecniche, sulla base delle indicazioni fornite procederà all’attribuzione del punteggio come segue:

relativamente al Parametro 1: la Commissione attribuirà un punteggio da 0 a 20 attraverso una valutazione di merito che prenderà in considerazione l’esperienza dell’ente in relazione all’attività dell'incarico:

  • Punti 10 in caso di esperienza pari o maggiore di 3 anni;
  • Punti 8 in caso di esperienza pari o maggiore di 2 anni;
  • Punti 5 in caso di esperienza pari o maggiore a 1 anno;
  • Punti 2 in aggiunta per ogni anno compiuto di esperienza in ambito di esecuzione penale, per un massimo di punti 10 (N.B. per esperienza nell’area penale si intende la specifica collaborazione con gli UEPE e con l’utenza ad essi afferente);

relativamente al Parametro 2: la Commissione attribuirà un punteggio da 0 a 24 attraverso una valutazione di merito che prenderà in considerazione:

  • la previsione di un importo maggiore da destinare al progetto, a favore degli utenti, rilevabile dal piano finanziario (attribuzione di 1 punto per ogni ulteriori € 200 destinati, fino a un massimo di punti 6);
  • il numero di soggetti destinatari (attribuzione di 3 punti per ogni soggetto oltre i 16 minimi previsti, fino a un massimo di punti 6);
  • il precedente inserimento lavorativo con contratti di lavoro di utenti al termine di iniziative progettuali degli UEPE o di Istituti di pena (attribuzione di 1 punto per ogni inserimento effettuato, fino a un massimo di punti 6);
  • il carattere innovativo e l’originalità del progetto rispetto all’idea, alla metodologia e all’organizzazione (attribuzione di punti da 0 a 6).

In caso di offerte che abbiano riportato uguale punteggio complessivo l’intervento verrà aggiudicato al concorrente il cui Progetto abbia conseguito il punteggio più elevato per il parametro “1”.

In caso di ulteriore parità l’appalto verrà aggiudicato a sorte.


ESECUZIONE DELLE ATTIVITA’ PREVISTE NELLA PROPOSTA PROGETTUALE

Atteso lo stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, la stipula della convenzione con l'Ente aggiudicatario e il relativo avvio delle attività, saranno garantiti compatibilmente con le disposizioni normative vigenti.

L’esecuzione delle attività sarà monitorata dal Responsabile del progetto individuato dall’Amministrazione procedente, che collaborerà con il Referente del progetto individuato dall’Ente aggiudicatario. Il Responsabile del progetto individuato dall’Amministrazione procedente avrà facoltà di stabilire modalità di rilevazione dell’aderenza delle attività svolte rispetto alla proposta progettuale e del buon andamento del progetto.

L’Ente aggiudicatario dovrà comunicare preventivamente all’Amministrazione i nominativi degli addetti allo svolgimento delle attività previste dal progetto. L’Amministrazione ha facoltà, in ogni tempo, di richiedere la sostituzione delle unità individuate se non gradite.

Il presente avviso assolve agli obblighi di pubblicità e trasparenza dettati dalle normative vigenti.

Napoli, 8 marzo 2022

Il Direttore reggente
dott.ssa Claudia Nannola