Servizio di manutenzione impianto idrico-sanitario della sede ministeriale di via Arenula 70 e degli uffici giudiziari di Roma capitale della dna di via Giulia 52 e del casellario giudiziale centrale di p.zza di Firenze 27 - Dipartimento organizzazione giudiziaria - ROMA - CIG 8537114955 - Determina a contrarre, provvedimento di ammissione e aggiudicazione

21 giugno 2021


Prot. n.0008107.ID del 21/06/2021

Il DIRETTORE GENERALE

VISTA la delibera a contrarre di cui al decreto prot. n. 0006038.ID del 10 maggio 2021 per l’affidamento, tramite Richiesta di Offerta sulla piattaforma informatica Me.PA., secondo il criterio del prezzo più basso, di cui all’art. 63 D. Lgs. 50/2016 come previsto dall’art. 1 comma 2 lett. b) e commi 3 e 4 del D.L. 16 luglio 2020 n. 76 (Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale) applicabile in deroga all’art. 36 comma 2 lett. b, del D. Lgs. 50/2016, per il servizio di manutenzione dell’impianto idrico-sanitario per la sede ministeriale di via Arenula 70 e degli uffici giudiziari di Roma Capitale del DNA di via Giulia 52 e del Casellario Giudiziale Centrale di p.zza di Firenze 27, per il periodo dal 01/08/2021 al 31/07/2022; (CIG 87480764B0);

VISTA la procedura negoziata indetta per l’affidamento dei lavori su indicati tramite Richiesta di Offerta sul Me.PA. RdO n. 2802215 del 14/05/2021 a cui sono stati invitati n. 5 operatori economici;

CONSIDERATO che sono pervenute n. 3 offerte dalle seguenti imprese:

  • ICR IMPIANTI E COSTRUZIONI srl;
  • MOLINARI srl;
  • PIANETA SERVIZI srl;
     

VISTA l’apertura della documentazione amministrativa tramite piattaforma informatica Mepa in data 31 maggio 2021, così come previsto dal disciplinare di gara;

VISTO il provvedimento di ammissione alla fase successiva della gara, consistente alla apertura delle offerte economiche Prot. n.0007183.ID del 01/06/2021 e la comunicazione del decreto di ammissione/esclusione a tutti i concorrenti tramite piattaforma telematica Mepa e pubblicazione, previste dalla vigente normativa;

VISTE l’apertura, tramite piattaforma Mepa, delle offerte economiche che di seguito si riportano:

  1. Icr Impianti e Costruzioni s.r.l.: ribasso 11,80%;
  2. Molinari s.r.l.: ribasso 7,50%;
  3. Pianeta Servizi s.r.l.; ribasso 9,15%

CONSIDERATO pertanto, che sempre in data 09 giugno 2021 il Responsabile del Procedimento, sulla base di quanto sopra osservato, ha formulato, tramite piattaforma elettronica, proposta di aggiudicazione provvisoria al concorrente Icr Impianti e Costruzioni S.r.l. di Roma, che ha offerto il ribasso migliore pari all’11,80%;

RITENUTO che non sussistono, allo stato, motivi validi per discostarsi da quanto proposto dal Responsabile del Procedimento;

VISTO il decreto legislativo n. 50/2016 e s.m.i.;

VISTA la legge e il regolamento sulla contabilità generale dello Stato;

APPROVA

la proposta di aggiudicazione avanzata dal Responsabile del Procedimento in data 09 giugno 2021 e pertanto,

AGGIUDICA

l’appalto del servizio di manutenzione dell’impianto idrico-sanitario per la sede ministeriale di via Arenula 70 e degli uffici giudiziari di Roma Capitale del DNA di via Giulia 52 e del Casellario Giudiziale Centrale di p.zza di Firenze 27, (RdO n. 2802215 del 14/05/2021) alla ditta Icr Impianti e Costruzioni s.r.l. con sede legale in via Gaudenzio Fantoli, 25 - 00149 Roma, C.F./P.IVA 12487131000 per l’importo complessivo di Euro 63.981,45 al netto di IVA, oltre €. 15.000,00 al netto di IVA per interventi extra-canone, nonché Euro 2.626,24 al netto di IVA per oneri interferenziali della sicurezza non soggetti a ribasso, cosi’ ripartiti:

  1. Importo lavori assoggettati al ribasso di gara dell’11,80%: €. 63.981,45 oltre IVA
  2. Importo per interventi extra-canone €. 15.000,00 oltre IVA
  3. Oneri interferenziali della sicurezza €. 626,24 oltre IVA

TOTALE €. 81.607,69 oltre IVA

Il presente provvedimento è reso noto dalla competente articolazione di questa Direzione generale nelle forme e modalità previste dalla normativa vigente.

Il Direttore generale
Massimo Orlando

 

Prot. n.0007183.ID del 01/06/2021

IL DIRETTORE GENERALE

VISTO il provvedimento n. 0006038.ID del 10 maggio 2021 con la quale si dava corso alla procedura di affidamento, mediante piattaforma MEPA, del servizio di manutenzione dell’impianto idrico-sanitario per la sede ministeriale di via Arenula 70 e degli uffici giudiziari di Roma Capitale della DNA di via Giulia 52 e del Casellario Giudiziale Centrale di p.zza di Firenze 27, per il periodo dal 01/07/2021 al 30/06/2022, per un importo complessivo pari ad Euro 90.167,57 mediante gara a procedura aperta con il criterio del prezzo più basso;

VISTI i verbali di gara n.1 e 2 del 31/05/2021;

CONSIDERATO che le offerte pervenute entro la scadenza fissata nel bando risultano essere n. 3 e che, come si evince dai verbali di cui sopra, l’Autorità di gara ha disposto, dopo la verifica della “Documentazione Amministrativa”, l’ammissione alla fase successiva della gara (consistente nell’apertura delle Offerte Economiche) di tutti e 3 i concorrenti:

  1. ICR IMPIANTI E COSTRUZIONI s.r.l;
  2. MOLINARI s.r.l.;
  3. PIANETA SERVIZI s.r.l.;

RITENUTE conformi alla lex specialis le ammissioni disposte dall’Autorità di gara in relazione alla documentazione presentata dai singoli offerenti attestante l’assenza di motivi di esclusione di cui all’art. 80 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, e la sussistenza dei requisiti economico-finanziari e tecnico-professionali;

CONSIDERATO che il provvedimento con il quale è disposta l’ammissione ovvero l’esclusione dalla gara dei partecipanti è soggetto, ai sensi dell’art. 29 del D.lgs n. 50/2016, a pubblicazione sul profilo del committente al fine di consentire l’eventuale proposizione del ricorso ai sensi dell’art. 120, comma 2-bis del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 (codice dei processo amministrativo);

VISTA la legge e il regolamento sulla contabilità generale dello Stato;

DETERMINA

l’ammissione alla fase successiva della gara, consistente nell’apertura delle offerte tecniche, dei concorrenti elencati nelle premesse del presente atto.

Il presente provvedimento è pubblicato ai fini e per gli effetti di cui all’art. 29, comma 1 del D.lgs n. 50/2016 sul sito istituzionale di questo Ministero, non essendo ancora attiva la piattaforma digitale istituita presso l’A.N.AC.

Il Direttore generale
Massimo Orlando

 


Ministero della Giustizia
Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei servizi
Direzione Generale delle Risorse materiali e delle Tecnologie
Il Direttore Generale

Prot. n.0006038.ID del 10/05/2021

Determina a contrarre per l’affidamento, mediante piattaforma mepa, del servizio di manutenzione impianto idrico-sanitario della sede ministeriale di via Arenula 70 e degli uffici giudiziari di Roma capitale della Dna di via Giulia 52 e del Casellario giudiziale centrale di p.zza di Firenze 27, per il periodo dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022.

Il Direttore Generale

Nella sua qualità di responsabile della spesa

Visto l’art. 1, comma 2 della legge 24 aprile 1941, n. 392, così come modificato dall’art. 1, commi 526 e 527 della legge 23 dicembre 2014, n. 190;

Visto il D.P.C.M. 15 giugno 2015, n. 84, recante il Regolamento di riorganizzazione del Ministero della giustizia e riduzione degli uffici dirigenziali e delle dotazioni organiche con particolare riferimento all’art. 5, comma 2, lett. b), nella parte in cui stabilisce la competenza di questa Direzione Generale in ordine alla acquisizione, progettazione e gestione dei beni mobili, immobili e dei servizi dell'amministrazione centrale e degli uffici giudiziari nazionali;

Visto il Decreto del Ministro della Giustizia 14 dicembre 2015, recante “misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra la Direzione generale delle risorse materiali e delle tecnologie e altre articolazioni del Ministero della giustizia e per l’individuazione delle misure di raccordo con le competenze di altri dipartimenti, nonché concernente l’individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale e la definizione dei relativi compiti ai sensi dell’art. 16 del d.p.c.m. 84/2015”;

Rilevato che l’art. 31 del D.lgs. 18/04/2016 n. 50 (Nuovo Codice dei contratti pubblici) prevede che, per ogni singolo intervento da realizzarsi mediante un contratto, le Amministrazioni Pubbliche aggiudicatrici sono obbligate a nominare un responsabile del procedimento, che svolga le attività ivi previste; che l’art. 272, comma 4 del D.P.R. 5/10/2010 n. 207 (Regolamento di Esecuzione del codice dei contratti pubblici) prevede che il responsabile del procedimento è un funzionario anche di qualifica non dirigenziale dell’Amministrazione appaltatrice;

Valutata la necessità di assicurare, per la sede ministeriale di via Arenula 70 e le sedi giudiziarie di Roma Capitale di via Giulia 52 e p.zza di Firenze 27, la manutenzione ordinaria degli impianti idrico-sanitari;

Considerato che è obbligatorio, per le Amministrazioni dello Stato, acquistare i servizi necessari alla propria attività istituzionale avvalendosi di taluni strumenti messi a disposizione da Consip S.p.A., tra cui le Convenzioni quadro e il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA), purché le utilità oggetto del fabbisogno siano ivi disponibili;

Vista la scadenza dell’attuale contratto di manutenzione, fissata al 30 giugno 2021;

Rilevato che, allo stato, non è ancora stata attivata, dalla centrale di committenza nazionale (Consip SpA), la Convenzione quadro denominata Facility Management 4 avente ad oggetto l’erogazione, tra gli altri, dei servizi di manutenzione programmata (impianti elettrici, di raffrescamento/riscaldamento, idrico-sanitari, elevatori, antincendio, minuto mantenimento edile, presidio tecnologico);

Considerato che la predetta Convenzione quadro offre servizi di sicuro interesse di questa Amministrazione in ordine alla gestione ordinaria degli immobili alla stessa affidati e che, tra quelli, è presente il servizio di manutenzione oggetto del presente affidamento;

Considerata, nelle more dell’attivazione della Convenzione quadro FM4, l’assoluta indispensabilità dell’acquisizione del servizio di cui trattasi per un periodo-ponte di mesi 12 (dodici), indicativamente decorrente - tenuto conto dei tempi ordinariamente necessari alla definizione di un procedimento di negoziazione sul Me.P.A. – dal 1° luglio 2021 e fino al 30 giugno 2022;

Ritenuto necessario procedere con lo strumento della Richiesta d’Offerta (RDO) con invito rivolto ad almeno 5 operatori, secondo quanto stabilito dalla Legge 11 settembre 2020 n. 120 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, recante «Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitali» (Decreto Semplificazioni), avvalendosi dello strumento del Mercato elettronico messo a disposizione da Consip SpA (Me.P.A.) per l’acquisizione del suddetto servizio che potrà essere, comunque, interrotto al momento dell’eventuale adesione al Facility Management 4;

Visto il D.M. 24 luglio 2020 con il quale è stata rinnovata la reggenza della Direzione Generale delle Risorse Materiali e delle Tecnologie del Dipartimento dell’Organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, allo scrivente Direttore Generale del bilancio e della contabilità del medesimo Dipartimento;

Visto il capitolato redatto dalla componente tecnica di questa Direzione Generale;

Visto il valore del presente appalto, stimato in complessivi €. 90.167,57 al netto d’IVA di cui € 15.000,00 oltre IVA per interventi extracanone ed €. 2.626,24 oltre IVA per oneri interferenziali della sicurezza non soggetti a ribasso;

Considerato che la base d’asta per la procedura competitiva va fissata in €. 72.541,33 al netto d’IVA come da documentazione prodotta dalla componente tecnica di questa Direzione Generale;

Visti gli artt. 4, 5, 6 della legge n. 241/1990 e ss.mm.ii.;

Visto il D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., con particolare riferimento agli artt. 31 e 32;

Visti la legge e il regolamento afferenti la contabilità generale dello Stato;

DETERMINA

  1. l’acquisizione, tramite Me.P.A., del servizio di manutenzione degli impianti idrico-sanitari per gli immobili ad uso della sede ministeriale di via Arenula 70 e degli uffici giudiziari di Roma Capitale della DNA di via Giulia 52 e del Casellario Giudiziale Centrale di P.zza di Firenze 27, per il periodo dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022, fissando l’importo a base d’asta in €. 72.541,33 + IVA, utilizzando il criterio del prezzo più basso e rivolto ad almeno 5 operatori economici, avvalendosi dello strumento del Mercato elettronico (ME.P.A) messo a disposizione da Consip SpA e nel rispetto del principio di rotazione;
  2. l’acquisizione dovrà avvenire attraverso la procedura negoziata, senza bando, di cui all’art. 63 D. Lgs. 50/2016 come previsto dall’art. 1 comma 2 lett. b) e commi 3 e 4 del D.L. 16 luglio 2020 n. 76 (Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale) applicabile in deroga all’art. 36 comma 2, del D. Lgs. 50/2016 fatti salvi i principi di carattere generale per le acquisizioni di servizi e forniture sotto soglia, qualora la determina a contrarre o altro atto di avvio della procedura sia adottato entro il 30 giugno 2021;
  3. tenuto conto del valore dell’appalto, dovrà essere osservata la disciplina in materia di garanzie richieste all’affidatario di cui agli artt. 93 e 103 D.lgs. n. 50/2016;
  4. la spesa graverà sui fondi ordinari di bilancio di cui ai capitoli 1461.18 e 1451.18;

NOMINA

per la predetta procedura Responsabile del Procedimento il funzionario tecnico arch. Massimo Guglielmi, che svolgerà tutti i compiti previsti dall’art. 31 e dalle altre disposizioni del codice dei contratti pubblici, in particolare l’accertamento previsto dalla lettera b) comma 4 del citato articolo nonché gli adempimenti previsti dall’art. 3 della Legge n. 136/2010 e successive modifiche di cui al D.L. n. 187/2010 convertito con L. 217/2010.

Il Direttore generale
Massimo Orlando