salta al contenuto

Allievo agente polizia penitenziaria - 11 febbraio 2019 - Concorso per 754 posti ruoli maschile e femminile - Scheda di sintesi


FAQ Tecniche
 

  1. Se uso la freccia del browser, oppure ricarico la pagina, esco dalla procedura?

Per scorrere all’indietro le pagine della domanda è opportuno usare il tasto “Indietro” visibile nella parte bassa di ogni pagina, invece, usando la freccia del browser, oppure ricaricando la pagina, si chiude la sessione di lavoro ed è indispensabile presentarsi nuovamente con le proprie credenziali.

  1. Se invio una nuova domanda posso ancora vedere quelle inoltrate precedentemente?

No! Inviando una nuova domanda vengono annullate tutte le precedenti relative allo stesso bando che quindi non saranno più consultabili.

  1. Posso correggere una domanda già inoltrata?

No! Una domanda inviata non può in alcun modo essere modificata; nel caso ci si accorga che una domanda contiene qualche errore solo dopo averla inoltrata, l’unica possibilità è annullarla inoltrandone una nuova che sostituirà integralmente la precedente.

  1. Ho perso la ricevuta e la domanda. Posso recuperarle? E come?

Si! È possibile recuperare la domanda e la ricevuta accedendo all’applicazione dei concorsi e scegliendo il menu “Visualizza situazione domande”. Una volta selezionata la domanda INVIATA e cliccato il pulsante “Gestisci”, è possibile procedere nuovamente al download dei file PDF della ricevuta e della domanda presentata.

 

FAQ Amministrative

  1. Quale è la modalità di presentazione della domanda?

La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta ed inviata esclusivamente con modalità telematiche, compilando l’apposito modulo (FORM) entro il termine perentorio del 4 aprile 2019, (30 giorni decorrenti dal giorno successivo alla pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV^ Serie Speciale, concorsi ed esami, n. 18 del 5 marzo 2019)
Il modulo della domanda (FORM) e le modalità operative di compilazione ed invio telematico sono disponibili dal giorno della suddetta pubblicazione sul sito ufficiale del Ministero della giustizia, www.giustizia.it.
Non sono ammessi a partecipare al concorso i candidati le cui domande siano state redatte, presentate o inviate con modalità diverse da quelle sopra indicate, fatte salve le problematiche di cui all’art. 5, punto 3 del bando.

  1. Cosa devo stampare e portare il giorno della prova?

Dopo aver seguito le modalità operative di compilazione ed invio telematico della domanda il sistema restituirà due PDF, uno concernente la domanda di partecipazione e uno relativo alla ricevuta di invio, completa del numero identificativo della domanda, data ed ora di presentazione, che il candidato dovrà salvare, stampare, conservare. Il giorno della prova di esame il candidato dovrà esibire, quale titolo per la partecipazione, la domanda di partecipazione, da firmare all’atto dell’ingresso, la ricevuta di invio nonché idoneo documento di riconoscimento in corso di validità e fotocopia dello stesso.

  1. Devo fare upload della domanda e inviarla firmata al sistema?

No. Il candidato il giorno della prova di esame dovrà esibire, quale titolo per la partecipazione, la domanda di partecipazione, da firmare all’atto dell’ingresso la ricevuta di invio nonché idoneo documento di riconoscimento in corso di validità e fotocopia dello stesso

  1. Quali sono i dati da inserire nella domanda?

Prima di iniziare a compilare l’apposito modulo (FORM) Le suggeriamo di leggere attentamente le indicazioni contenute nel bando di concorso, ed in particolare quelle stabilite agli articoli 2 e 5 del bando e la guida alla compilazione della domanda.

  1. Per partecipare al concorso è necessario essere cittadini italiani?

Il punto 1, lettera a) dell’articolo 2 del bando prevede espressamente, per l’amissione al concorso, la cittadinanza italiana.
Il punto 2 del medesimo articolo 2 prevede, inoltre, che i requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso (4 aprile 2019).

  1. Posso presentare domanda per più concorsi?

NO. E’ possibile presentare la domanda di partecipazione per una sola procedura, come espressamente indicato all’art. 1, punto 2 del bando.
Ciò in quanto il calendario sarà unico.

  1. Posso partecipare con un titolo di studio equivalente conseguito all’estero e riconosciuto ai sensi della vigente normativa?

Si. L’art. 2 prevede, quale titolo di studio per l’ammissione al concorso, per coloro che partecipano per i posti di cui all’art. 1, lett. b) - cd. “civili” il “Diploma d'istruzionep; secondaria superiore che consente l'iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario”. Ai sensi della vigente normativa sono considerati validi altri diplomi dichiarato equipollente o equivalente dalle competenti autorità, oppure titoli di studio superiori.

  1. Quale è il requisito culturale per l’ammissione al concorso?

Per coloro che partecipano per i posti di cui all’art. 1, lett. a) il titolo culturale per l’ammissione al concorso è il seguente:
diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media).

Per coloro che partecipano per i posti di cui all’art. 1, lett. b) - cd. “civili” il titolo culturale per l’ammissione al concorso è il seguente:
diploma d'istruzione; secondaria superiore che consente l'iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario

Detti titoli devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso (4 aprile 2019)

  1. Per chi sono i posti riservati?

I posti di riserva di cui all’art. 1, punto 2 del bando, sono 2 (uno maschile ed uno femminile) e concernono coloro che sono in possesso dell’attestato di bilinguismo (lingua italiana e tedesca) previsto dall’art. 4 del D.P.R. 26 luglio 1976, n. 752 e successive modifiche, per l’assegnazione agli istituti penitenziari della provincia di Bolzano.
Nella domanda i concorrenti devono obbligatoriamente precisare in quale lingua (italiana o tedesca) intendano sostenere la prova concorsuale.
I posti riservati, qualora non coperti, saranno devoluti agli altri concorrenti in ordine di graduatoria.    

  1. Se dichiaro un titolo della cui validità non ho ancora piena certezza cosa mi succede?

L’articolo 3, punto 5 del bando prevede che i candidati sono ammessi con riserva alle prove d’esame. Per difetto dei requisiti prescritti, o per la mancata osservanza dei termini stabiliti nel presente bando, l’Amministrazione può disporre, in ogni momento, l’esclusione dal concorso e la revoca di ogni atto o provvedimento conseguente.
Inoltre, il successivo punto 6 prevede che l’Amministrazione si riserva di provvedere alla verifica della veridicità delle dichiarazioni rilasciate dai partecipanti alla procedura, i quali si intendono altresì avvertiti delle conseguenze sotto il profilo penale, civile, amministrativo e delle dichiarazioni false o mendaci ai sensi degli articoli 75 e 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni e integrazioni, ivi compresa la perdita degli eventuali benefici conseguiti sulla base di dichiarazioni non veritiere.

  1. Non ho ancora maturato uno dei titoli richiesti posso partecipare?

Come espressamente stabilito all’articolo 2, punto 2 del bando, i requisiti indicati nel medesimo devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso (4 aprile 2018).

  1. Vi è un limite di età per la partecipazione al concorso?

Come espressamente stabilito all’articolo 2, lettera c) del bando, per l’ammissione al concorso occorre aver superato gli anni diciotto e non aver compiuto e quindi superato gli anni ventotto alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande (4 aprile 2019).
Non è consentita alcuna elevazione del limite di età di cui al punto precedente.

  1. Quali sono i nomi dei componenti della commissione esaminatrice?

La commissione esaminatrice non è stata ancora nominata.
Non appena sarà perfezionato il decreto di nomina sarà pubblicato sul sito ufficiale del Ministero della giustizia, www.giustizia.it

  1. Quando e dove si svolgeranno le prove di esame?

Le prove di esame si svolgeranno nel luogo e nelle date che saranno indicate mediante pubblicazione sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia, www.giustizia.it a partire dal 20 maggio 2019.
 

 


Avviso 5 marzo 2019

Pubblicato il Bando di concorso indetto con d.d. 11 febbraio 2019

La domanda di partecipazione va redatta ed inviata esclusivamente con modalità telematiche.

Qualora negli ultimi tre giorni lavorativi di presentazione delle domande di partecipazione, venisse comunicata l’indisponibilità del sistema informatico, i candidati, nei termini di cui al primo comma dell'art 5, potranno inviare la domanda, come da schema di domanda allegato al  bando di concorso, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, al Ministero della Giustizia - Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria - Direzione generale del personale e delle risorse – Ufficio VI - Concorsi, polizia penitenziaria - Largo Luigi Daga, n. 2 - 00164 Roma.

Le domande possono essere inoltrate dal 6 marzo 2019 al 4 aprile 2019.


REGISTRAZIONE (disponibile dal 6 marzo 2019)

DOMANDA (disponibile dal 6 marzo 2019)

GUIDA alla compilazione (pdf, 934 Kb)