Seguici su

DIRETTORI - Concorso pubblico per titoli ed esame orale, su base distrettuale, per il reclutamento di 400 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato per il profilo di Direttore - ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA - 17 novembre 2020 - Scheda di sintesi

 


I vincitori potrebbe essere interessati alla Circolare 18 marzo 2021 - Nuovi assunti - Disposizioni su prestazioni lavorative iniziate prima dell’assunzione presso l’Amministrazione giudiziaria, con particolare riferimento alle funzioni di magistrato onorario e di avvocato

 

 

Pubblicazione 29 aprile 2021 - SCELTA sede dei VINCITORI nelle corti d'appello Napoli e Roma

Con provvedimento del Direttore generale del Personale e della Formazione del 21 aprile 2021 è disposta l’assunzione a tempo indeterminato di numero 31 candidati risultati vincitori nel Concorso pubblico, per titoli ed esame orale, su base distrettuale, per il reclutamento di complessive n. 400 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato per il profilo di Direttore, da inquadrare nell’Area funzionale Terza, Fascia economica F3, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria – Distretto Corte di Appello di NAPOLI.

La scelta della sede avverrà tramite piattaforma informatica, già in uso per la registrazione al concorso, nelle giornate comprese tra il 30 aprile e il 4 maggio 2021, accedendo alla sezione “GESTIONE PREFERENZA SEDE”.

Si pubblica l'elenco delle sedi fra le quali operare la scelta:

distretto di NAPOLI
Sede Posti Bando
AVELLINO 3
BENEVENTO 2
NAPOLI 18
NOLA 2
S. M. CAPUA VETERE 4
TORRE ANNUNZIATA 2
totale posti 31

 

Con provvedimento del Direttore generale del Personale e della Formazione del 21 aprile 2021 è stata disposta l’assunzione a tempo indeterminato di numero 54 candidati risultati vincitori nel Concorso pubblico, per titoli ed esame orale, su base distrettuale, per il reclutamento di complessive n. 400 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato per il profilo di Direttore, da inquadrare nell’Area funzionale Terza, Fascia economica F3, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria – Distretto Corte di Appello di ROMA.

La scelta della sede avverrà tramite piattaforma informatica, già in uso per la registrazione al concorso, nelle giornate comprese tra il 30 aprile e il 4 maggio 2021, accedendo alla sezione “GESTIONE PREFERENZA SEDE”.

Si pubblica l'elenco delle sedi fra le quali operare la scelta:

Distretto di ROMA
Sede Posti Bando
CIVITAVECCHIA 4
FROSINONE 1
LATINA 4
RIETI 2
ROMA 34
TIVOLI 2
VELLETRI 6
VITERBO 1
totale posti 54

 

 

Pubblicazione 22 aprile 2021 - GRADUATORIE DEFINITIVE per distretti di Corte di Appello

 


Pubblicazione 6 aprile 2021 - GRADUATORIE DEFINITIVE RETTIFICATE per distretti di Corte di Appello

 

 


Pubblicazione 1°aprile 2021 - GRADUATORIA DEFINITIVA per distretto di Corte di Appello

 


Pubblicazione 31 marzo 2021 - GRADUATORIA DEFINITIVA per distretto di Corte di Appello
 

 


Pubblicazione 25 marzo 2021 - GRADUATORIA DEFINITIVA per distretto di Corte di Appello
 

 


Pubblicazione 16 marzo 2021 - GRADUATORIE DEFINITIVE per distretto di Corte di Appello
 

 


Pubblicazione 9 marzo 2021 - GRADUATORIA DEFINITIVA Uffici giudiziari nazionali e Amministrazione centrale
 

 


Pubblicazione 5 marzo 2021 - GRADUATORIE DEFINITIVE per distretto di Corte di Appello
 

 

 

Avviso 25 febbraio 2021 - Pubblicazione di 400 posti nella qualifica di Direttore per la prossima assegnazione ai vincitori
 

Provvedimento direttore generale 25 febbraio 2021
 

 


GRADUATORIE DEFINITIVE per distretto di Corte di Appello
 

Pubblicazione del 26 febbraio 2021
 


Pubblicazione del 17 febbraio 2021


Pubblicazione del 10 febbraio 2021


Pubblicazione del 4 febbraio 2021

 


Avviso 25 gennaio 2021 - Rettifica sede di esame

A parziale modifica di quanto stabilito nel P.D.G. del 22 dicembre 2021, le prove d’esame, per i candidati del Distretto di Cagliari/Sassari, si svolgerà, presso i locali della Procura Generale sita in Piazza Adriana n.2-Roma.

UFFICIO
III Concorsi e Inquadramenti

 


Secondo avviso 22 gennaio 2021 - Svolgimento delle prove in presenza


Prot. DOG.9911.U del 19.01.2021

Avuto riguardo a quanto stabilito dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in pari data, si confermano integralmente le indicazioni già offerte nei singoli provvedimenti in data 21 dicembre 2020 di convocazione dei candidati davanti alle Commissioni esaminatrici a partire dal prossimo 25 gennaio.

In particolare, la normativa attualmente in vigore consente lo svolgimento delle prove orali in presenza (cfr. l’articolo 1, comma 10, lettera z) del citato decreto, che reitera analoghe statuizioni già vigenti pro tempore).

Le prove, con ogni evidenza, dovranno essere effettuate nel rigoroso rispetto di tutte prescrizioni socio-sanitarie impartite dalle competenti Autorità a contrasto della pandemia Covid-19 (in particolare e tra l’altro, conformemente alle Faq consultabili sul sito del Governo: numero di ingressi ristretto e programmato e adeguato scaglionamento nel tempo delle prove di più candidati, uso obbligatorio di dispositivi di protezione individuale, costante mantenimento della distanza di sicurezza).

Gli Uffici ospitanti provvederanno dunque a posizionare all’ingresso dell’aula predisposta per lo svolgimento della prova, adeguatamente arieggiata, erogatori di gel igienizzanti con cartellonistica ben visibile che ne imponga l’utilizzo a chiunque prima dell’ingresso. L’accesso all’aula e la permanenza al suo interno saranno consentiti solo a chi indossi correttamente la mascherina, in modo tale da coprire costantemente naso e bocca.

All’ingresso nei locali della Corte di Appello potrà procedersi, come d’ordinario, ai controlli sulla temperatura corporea.

Le modalità per la partecipazione del pubblico alle sedute di esame e gli eventuali limiti derivanti da ragioni di prevenzione del contagio (a mero titolo esemplificativo: non più di due persone oltre ai candidati convocati per la medesima sessione mattutina o pomeridiana) sono rimessi alla valutazione dei Capi degli Uffici ospitanti.

Solo in caso di eventuali futuri provvedimenti normativi, sopravvenuti prima della conclusione delle prove nei vari Distretti, tali da incidere sulla mobilità delle persone ai fini del presente concorso, la prova potrà eventualmente essere svolta da remoto, ai sensi degli articoli 248, comma 1, lettera a) e 249, comma 1, del decreto-legge n. 34 del 2020, mediante la piattaforma Microsoft Teams, con collegamento presso uno degli Uffici giudiziari più vicini al domicilio indicato nella domanda di partecipazione e previa pubblicazione di apposito avviso sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia.

Analoga modalità di svolgimento della prova orale potrà essere adottata in caso di legittimo impedimento – specifico e personale (e pertanto non riconducibile alla mera vigenza di normativa, anche con efficacia solo locale, di contrasto alla pandemia) – del candidato a raggiungere la sede di esame, tempestivamente dedotto e documentalmente provato.

La presente nota sarà pubblicata sul sito istituzionale del Ministero della giustizia.

 


Avviso 22 gennaio 2021 - Integrazione commissioni esaminatrici

Con decreti adottati tra il 18 e il 21 gennaio 2021, sono integrate alcune delle commissioni di esame approvate con i decreti 15 gennaio 2021

Con decreto specifico 18 gennaio 2021, sono altresì corretti alcuni errori materiali contenuti nei provvedimenti di nomina delle commissioni costituite presso i distretti di Corte di appello di Catanzaro, Torino e Lecce

 

 


Avviso 21 gennaio 2021 - P.d.g. 21 gennaio 2021 - Rettifica sede di esame candidati distretto di Trieste

 


Avviso 15 gennaio 2021 - Nomina commissioni esaminatrici

Con decreti del 15 gennaio 2021 sono state approvate, per ciascun distretto di Corte di Appello di cui all’art. 1 co. 1 del bando di Concorso pubblico, per titoli ed esame orale, su base distrettuale, per il reclutamento di complessive n. 400 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato per il profilo di Direttore, da inquadrare nell’Area funzionale Terza, Fascia economica F3, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria, le Commissioni esaminatrici per i distretti di Corte di Appello di seguito indicati:

 

Il Direttore Generale
Alessandro Leopizzi

 

 

Avviso 13 gennaio 2021 - P.d.g. 13 gennaio 2021 - Rettifica sede di esame candidati distretto di Napoli
 

 


Avviso 22 dicembre 2020 GRADUATORIE e CONVOCAZIONI
 

Con decreti del 21 dicembre 2020 sono state approvate, per ciascun distretto di Corte di Appello di cui all’art. 1 co. 1 del bando di Concorso, le graduatorie preliminari dei candidati ammessi a sostenere le prove orali, comprensive dei punteggi conseguiti nella valutazione dei titoli, per i distretti di Corte di Appello di seguito indicati

Con decreti del 22 dicembre 2020 sono stati approvati i calendari di convocazione delle prove orali di cui all’art. 6 del bando sopracitato.

I candidati di ciascun distretto saranno esaminati dalla Commissione esaminatrice costituita presso la Corte di Appello limitrofa ai sensi dell’art.6 co. 2 del bando, secondo gli allegati calendari di convocazione.
 

Graduatorie e convocazioni restano in linea fino al 31 dicembre 2021

Il Direttore Generale
Alessandro Leopizzi

 

Avviso 17 novembre 2020 - AVVISO DI SELEZIONE

Con DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE DEL 17 NOVEMBRE 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IVa Serie Speciale “Concorsi ed Esami” n. 90 del 17 novembre 2020, é indetto un concorso pubblico per titoli ed esame orale, su base distrettuale, per il reclutamento di complessive n. 400 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato per il profilo di Direttore, da inquadrare nell’Area funzionale Terza, Fascia economica F3, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria – ad eccezione della Regione Valle d’Aosta.

Per la partecipazione al concorso è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

Diploma di Laurea di vecchio ordinamento (DL) in: Giurisprudenza; Economia e commercio; Scienze politiche;

ovvero

Laurea Specialistica (LS) in: 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; 64/S Scienze dell’economia; 84/S Scienze economico-aziendali; 57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; 60/S Relazioni internazionali; 70/S Scienze della politica; 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni; 88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo; 89/S Sociologia; 99/S Studi europei:

ovvero

Laurea Magistrale (LM) in: LMG/01 Giurisprudenza; LM-77 Scienze economico-aziendali; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-52 Relazioni internazionali; LM-56 Scienze dell’economia; LM-62 Scienze della politica; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-88 Sociologia e ricerca sociale; LM-90 Studi europei;

ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;

E’ altresì richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:

  1. avere prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria, nella qualifica di funzionario giudiziario, per almeno cinque anni, senza demerito;
  2. avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno cinque anni, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  3. essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno cinque anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  4. avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (ivi compresi i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di secondo grado;
  5. essere da almeno due anni ricercatore ai sensi dell’articolo 24, comma 3, lettera b), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, in materie giuridiche;
  6. avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni;
  7. avere conseguito il titolo di dottore di ricerca in materie giuridiche e avere svolto attività lavorativa per almeno sei mesi presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l’accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea;
  8. avere svolto attività lavorativa per almeno cinque anni presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l’accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, compilando il modulo online sul sito del Ministero della giustizia,

entro il termine perentorio di trenta giorni decorrenti dal giorno della pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IVa Serie Speciale “Concorsi ed Esami” n. 90 del 17 novembre 2020

In caso di più invii della domanda di partecipazione, verrà presa in considerazione la domanda inviata per ultima, intendendosi le precedenti integralmente e definitivamente revocate e private d’effetto.

Alla scadenza del termine ultimo per la presentazione delle domande, il sistema informatico non consentirà più l’accesso al modulo telematico, né l’invio della domanda.

Non sono ammessi a partecipare al concorso i candidati le cui domande siano state redatte, presentate o inviate con modalità diverse da quelle sopra indicate.

IL DIRETTORE GENERALE
Alessandro Leopizzi

 


DECRETO del DIRETTORE GENERALE 17 novembre 2020
 

MANUALE per la registrazione e la domanda di partecipazione (formato pdf, 1335 kb) -  versione aggiornata al 26 novembre 2020


REGISTRAZIONE

DOMANDA  Il form sarà attivo a partire dalle 00:01 del 18 novembre 2020