salta al contenuto

Operatore giudiziario - 15 settembre 2020 - Concorso pubblico, mediante colloquio di idoneità e valutazione dei titoli, per il reclutamento di complessive n. 1.000 unità di personale non dirigenziale, con contratto di lavoro a tempo determinato della durata di ventiquattro mesi per il profilo di Operatore giudiziario, Area II - fascia economica F1 nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia - Amministrazione giudiziaria, ad eccezione della Regione Valle d’Aosta - Scheda di sintesi


►Avviso 16 settembre 2020

Con Decreto dirigenziale del 15 settembre 2020 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale  - 4^ serie speciale concorsi ed esami  n. 72 del 15 settembre 2020, è indetto un concorso pubblico, mediante colloquio di idoneità e valutazione dei titoli, per il reclutamento di complessive n. 1.000 unità di personale non dirigenziale, con contratto di lavoro a tempo determinato della durata di ventiquattro mesi, anche in sovrannumero rispetto all’attuale dotazione organica, per il profilo di Operatore giudiziario, da inquadrare nell’Area funzionale II, Fascia economica F1, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria, ad eccezione della Regione Valle d’Aosta.

Il concorso, previsto dall’articolo 255 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77 (cosiddetto “Decreto Rilancio”), si presenta come particolarmente innovativo, per le modalità di reclutamento e per essere espressamente riservato – ferma restando la riserva di legge prevista dal codice dell’ordinamento militare – in favore di coloro che hanno già svolto positivamente attività di formazione e tirocinio presso l’Amministrazione giudiziaria.

È infatti legittimato a partecipare soltanto:

  1. chi ha completato il periodo di perfezionamento presso l’Ufficio per il processo;
  2. chi ha completato il tirocinio formativo di cui all'articolo 37, comma 11, d.l. 6 luglio 2011, n. 98;
  3. chi ha svolto, con esito positivo, il tirocinio ai sensi dell’articolo 73, d.l. 21 giugno 2013, n. 69;
  4. chi ha svolto, per almeno un anno, attività di tirocinio e collaborazione presso gli Uffici giudiziari, attestate dai Capi degli Uffici medesimi, diversa da quelle indicate nei due punti precedenti;
  5. i volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate, congedati senza demerito o nel corso di ulteriore rafferma;
  6. gli ufficiali di complemento che hanno completato senza demerito, la ferma biennale, la ferma prefissata o la ferma contratta.

Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, compilando il modulo on line sul sito del Ministero della giustizia, entro il termine perentorio di trenta giorni decorrenti dal giorno della pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IVa Serie Speciale “Concorsi ed Esami”.
In caso di più invii della domanda di partecipazione, verrà presa in considerazione la domanda inviata per ultima, intendendosi le precedenti integralmente e definitivamente revocate e private d’effetto.
Alla scadenza del termine ultimo per la presentazione delle domande, il sistema informatico non consentirà più l’accesso al modulo telematico, né l’invio della domanda.
Non sono ammessi a partecipare al concorso i candidati le cui domande siano state redatte, presentate o inviate con modalità diverse da quelle sopra indicate.

 

REGISTRAZIONE

FORM DI DOMANDA

GUIDA alla compilazione (pdf, 971 Kb)

Dichiarazione sostitutiva certificazione (pdf, 636 Kb)

Attestazione tirocinio (pdf, 590 Kb)