salta al contenuto

Magistrato ordinario - 15 giugno 2018 - Concorso per 11 posti riservato alla provincia di Bolzano - Scheda di sintesi


Avviso 18 luglio 2018

In linea il d.m. 16 luglio 2018  di nomina dei componenti della commissione concorso per 11 posti di magistrato ordinario riservato alla provincia autonoma di Bolzano, per le lingue straniere.

 

Avviso 27 giugno 2018 - Comunicato

Si comunica che nella Gazzetta Ufficiale – 4ª serie speciale “Concorsi ed esami” – n. 50 del 26 giugno 2018 e nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino Alto Adige n. 26 del 27 giugno 2018, è stato pubblicato il bando di concorso per esami a 11 posti di magistrato ordinario, riservato alla Provincia di Bolzano.

Il Direttore dell’Ufficio
Alessandra Celentano

Ministerium für Justiz
Abteilung für die Organisation des Gerichtswesens, des Personals und der Dienste
Generaldirektion für Richter und Staatsanwälte
Amt II

Man teilt mit, dass im Amtsblatt der Republik - 4. Sonderauflage „Wettbewerbe und Prüfungen“ - Nr. 50 des 26. Juni 2018 und im Amtsblatt der Region Trentino-Südtirol Nr. 26 vom 27. Juni 2018, die Bekanntmachung der Wettbewerbsausschreibung nach Prüfungen zur Besetzung von 11 Richterstellen für ordentliche Gerichte veröffentlicht wurde, die der Provinz Bozen vorbehalten sind. 

Die Amtsdirektorin
Alessandra Celentano

 

 

Avviso 26 giugno 2018 - D.m 15 giugno 2018 - Bando di concorso (pubblicato nella G. U. n. 50 del 26 giugno 2018 - 4^ serie speciale)
 

Allegato relativo alle modalità di compilazione e invio della domanda (pdf, 36 Kb)
 

  1. La procedura di compilazione ed invio della domanda di partecipazione al concorso a è interamente ed esclusivamente telematica.
  2. Il candidato dovrà preliminarmente registrarsi sul sito del Ministero della Giustizia, inserendo le credenziali di autenticazione richieste dal bando. Effettuata la registrazione, dovrà compilare il form di domanda disponibile sul sito e registrare i dati inseriti; il sistema informatico notificherà al candidato il file contenente la domanda di partecipazione che dovrà essere salvata, stampata, firmata, scansionata in formato PDF (unitamente a copia del documento di riconoscimento ed all’attestato di conoscenza delle lingue italiano e tedesco) ed inviata attraverso l’upload/caricamento del file contenente la domanda sul sito.
  3. La procedura è interamente guidata.
  4. In mancanza di invio, la domanda sarà considerata tamquam non esset.
  5. Possono partecipare al concorso solo ed esclusivamente coloro i quali siano in possesso, oltre che dei requisiti previsti dal decreto legislativo 5 aprile 2006 n. 160, dei due requisiti speciali, previsti dal D.P.R. 26 luglio 1976, n. 752, ovvero:
    1. certificato di appartenenza o aggregazione al gruppo linguistico (italiano, tedesco e ladino), di cui all’art. 20 ter, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752;
    2. attestato di conoscenza – o titolo equipollente - delle lingue italiano e tedesco, di cui agli artt. 3 e 4, comma 3, n. 4, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, come modificati dal decreto legislativo 14 maggio 2010, n. 86, riferito al titolo di studio “diploma di laurea”
  6. Inoltre, i candidati, per poter partecipare alla procedura concorsuale, dovranno essere in regola con il pagamento di un diritto di segreteria, pari a 50 euro.
  7. I termini per l’invio telematico della domanda scadranno il 26 luglio 2018.

REGISTRAZIONE

ACCESSO alla procedura di compilazione della domanda

PASSWORD dimenticata


Per problematiche tecniche, i candidati possono chiedere supporto esclusivamente via e-mail a:
supportotecnicoutenti.siticoncorsiesami@giustizia.it, indicando:

  • Oggetto: Supporto procedura Magistrati
  • Richiedente:
  • Codice fiscale:
  • Mail utilizzata nella registrazione:
  • Breve descrizione della problematica:

In casi particolari il supporto può valutare di contattare il candidato telefonicamente per la soluzione della problematica segnalata.

Per problematiche giuridiche inerenti al bando, i candidati dovranno inviare mail con il quesito all’indirizzo di posta elettronica specificato nell’art. 15 del bando