salta al contenuto

Allievo agente polizia penitenziaria - 11 febbraio 2019 - Concorso per 754 posti ruoli maschile e femminile - Scheda di sintesi


Avviso 18 ottobre 2019 ore 10.45  - Risultati prova di esame rettificati
 

Sono in linea i risultati rettificati relativi alle prove scritte. Ogni candidato può visualizzare esclusivamente la propria scheda inserendo il proprio codice fiscale.


entra nella GRADUATORIA

 


Avviso 17 ottobre 2019 - Pubblicazione risultati prova di esame rettificati
 

  1. Si comunica che a seguito dell’avviso pubblicato in data 9 agosto 2019 in ordine alle modalità di accesso agli atti relativi alla prova di esame a decorrere dal 5 settembre 2019, sono pervenute segnalazioni da parte di alcuni candidati in ordine ad errori materiali nel conteggio delle risposte date.

La Commissione esaminatrice ha pertanto provveduto ad effettuare le dovute verifiche, procedendo a tutela di tutti i concorrenti e a garanzia della regolarità dell'azione amministrativa e dell'intera procedura concorsuale, al controllo delle schede risposta di tutti i candidati partecipanti alla prova di esame.

  1. Si comunica che dal giorno 18 ottobre 2019 saranno pubblicati i risultati delle prove di esame con le dovute rettifiche.
  2. Si è altresì proceduto alla esclusione dei candidati risultati non in possesso dei requisiti previsti dal bando.
  3. Ai sensi di quanto stabilito al punto 8 dell’art. 10 del bando di concorso, sono ammessi alla fase concorsuale successiva i candidati idonei alla prova scritta, classificati entro le posizioni:

Per i posti a concorso di cui all’art. 1, comma 1, lett. a):

  • Ruolo maschile: fino al n. 680 e tutti coloro che hanno riportato lo stesso punteggio del n. 680 (punteggio 9,125)
  • Ruolo femminile: fino al n. 224 e tutti coloro che hanno riportato lo stesso punteggio del n. 224 (punteggio 8,625)

Per i posti a concorso di cui all’art. 1, comma 1, lett. b):

  • Ruolo maschile: fino al n. 452 e tutti coloro che hanno riportato lo stesso punteggio del n. 452 (punteggio 9,725)
  • Ruolo femminile: fino al n. 152 e tutti coloro che hanno riportato lo stesso punteggio del n. 152 (punteggio 9,850)
     
  1. Tutti i candidati potranno nuovamente visualizzare il punteggio conseguito nella prova di esame, con le modalità di cui all’avviso del 30 luglio 2019, a partire dalla data indicata al punto 2.
  2. Ciascun candidato potrà avere accesso agli atti relativi alla propria prova di esame con le medesime modalità indicate nell’avviso del 9 agosto 2019.
  3. Si comunica che ai sensi dell’articolo 3, comma 5, del bando, nelle more della verifica del possesso dei requisiti, tutti gli aspiranti partecipano “con riserva” alle ulteriori fasi della procedura concorsuale per consentire all’ufficio di procedere alla verifica del possesso dei requisiti stabiliti dal bando da parte dei candidati. La mera indicazione di ammissione alla fase successiva, non costituisce, pertanto, alcun diritto ma rappresenta esclusivamente la condizione risultante dalla prova di esame.
  4. Si comunica, infine, che i candidati ammessi alla fase successiva (accertamenti pisco-fisici e attitudinali) riceveranno, a breve, comunicazione ufficiale di convocazione, riportante la data ed il luogo di presentazione, nonché l’elenco degli esami da produrre.
  5. Il presente avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Roma, 17 ottobre 2019

Il Direttore
Sabrina Carracoi

 


Avviso 6 settembre 2019 - Accesso agli atti
 

  • Manuale utente (pdf, 212 Kb)

  • I candidati che hanno presentato domanda con modalità telematiche ai sensi dell’art. 5 del bando e che riscontrino problematiche di accesso possono inviare una mail a concorsipersonale.dap@giustizia.it indicando le problematiche riscontrate, i propri dati anagrafici e il codice fiscale.

 


Avviso 9 agosto 2019 - Accesso agli atti

Di seguito al precedente avviso del 30 luglio 2019, per opportuna informativa, si comunica che l’accesso agli atti relativi alle prove di esame delle procedure concorsuali in argomento avverrà a decorrere dal 5 settembre 2019, nel rispetto dei termini stabiliti dalla vigente normativa in materia, con le seguenti modalità:

  • I candidati che hanno presentato domanda con modalità telematiche ai sensi dell’art. 5 del bando accedendo nella scheda di sintesi dello stesso presente sul sito www.giustizia.it, cliccando su “DOMANDA” ed inserendo le proprie credenziali (rilasciate quando è stata redatta la domanda di partecipazione, l’utenza corrisponde al proprio codice fiscale), nella propria casella personale potranno visualizzare e, se lo riterranno opportuno scaricare, la seguente documentazione relativa alle prove:
    1. scheda anagrafica personale;
    2. scheda delle risposte personale;
    3. questionario oggetto della seduta di prova;
    4. maschera delle risposte della seduta di prova.
       
  • I candidati che hanno presentato la domanda in forma cartacea a seguito dell’avviso pubblicato il primo aprile 2019, potranno inviare una mail a: concorsipoliziapenitenziaria.dap@giustizia.it, indicando il concorso di riferimento e il proprio codice fiscale. Nell’oggetto della mail occorrerà indicare la seguente dicitura “accesso agli atti della prova di esame”. Agli stessi verrà inviata, via mail, la stessa documentazione di cui al punto precedente, sempre a partire dal 5 settembre 2019. Si chiarisce, ad ogni buon fine, che le richieste di accesso presentate prima della pubblicazione del presente avviso non saranno tenute in considerazione.


Roma, 9 agosto 2019

Il Direttore Generale
Massimo Parisi

 


Avviso 1 agosto 2019 ore 8.50  - Risultati prova di esame
 

Sono in linea i risultati relativi alle prove scritte. Ogni candidato può visualizzare esclusivamente la propria scheda inserendo il proprio codice fiscale.


entra nella GRADUATORIA
 

 

 

Avviso 31 luglio 2019 ore 17.00 - Rinvio pubblicazione


Si avvisa che, al fine di evitare difficoltà di collegamento al sito istituzionale dipendenti da odierni motivi tecnici, la pubblicazione del link di accesso alla piattaforma per la consultazione dei risultati della procedura concorsuale avverrà non in data odierna, ma

nelle prime ore della mattina di domani 1° agosto.

 


Avviso 30 luglio 2019 - Pubblicazione risultati prova di esame

  1. Per opportuna conoscenza, si comunica che, come indicato al punto 18 del PDG 3 giugno 2019, pubblicato il 4 giugno 2019, i risultati della prova di esame saranno pubblicati in data 31 luglio 2019
     
  2. Tutti i candidati potranno verificare il punteggio loro assegnato accedendo a questa scheda di sintesi del concorso a partire dal giorno 31 luglio 2019

    Ogni candidato potrà avere accesso alla propria scheda e visualizzare l’esito della prova di esame, inserendo il proprio codice fiscale nell’apposita casella

  3. In caso di mancata visualizzazione del risultato i candidati potranno inviare una mail a: concorsipoliziapenitenziaria.dap@giustizia.it, indicando il concorso di riferimento e il proprio codice fiscale. Nell’oggetto della mail occorre indicare la seguente dicitura “impossibilità a visualizzare il proprio risultato”. In alternativa alla e-mail è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: 0666591029-30-33-35, attivi dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 17,00
     
  4. Si comunica che ai sensi dell’articolo 3, comma 5, del bando, nelle more della verifica del possesso dei requisiti, tutti gli aspiranti partecipano “con riserva” alle ulteriori fasi della procedura concorsuale per consentire all’ufficio di procedere alla verifica del possesso dei requisiti stabiliti dal bando da parte dei candidati. La mera indicazione di ammissione alla fase successiva, non costituisce, pertanto, alcun diritto ma rappresenta esclusivamente la condizione risultante dalla prova di esame
     
  5. Ai sensi di quanto stabilito al punto 8 dell’art. 10 del bando, sono ammessi alla fase concorsuale successiva tutti i candidati idonei alla prova scritta, nel rispetto di quanto indicato al punto precedente, classificati entro le posizioni:

Per i posti a concorso di cui all’art. 1, comma 1, lett. a):

  • Ruolo maschile: fino al n. 680 (punteggio 9,150)
  • Ruolo femminile: fino al n. 224 (punteggio 8,650)

Per i posti a concorso di cui all’art. 1, comma 1, lett. b):

  • Ruolo maschile: fino al n. 452 e tutti coloro che hanno riportato lo stesso punteggio del n. 452 (punteggio 9,725)
  • Ruolo femminile: fino al n. 152 e tutti coloro che hanno riportato lo stesso punteggio del n. 152 (punteggio 9,850)
     
  1. L’accesso agli atti relativi alla prova di esame delle procedure concorsuali in argomento avverrà nel rispetto dei termini stabiliti dalla vigente normativa in materia, con le seguenti modalità:
  • candidati che hanno presentato domanda con modalità telematiche ai sensi dell’art. 5 del bando accedendo nella scheda di sintesi dello stesso presente sul sito www.giustizia.it, cliccando su “DOMANDA” ed inserendo le proprie credenziali (rilasciate quando è stata redatta la domanda di partecipazione, l’utenza corrisponde al proprio codice fiscale), nella propria casella personale potranno visualizzare e, se lo riterranno opportuno scaricare, la seguente documentazione relativa alle prove:
    • scheda anagrafica personale
    • scheda delle risposte personale
    • questionario oggetto della seduta di prova
    • maschera delle risposte della seduta di prova
       
  • I candidati che hanno presentato la domanda in forma cartacea a seguito dell’avviso pubblicato il primo aprile 2019, potranno inviare una mail a: concorsipoliziapenitenziaria.dap@giustizia.it, indicando il concorso di riferimento e il proprio codice fiscale. Nell’oggetto della mail occorrerà indicare la seguente dicitura “accesso agli atti della prova di esame”. Agli stessi verrà inviata, via mail, la stessa documentazione di cui al punto precedente.
     
  1. Con successivo avviso sarà indicata la data dalla quale sarà consentito l’accesso agli atti
     
  2. Si comunica, infine, che gli accertamenti pisco-fisici e attitudinali nei confronti dei candidati ammessi avranno inizio presumibilmente nel mese di settembre 2019
     
  3. Con successivo avviso saranno fornite ulteriori informazioni in merito agli accertamenti pisco-fisici e attitudinali
     
  4. Il presente avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti

Roma, 29 luglio 2019

Il Direttore
Sabrina Carracoi

 


Avviso 1° luglio 2019 - Conferma calendario prove di esame

  1. Il calendario delle prove di esame del concorso pubblico per il reclutamento di complessivi n. 754 posti di allievo agente del Corpo di polizia penitenziaria, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana – IV Serie speciale – n. 18 del 5 marzo 2019, già pubblicato nel sito ufficiale del Ministero della Giustizia www.giustizia.it il 4 giugno 2019, nella scheda di sintesi del concorso, è confermato.
  2. I candidati devono presentarsi, come già stabilito nel citato provvedimento 4 giugno 2019 presso la sede ove si svolgerà la prova d’esame, obbligatoriamente muniti di penna nera e dei seguenti documenti:
    1. idoneo documento di riconoscimento e copia dello stesso;
    2. copia della domanda di partecipazione e ricevuta di avvenuta acquisizione informatica della stessa, così come previsto dall’articolo 5, comma 1, del bando (per tutti coloro che hanno utilizzato detta procedura; i candidati che hanno verificato la presenza del loro nominativo nell’elenco generale sono esonerati dal presentare la copia della ricevuta);
    3. copia della mail di conferma ricezione, per tutti coloro che hanno prodotto domanda cartacea in relazione all’avviso del primo aprile 2019 (i candidati che hanno verificato la presenza del loro nominativo nell’elenco generale sono esonerati dal presentare la copia della ricevuta);
    4. estratto della documentazione di servizio, pena la non valutabilità dei titoli, prevista dall’art. 1023, comma 3 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, redatto come da fac simile allegato al bando di concorso solo per i candidati ai concorsi di cui alla aliquota a): VFP1 in servizio da almeno sei mesi alla data di scadenza della domanda di partecipazione ovvero VFP1 in congedo e VFP4 in servizio o in congedo (art. 7, comma 1 del bando di concorso).
  3. Si porta a conoscenza che, per agevolare l’afflusso dei candidati, questa Amministrazione ha istituto un servizio, gratuito e riservato esclusivamente agli stessi, che in ogni giorno ed in ogni seduta prevista per le prove garantirà il collegamento con la Scuola per mezzo di pullman che effettueranno la partenza dalla stazione “Muratella”, posta sulla linea ferroviaria metropolitana “FM1 - Roma Tiburtina/Aeroporto di Fiumicino”. Le partenze dei suddetti pullman avverranno almeno 90 minuti prima dell’orario di inizio di ogni prova. Al termine di ciascuna prova analogo servizio sarà svolto per accompagnare i candidati presso la citata stazione.
  4. Durante la prova d’esame è fatto divieto ai candidati di comunicare fra loro verbalmente o per iscritto, ovvero di mettersi in relazione con altri salvo che con gli incaricati della vigilanza o con i componenti della Commissione. È vietato portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie. Non sarà consentito inoltre l’uso di telefoni cellulari, apparati radiotrasmittenti, calcolatrici e qualsiasi altro strumento elettronico, informatico o telematico che consenta la comunicazione fra candidati o con l’esterno. Si rappresenta, al riguardo, che la sala di esame sarà sottoposta a schermatura delle frequenze atte a comunicazioni e che i candidati potranno essere sottoposti in qualsiasi momento a controlli.

Le presenti disposizioni hanno valore di notifica a tutti gli effetti.

Roma, 1° luglio 2019

Il Direttore Generale
Massimo Parisi
 

 

 

Avviso 21 giugno 2019 - Banca dati domande

In linea la banca dati delle domande da cui saranno estratte quelle della prova d'esame.

Il testo di ciascuna domanda è corredato da quattro risposte. La risposta esatta è indicata nella prima delle quattro colonne riservate alle possibili risposte.

Banca dati delle domande relative a:

 

Avvisi 20 giugno 2019 - Banca dati quesiti

la pubblicazione della banca dati quesiti avverrà il 21 giugno

Eventuali segnalazioni sui quesiti, possono essere inviate dai candidati a: concorsifunzionicentrali.dgpr.dap@giustizia.it

La casella di posta elettronica

  • è attiva fino al 5 luglio 2019
  • non restituisce risposte

Le segnalazioni

  • inviate oltre il termine del 5 luglio non saranno valutate
  • se non riguardano i quesiti pubblicati non saranno prese in considerazione
  • dovranno indicare:
  1. nell’oggetto il concorso di riferimento (754 posti Allievo Agente di polizia penitenziaria)
  2. nel corpo della mail il numero/i della/e domanda/e motivo di segnalazione, riportando per ciascuna, sinteticamente, l’eventuale errore
  3. nome, cognome e codice fiscale
  • non allegare alcun documento
     

I quesiti non possono essere impropriamente utilizzati e/o diffusi. L’amministrazione si riserva ogni forma di tutela per eventuali indebiti utilizzi della banca dati.
 

Nuova pubblicazione dell'ELENCO generale dei candidati PARTECIPANTI, aggiornato al 19 GIUGNO, a seguito delle segnalazioni previste al punto 7 del p.d.g. 3 giugno 2019

 

 

Avviso 7 giugno 2019 - Decreto 6 giugno 2019 - Nomina Commissione esaminatrice

 

Avviso 4 giugno 2019 - Decreto 3 giugno 2019 - Diario prove d'esame

 


Avviso 20 maggio 2019 - Rinvio pubblicazione calendario prove d'esame

AVVISO

  1. Le date e la sede  di svolgimento della prova di esame del concorso pubblico per sami, per il reclutamento di complessivi n. 754 posti (varie aliquote) di allievo agente del Corpo di polizia penitenziaria, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana – IV Serie speciale – n. 18 del 5 marzo 2019, saranno stabilite con successivo provvedimento che sarà pubblicato nel sito ufficiale del Ministero della Giustizia: www.giustizia.it, nel link dedicato al concorso, in data 4 giugno 2019.
  2. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti.


Roma, 14 maggio 2019

Il Direttore generale
Pietro Buffa

 


Avviso 1 aprile 2019 - PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA REGISTRAZIONE DELL’ACCOUNT ED AL RELATIVO ACCESSO

Per opportuna informativa, si comunica che tutti coloro che hanno riscontrato delle problematiche in relazione all’accesso alla scheda di sintesi del concorso in argomento, a partire dal giorno 2 aprile 2019, possono produrre la domanda di partecipazione utilizzando esclusivamente le seguenti modalità.

  1. Scaricare il Modello di domanda (allegato 1) dal seguente link : https://www.giustizia.it/resources/cms/documents/754_allievi_agenti_11febb2019_domanda.pdf e compilarlo indicando la data e apponendo in calce la propria firma.
  2. Dopo essere stata scansionata in formato PDF, inviare la domanda debitamente allegata alla seguente mail: concorsifunzionicentrali.dgpr.dap@giustizia.it entro il giorno 4 aprile 2019.
  3. Dopo aver inviato la domanda, ogni candidato riceverà una mail di conferma ricezione.
  4. Il giorno della prova di esame il candidato dovrà esibire la copia della domanda e la copia della mail di conferma ricezione debitamente stampate.

Non saranno accolte le domande prodotte oltre il giorno 4 aprile 2019 e con modalità diverse da quelle sopra indicate.

Tale procedura è riservata esclusivamente ai candidati che hanno evidenziato problematiche connesse alla registrazione e/o all’accesso dell’account.

Roma, 1 aprile  2019

 

 


FAQ Tecniche
 

  1. Se uso la freccia del browser, oppure ricarico la pagina, esco dalla procedura?

Per scorrere all’indietro le pagine della domanda è opportuno usare il tasto “Indietro” visibile nella parte bassa di ogni pagina, invece, usando la freccia del browser, oppure ricaricando la pagina, si chiude la sessione di lavoro ed è indispensabile presentarsi nuovamente con le proprie credenziali.

  1. Se invio una nuova domanda posso ancora vedere quelle inoltrate precedentemente?

No! Inviando una nuova domanda vengono annullate tutte le precedenti relative allo stesso bando che quindi non saranno più consultabili.

  1. Posso correggere una domanda già inoltrata?

No! Una domanda inviata non può in alcun modo essere modificata; nel caso ci si accorga che una domanda contiene qualche errore solo dopo averla inoltrata, l’unica possibilità è annullarla inoltrandone una nuova che sostituirà integralmente la precedente.

  1. Ho perso la ricevuta e la domanda. Posso recuperarle? E come?

Si! È possibile recuperare la domanda e la ricevuta accedendo all’applicazione dei concorsi e scegliendo il menu “Visualizza situazione domande”. Una volta selezionata la domanda INVIATA e cliccato il pulsante “Gestisci”, è possibile procedere nuovamente al download dei file PDF della ricevuta e della domanda presentata.

 

FAQ Amministrative

  1. Quale è la modalità di presentazione della domanda?

La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta ed inviata esclusivamente con modalità telematiche, compilando l’apposito modulo (FORM) entro il termine perentorio del 4 aprile 2019, (30 giorni decorrenti dal giorno successivo alla pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV^ Serie Speciale, concorsi ed esami, n. 18 del 5 marzo 2019)
Il modulo della domanda (FORM) e le modalità operative di compilazione ed invio telematico sono disponibili dal giorno della suddetta pubblicazione sul sito ufficiale del Ministero della giustizia, www.giustizia.it.
Non sono ammessi a partecipare al concorso i candidati le cui domande siano state redatte, presentate o inviate con modalità diverse da quelle sopra indicate, fatte salve le problematiche di cui all’art. 5, punto 3 del bando.

  1. Cosa devo stampare e portare il giorno della prova?

Dopo aver seguito le modalità operative di compilazione ed invio telematico della domanda il sistema restituirà due PDF, uno concernente la domanda di partecipazione e uno relativo alla ricevuta di invio, completa del numero identificativo della domanda, data ed ora di presentazione, che il candidato dovrà salvare, stampare, conservare. Il giorno della prova di esame il candidato dovrà esibire, quale titolo per la partecipazione, la domanda di partecipazione, da firmare all’atto dell’ingresso, la ricevuta di invio nonché idoneo documento di riconoscimento in corso di validità e fotocopia dello stesso.

  1. Devo fare upload della domanda e inviarla firmata al sistema?

No. Il candidato il giorno della prova di esame dovrà esibire, quale titolo per la partecipazione, la domanda di partecipazione, da firmare all’atto dell’ingresso la ricevuta di invio nonché idoneo documento di riconoscimento in corso di validità e fotocopia dello stesso

  1. Quali sono i dati da inserire nella domanda?

Prima di iniziare a compilare l’apposito modulo (FORM) Le suggeriamo di leggere attentamente le indicazioni contenute nel bando di concorso, ed in particolare quelle stabilite agli articoli 2 e 5 del bando e la guida alla compilazione della domanda.

  1. Per partecipare al concorso è necessario essere cittadini italiani?

Il punto 1, lettera a) dell’articolo 2 del bando prevede espressamente, per l’amissione al concorso, la cittadinanza italiana.
Il punto 2 del medesimo articolo 2 prevede, inoltre, che i requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso (4 aprile 2019).

  1. Posso presentare domanda per più concorsi?

NO. E’ possibile presentare la domanda di partecipazione per una sola procedura, come espressamente indicato all’art. 1, punto 2 del bando.
Ciò in quanto il calendario sarà unico.

  1. Posso partecipare con un titolo di studio equivalente conseguito all’estero e riconosciuto ai sensi della vigente normativa?

Si. L’art. 2 prevede, quale titolo di studio per l’ammissione al concorso, per coloro che partecipano per i posti di cui all’art. 1, lett. b) - cd. “civili” il “Diploma d'istruzionep; secondaria superiore che consente l'iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario”. Ai sensi della vigente normativa sono considerati validi altri diplomi dichiarato equipollente o equivalente dalle competenti autorità, oppure titoli di studio superiori.

  1. Quale è il requisito culturale per l’ammissione al concorso?

Per coloro che partecipano per i posti di cui all’art. 1, lett. a) il titolo culturale per l’ammissione al concorso è il seguente:
diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media).

Per coloro che partecipano per i posti di cui all’art. 1, lett. b) - cd. “civili” il titolo culturale per l’ammissione al concorso è il seguente:
diploma d'istruzione; secondaria superiore che consente l'iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario

Detti titoli devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso (4 aprile 2019)

  1. Per chi sono i posti riservati?

I posti di riserva di cui all’art. 1, punto 2 del bando, sono 2 (uno maschile ed uno femminile) e concernono coloro che sono in possesso dell’attestato di bilinguismo (lingua italiana e tedesca) previsto dall’art. 4 del D.P.R. 26 luglio 1976, n. 752 e successive modifiche, per l’assegnazione agli istituti penitenziari della provincia di Bolzano.
Nella domanda i concorrenti devono obbligatoriamente precisare in quale lingua (italiana o tedesca) intendano sostenere la prova concorsuale.
I posti riservati, qualora non coperti, saranno devoluti agli altri concorrenti in ordine di graduatoria.    

  1. Se dichiaro un titolo della cui validità non ho ancora piena certezza cosa mi succede?

L’articolo 3, punto 5 del bando prevede che i candidati sono ammessi con riserva alle prove d’esame. Per difetto dei requisiti prescritti, o per la mancata osservanza dei termini stabiliti nel presente bando, l’Amministrazione può disporre, in ogni momento, l’esclusione dal concorso e la revoca di ogni atto o provvedimento conseguente.
Inoltre, il successivo punto 6 prevede che l’Amministrazione si riserva di provvedere alla verifica della veridicità delle dichiarazioni rilasciate dai partecipanti alla procedura, i quali si intendono altresì avvertiti delle conseguenze sotto il profilo penale, civile, amministrativo e delle dichiarazioni false o mendaci ai sensi degli articoli 75 e 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni e integrazioni, ivi compresa la perdita degli eventuali benefici conseguiti sulla base di dichiarazioni non veritiere.

  1. Non ho ancora maturato uno dei titoli richiesti posso partecipare?

Come espressamente stabilito all’articolo 2, punto 2 del bando, i requisiti indicati nel medesimo devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso (4 aprile 2018).

  1. Vi è un limite di età per la partecipazione al concorso?

Come espressamente stabilito all’articolo 2, lettera c) del bando, per l’ammissione al concorso occorre aver superato gli anni diciotto e non aver compiuto e quindi superato gli anni ventotto alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande (4 aprile 2019).
Non è consentita alcuna elevazione del limite di età di cui al punto precedente.

  1. Quali sono i nomi dei componenti della commissione esaminatrice?

La commissione esaminatrice non è stata ancora nominata.
Non appena sarà perfezionato il decreto di nomina sarà pubblicato sul sito ufficiale del Ministero della giustizia, www.giustizia.it

  1. Quando e dove si svolgeranno le prove di esame?

Le prove di esame si svolgeranno nel luogo e nelle date che saranno indicate mediante pubblicazione sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia, www.giustizia.it a partire dal 20 maggio 2019.
 

 


Avviso 5 marzo 2019

Pubblicato il Bando di concorso indetto con d.d. 11 febbraio 2019

La domanda di partecipazione va redatta ed inviata esclusivamente con modalità telematiche.

Qualora negli ultimi tre giorni lavorativi di presentazione delle domande di partecipazione, venisse comunicata l’indisponibilità del sistema informatico, i candidati, nei termini di cui al primo comma dell'art 5, potranno inviare la domanda, come da schema di domanda allegato al  bando di concorso, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, al Ministero della Giustizia - Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria - Direzione generale del personale e delle risorse – Ufficio VI - Concorsi, polizia penitenziaria - Largo Luigi Daga, n. 2 - 00164 Roma.

Le domande possono essere inoltrate dal 6 marzo 2019 al 4 aprile 2019.


REGISTRAZIONE (disponibile dal 6 marzo 2019)

DOMANDA (disponibile dal 6 marzo 2019)

GUIDA alla compilazione (pdf, 934 Kb)