salta al contenuto

Magistrato ordinario - 15 giugno 2018 - Concorso per 11 posti riservato alla provincia di Bolzano - Scheda di sintesi


Avviso 30 ottobre 2018 - Codici ammessi

Facendo seguito alle richieste telefoniche che pervengono dai candidati in ordine alla tipologia dei codici ammissibili alle prove scritte, al fine di assicurare il buon andamento delle operazioni concorsuali, si ribadisce che sono vietati i codici illustrati, annotati e/o commentati con dottrina e/o giurisprudenza (con esclusione delle sentenze della Corte costituzionale riportate in addenda ai singoli articoli interessati direttamente dalle pronunzie di incostituzionalità totale o parziale), esplicitati articolo per articolo, muniti di schemi di qualunque genere, contenenti "mappe" esplicative o "tabelle" che non siano quelle previste dalla legge (ad es. in materia di stupefacenti), aggiunte, suggerimenti o specificazioni di tipo dottrinario o enciclopedico di qualunque tipo.

In conformità agli orientamenti espressi dalle Commissioni dei precedenti concorsi nazionali in magistratura, sono ammissibili i codici, comunemente diffusi in commercio, corredati da indici cronologici, analitico-alfabetico (o sistematico-alfabetico) e/o sommario.
Si rammenta, infine, che la Commissione esaminatrice procederà al controllo dei codici e dei testi ammessi in ogni momento della procedura, sino alla conclusione delle prove concorsuali. Salvo che il candidato non si ritiri, gli è fatto divieto di portare via, al termine delle prime due prove scritte, i codici che ritenga non più utilizzabili.

L'Amministrazione presenterà denunzia penale nei confronti del candidato che verrà trovato in possesso di un codice dolosamente artefatto.

 


Avvisi 29 ottobre 2018
 

Decreto 25 ottobre 2018 - Nomina Commissione esaminatrice
 

Avviso ai candidati ai sensi dell'art. 11 R.D. 15.10.1925 n. 1860

  • E’ fatto divieto assoluto di introdurre nelle aule telefoni cellulari, agende elettroniche, smartwatch ed altri strumenti idonei alla memorizzazione di informazioni ovvero alla ricezione e trasmissione di dati, carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni non autorizzati.
  • Ai sensi dell’art. 7 R.D. n. 1860/1925, i candidati possono consultare i semplici testi dei codici, delle leggi e dei decreti dello Stato, del «Corpus iuris» e delle istituzioni di Gaio, da essi preventivamente comunicati alla commissione, e da questa posti a loro disposizione previa verifica.
  • Nessuna spiegazione in ordine al tema potrà essere richiesta dai candidati, né data dai commissari.
  • Salvo sacchetti trasparenti contenenti alimenti e bevande, non è consentita l’introduzione di contenitori o borse di qualunque genere o dimensione. I candidati sono invitati a non portare con sé tali oggetti mancando un servizio di custodia e guardaroba.
  • Durante l’espletamento della prova non è consentito allontanarsi dall’aula di esame per approvvigionarsi di generi alimentari e bevande.
  • E’ rigorosamente inibito ai concorrenti, durante tutto il tempo in cui si trattengono nei locali destinati per l’esame, di conferire verbalmente coi compagni o di scambiare qualsiasi comunicazione per iscritto, come pure di comunicare in qualunque modo con estranei.
  • Potranno essere effettuati controlli ai sensi dell’art. 7 R.D. n. 1860/1925.
  • Il mancato rispetto delle prescrizioni suindicate, di quelle contenute nel D.10 settembre 2018, delle disposizioni impartite nel corso degli esami dalla Commissione esaminatrice, della normativa generale contenuta nel R.D. n. 1860/1925 e nell’art. 13 D.P.R. n. 487/1994, nonché ogni condotta fraudolenta o violenta comporterà l’immediata esclusione del candidato dall’esame.
  • I concorrenti non potranno accedere ai bagni prima di due ore dall’inizio della prova né potranno lasciare la sede d’esame prima di quattro ore dalla dettatura del tema, anche in caso di ritiro o di espulsione.
  • Vige in tutti locali il divieto di fumare.

Materiale non consentito, regole redazione elaborato, ritiro dalla procedura

In relazione alle prove scritte, si richiama quanto stabilito nel decreto ministeriale 10 settembre 2018
In particolare:
E’ fatto assoluto divieto di introdurre nell’aula d’esame carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque genere non autorizzati, telefoni cellulari, agende elettroniche e qualsiasi strumento idoneo alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati.

I concorrenti potranno essere sottoposti in qualsiasi momento a controlli.

Non è altresì consentito introdurre borse di alcun tipo o dimensione: i candidati, oltre agli indispensabili effetti personali, potranno portare con sé, per consumarli nel corso delle prove, alimenti e bevande contenuti in appositi sacchetti trasparenti.

Non sono previsti servizi di guardaroba o deposito bagagli; pertanto i candidati sono invitati a lasciare altrove qualsiasi oggetto di cui non è permessa l’immissione in sala.

Parimenti, non è possibile introdurre POST IT, MATITE, EVIDENZIATORI O PENNARELLI, PENNE DI COLORE ROSSO, RIGHELLI.

IL TEMA DEVE ESSERE SCRITTO, SIA IN BELLA CHE IN BRUTTA COPIA, CON PENNA DELLO STESSO COLORE (COLORE NERO  O BLU)
SI RACCOMANDA, ALTRESI, DI NON SOTTOLINEARE I CODICI ED I TESTI DI LEGGE CHE SARANNO SOTTOPOSTI AL VAGLIO DELLA COMMISSIONE.


Prove scritte

In ciascun giorno di prova scritta (7, 8 e 9 novembre 2018), il candidato, dopo quattro ore dalla dettatura, può consegnare l’elaborato o ritirarsi dal concorso. Qualora volesse ritirarsi,  il candidato, nel lasciare la sede , deve portare con sé i codici ed i testi di legge utilizzati per la prova.

Non è possibile ritirarsi dopo essersi identificati: occorre attendere che siano decorse quattro ore dalla dettatura della traccia.


Divieto utilizzazione fogli protocollo forniti dall'Amministrazione

E' vietato, prima della dettatura della traccia, utilizzare i fogli protocollo forniti dall'Amministrazione per redigere appunti, schemi o annotazioni di qualunque genere.
Il candidato che contravviene alla presente disposizione sarà escluso dalla procedura concorsuale mediante immediata espulsione.

Al termine della prova, ogni candidato, pena l'espulsione, dovrà consegnare sia la bella che la brutta copia, nonché restituire all'Amministrazione i fogli residui non utilizzati.

 

 

Avviso 16 ottobre 2018D.m. 10 settembre 2018 - Diario prove scritte
 

Navette per raggiungere la sede concorsuale:

Il giorno 6 novembre 2018 sarà possibile usufruire di una navetta per raggiungere la sede concorsuale, sita in Via di Brava, n. 99; la navetta della polizia penitenziaria partirà dalla metro A, stazione CORNELIA, alle ore 10 ed alle ore 14; nei giorni 7, 8 e 9 novembre 2018, vi sarà un’unica partenza, alle ore 7.30, dalla metro A, stazione CORNELIA.

 

 

Avviso 3 settembre 2018 - Domande irricevibili

In linea l'elenco delle domande irricevibili relative al concorso a 11 posti di magistrato ordinario riservato alla provincia di Bolzano indetto con d.m. 15 giugno 2018.

►Domande irricevibili (pdf, 6 Kb)

L'elenco rimarrà pubblicato sino al 3 novembre 2018 dopo tale data non sarà più raggiungibile.

 

 

Avviso 27 giugno 2018 - Comunicato

Si comunica che nella Gazzetta Ufficiale – 4ª serie speciale “Concorsi ed esami” – n. 50 del 26 giugno 2018 e nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino Alto Adige n. 26 del 27 giugno 2018, è stato pubblicato il bando di concorso per esami a 11 posti di magistrato ordinario, riservato alla Provincia di Bolzano.

Il Direttore dell’Ufficio
Alessandra Celentano

Ministerium für Justiz
Abteilung für die Organisation des Gerichtswesens, des Personals und der Dienste
Generaldirektion für Richter und Staatsanwälte
Amt II

Man teilt mit, dass im Amtsblatt der Republik - 4. Sonderauflage „Wettbewerbe und Prüfungen“ - Nr. 50 des 26. Juni 2018 und im Amtsblatt der Region Trentino-Südtirol Nr. 26 vom 27. Juni 2018, die Bekanntmachung der Wettbewerbsausschreibung nach Prüfungen zur Besetzung von 11 Richterstellen für ordentliche Gerichte veröffentlicht wurde, die der Provinz Bozen vorbehalten sind. 

Die Amtsdirektorin
Alessandra Celentano

 

 

Avviso 26 giugno 2018 - D.m 15 giugno 2018 - Bando di concorso (pubblicato nella G. U. n. 50 del 26 giugno 2018 - 4^ serie speciale)
 

Allegato relativo alle modalità di compilazione e invio della domanda (pdf, 36 Kb)
 

  1. La procedura di compilazione ed invio della domanda di partecipazione al concorso a è interamente ed esclusivamente telematica.
  2. Il candidato dovrà preliminarmente registrarsi sul sito del Ministero della Giustizia, inserendo le credenziali di autenticazione richieste dal bando. Effettuata la registrazione, dovrà compilare il form di domanda disponibile sul sito e registrare i dati inseriti; il sistema informatico notificherà al candidato il file contenente la domanda di partecipazione che dovrà essere salvata, stampata, firmata, scansionata in formato PDF (unitamente a copia del documento di riconoscimento ed all’attestato di conoscenza delle lingue italiano e tedesco) ed inviata attraverso l’upload/caricamento del file contenente la domanda sul sito.
  3. La procedura è interamente guidata.
  4. In mancanza di invio, la domanda sarà considerata tamquam non esset.
  5. Possono partecipare al concorso solo ed esclusivamente coloro i quali siano in possesso, oltre che dei requisiti previsti dal decreto legislativo 5 aprile 2006 n. 160, dei due requisiti speciali, previsti dal D.P.R. 26 luglio 1976, n. 752, ovvero:
    1. certificato di appartenenza o aggregazione al gruppo linguistico (italiano, tedesco e ladino), di cui all’art. 20 ter, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752;
    2. attestato di conoscenza – o titolo equipollente - delle lingue italiano e tedesco, di cui agli artt. 3 e 4, comma 3, n. 4, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, come modificati dal decreto legislativo 14 maggio 2010, n. 86, riferito al titolo di studio “diploma di laurea”
  6. Inoltre, i candidati, per poter partecipare alla procedura concorsuale, dovranno essere in regola con il pagamento di un diritto di segreteria, pari a 50 euro.
  7. I termini per l’invio telematico della domanda scadranno il 26 luglio 2018.

REGISTRAZIONE

ACCESSO alla procedura di compilazione della domanda

PASSWORD dimenticata


Per problematiche tecniche, i candidati possono chiedere supporto esclusivamente via e-mail a:
supportotecnicoutenti.siticoncorsiesami@giustizia.it, indicando:

  • Oggetto: Supporto procedura Magistrati
  • Richiedente:
  • Codice fiscale:
  • Mail utilizzata nella registrazione:
  • Breve descrizione della problematica:

In casi particolari il supporto può valutare di contattare il candidato telefonicamente per la soluzione della problematica segnalata.

Per problematiche giuridiche inerenti al bando, i candidati dovranno inviare mail con il quesito all’indirizzo di posta elettronica specificato nell’art. 15 del bando