salta al contenuto

Servizio di ristorazione a ridotto impatto ambientale nelle mense per la Polizia penitenziaria per il Provveditorato -Fornitura lampadine di vario tipo e batterie per gli ups Toscana e Umbria - Determine di aggiudicazione n. 233 e 244

3 maggio 2019

 

Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria
per la Toscana e Umbria

Decreto n. 244 del 3 maggio 2019

DETERMINA A CONTRARRE
(art. 32 comma 2 del Decreto Legislativo del 18.04.2016 n. 50)

OGGETTO: Affidamento diretto ex art. 36, comma 2, lett. a) del D. Lgs. 50/2016, tramite Trattativa Diretta MePA per la fornitura lampadine di vario tipo e batterie per gli ups per gli uffici del Provveditorato Regionale per la Toscana e l’Umbria.

Visto il decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, ed in particolare il comma 2 dell’art. 32, il quale prevede che, prima dell’avvio delle procedure di affidamento dei contratti pubblici, le stazioni appaltanti, in conformità ai propri ordinamenti, decretino o determinino di contrarre, individuando gli elementi essenziali del contratto e i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte;

Visto il Decreto del Capo del Dipartimento datato 20 dicembre 2002 che disciplina l’acquisizione in economia di beni e servizi da parte degli uffici centrali e periferici dell’Amministrazione Penitenziaria;

Tenuto conto che con nota datata 17.04.2019 il Servizio Economato di questo Provveditorato ha evidenziato la necessità dell’acquisizione urgente di lampadine di vario tipo e batterie per gli ups necessari al funzionamento degli uffici;

Considerato che i beni oggetto della presente determina non sono presenti nelle convenzioni CONSIP attive sul MePA;

Considerato che è stata preliminarmente condotta un’indagine esplorativa tramite Trattativa Diretta n. 892773 del 17.04.2019 e che è stata acquisita n. 1 offerta da parte di operatore economico in grado di provvedere alla fornitura dei beni necessari;

Vista l’offerta prodotta dall’operatore economico Vangelisti Roberto S.n.c. per un importo complessivo di € 219,94 oltre l’IVA;

Ritenuto pertanto, che sussistano le condizioni per procedere all’affidamento mediante Trattativa Diretta all’operatore economico Vangelisti Roberto S.n.c. C.F. e P.I.: 01171730466 con sede in Via dei Salicchi n. 651/B località San Marco - 55100 – Lucca (LU), della fornitura di n. 32 lampade e n. 10 batterie per UPS per l’importo complessivo di € 219,94 oltre l’IVA;

Richiamato il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i. che all’art. 36, comma 2, lett. a), prevede che “per servizi o forniture inferiori a quarantamila euro, e' consentito l'affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento”;

Dato atto che, si è proceduto nel rispetto dei principi di cui all’art. 30 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. con particolare riguardo all’economicità, alla concorrenza, alla rotazione, ed al divieto di artificioso frazionamento della spesa;

Accertata la regolarità contributiva (DURC) dell’operatore economico prescelto;

Accertato che la disponibilità finanziaria sul pertinente capitolo n. 1762 pg 2 nel corrente esercizio finanziario è congrua per accogliere la spesa stimata per l’affidamento della fornitura in esame;

DETERMINA

per le motivazioni espresse in premessa, parte integrante della presente determina:

  1. l’avvio della procedura di affidamento diretto, ai sensi dell’art. 36 – comma 2 lett. a) – del d.lgs.n. 50/2016, alla ditta Vangelisti Roberto S.n.c. C.F. e P.I.: 01171730466 con sede in Via dei Salicchi n. 651/B località San Marco - 55100 – Lucca (LU) mediante trattativa MePA n. 892773 del 17.04.2019, per una spesa complessiva massima come appresso determinata:

a) acquisto di n.32 lampade e n. 10 batterie per UPS:  219,94

b) IVA al 22%: € 48,38

Spesa complessiva: € 268,32

  1. di autorizzare la spesa complessiva da porsi a carico del capitolo n. 1762 pg 2 nel corrente esercizio finanziario;
  2. il Responsabile Unico del Procedimento è la Dott.ssa Anna Rosaria Massa quale Direttore dell’Ufficio II – Risorse Materiali e Contabilità che ha acquisito dalla Piattaforma ANAC lo Smart Cig n. ZB32818E86 che identifica la fornitura oggetto del presente atto;
  3. di disporre che il pagamento verrà effettuato a seguito degli accertamenti in materia di pagamenti della PA ed al rispetto degli obblighi di cui all’art. 3 della L. 136/2010, e comunque previa presentazione di fatture debitamente controllate e vistate in ordine alla regolarità e rispondenza formale e fiscale;
  4. di pubblicare la presente determina sul sito internet del Ministero della Giustizia, www.giustizia.it - Amministrazione Trasparente.

L’originale del presente decreto viene conservato nella raccolta dei Decreti dell’Ufficio II – Risorse Materiali e Contabilità.

Il Provveditore
Antonio Fullone

 

 

Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria
per la Toscana e Umbria

Decreto n. 233 del 30 aprile 2019

Gara per l’affidamento del servizio di ristorazione presso le mense obbligatorie per il Personale di Polizia Penitenziaria negli Istituti penitenziari, scuole ed istituti di istruzione delle regioni Toscana e Umbria - Lotto n.1 Toscana (CIG 7723399E77) – Lotto n. 2 Umbria (CIG 7723423249) - Provvedimento di aggiudicazione ex articoli 32 e 33 del Decreto Legislativo 50/2016.

il Provveditore regionale

  • Visto il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 “Codice dei Contratti Pubblici”, in particolare l’articolo 33, comma 1, nella parte in cui prevede che “la proposta di aggiudicazione è soggetta ad approvazione dell’organo competente secondo l’ordinamento della stazione appaltante” e l’art. 32, comma 5, nella parte in cui prevede che “la stazione appaltante, previa verifica della proposta di aggiudicazione, ai sensi dell’art. 33, comma 1, provvede all’aggiudicazione”;
  • Vista la nota del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria - Direzione Generale del Personale e delle Risorse Ufficio IX – Gare e contratti prot. n. GDAP-0221146 del 05 luglio 2018 con la quale sono state impartite le disposizioni intese ad assicurare il servizio di mensa obbligatoria presso gli Istituti penitenziari e Servizi per il periodo 01.07.2019 - 30.06.2020 (vedasi anche nota Dap n. 0377935.U del 4/12/2018), mediante esperimento di gara ed aggiudicazione attraverso il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa;
  • Vista la determina a contrarre, Decreto n. 684 del 30 novembre 2018, con la quale si è provveduto ad individuare: gli elementi essenziali del contratto; i criteri di selezione degli operatori economici; i criteri di selezione delle offerte; i criteri di approvazione dei documenti di gara e relativi allegati;
  • Considerato che ai sensi dell’articolo 31 del decreto legislativo 50 del 2016, è stata nominata la Dott.ssa Anna Rosaria MASSA, quale Responsabile unico del procedimento, giusto Decreto n. 684 del 30 novembre 2018;
  • Vista la proposta di aggiudicazione del Responsabile Unico del Procedimento, di cui al verbale n. 8 del 18 aprile 2019, di cui agli articoli 32, comma 5 e 33, comma. 1, del Codice, che qui si richiama integralmente, consegnato nella stessa giornata, alla Stazione appaltante;
  • Considerato che dalla data di consegna della proposta di aggiudicazione da parte del Responsabile Unico del procedimento alla Stazione appaltate non è trascorso il termine di trenta giorni previsto dall’articolo 33, comma 1 del Codice che avrebbe determinato l’approvazione de facto della proposta di aggiudicazione;
  • Verificata ai sensi degli articoli 32, comma 5, e 33, comma 1, del Codice la proposta di aggiudicazione ed in particolare:
  1. che, ai sensi degli articoli 72 e 73 del Codice, il Bando di Gara è stato pubblicato sulla GUUE Servizi – Avviso di gara – Procedura aperta riferimento pubblicazione 2018/S 239 - 546202 del 12/12/2018 e sulla GURI V Serie Speciale - Contratti Pubblici n. 146 del 14/12/2018;
  2. che con noto protocollo 57029.2 del 18 gennaio 2019, è stata data comunicazione alle Prefetture interessate dell’indizione della gara e degli estremi delle pubblicazioni del Bando, in ottemperanza alle disposizioni di cui all’articolo 95, comma 3, del Codice;
  3. che, ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del Decreto Ministeriale del 2 dicembre 2016, il Bando di gara è stato pubblicato sul sito dell’Autorità Nazionale Anticorruzione alla sezione “Portale dei Bandi e dei Contratti Pubblici”;
  4. che, ai sensi dell’articolo 2, comma 4, del Decreto Ministeriale del 2 dicembre 2016, il Bando di gara è stato pubblicato sul sito Servizio Contratti Pubblici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  5. che, ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Ministeriale del 2 dicembre 2016, il Bando di gara è stato pubblicato, per estratto su due quotidiani a diffusione nazionale e su due quotidiani locali;
  6. che, ai sensi dell’articolo 58 del codice, per la gestione delle fasi di pubblicazione della procedura, di presentazione delle offerte, di analisi delle offerte stesse e di aggiudicazione, oltre che per le comunicazioni e gli scambi di informazioni, la gara si è svolta mediante l’utilizzo della piattaforma telematica, di e-procurament, della Società Consip S.p.A. (denominata per brevità Sistema), conforme alle disposizioni contenute nel Decreto Legislativo 82/2005 “Codice dell’Amministrazione Digitale”;
  7. la correttezza dei verbali del seggio di gara numerati dal n. 1 al n. 8 rispettivamente del 17/1/2019, 18/01/2019, 6/2/2019, 13/2/2019, 13/3/2019, 19/3/2019, 10/4/2019 e 18/4/2019, tutti pubblicati sul profilo del committente “Trasparenza e Pubblicità legale” - www.giustizia.it;
  8. che il R.U.P. ha attivato la procedura di soccorso istruttorio, ai sensi dell’art. 83, co. 9, del Codice, avendo il Seggio di Gara rilevato irregolarità essenziali sanabili nella documentazione presentata dagli operatori economici, nei confronti delle seguenti società: R.T.I. S.L.E.M. S.r.l.– Noi Società cooperativa Sociale; Isola Cooperativa Sociale; Marconi Group S.r.l.;
  9. la correttezza del verbale della seduta riservata del Seggio di Gara n. 3 del 06/02/2019, con il quale, esaminata la documentazione presentata dagli operatori economici a seguito dell’attivazione della procedura di soccorso istruttorio, ha valutato e ha ritenuto: a) di ammettere alla fase successiva della gara (valutazione dell’offerta tecnica) gli operatori economici, Isola Cooperativa Sociale e Marconi Group S.r.l.; b) di non ammettere alla fase successiva della gara (valutazione dell’offerta tecnica) la società: R.T.I. S.L.E.M. – Noi Società Cooperativa Sociale;
  10. che con decreto provveditoriale n. 28 del 07/02/2019 è stata nominata, successivamente alla scadenza del termine di presentazione delle offerte, la Commissione Giudicatrice, ex articolo 77 del Codice, previa verifica delle dichiarazioni dei commissari sull’assenza di cause di incompatibilità, in ottemperanza a quanto previsto dal predetto articolo 77 del Codice;
  11. che ai sensi dell’articolo 29, comma 1, del Codice, il decreto provveditoriale n. 28 del 07 febbraio 2019, contenente la composizione della commissione giudicatrice, nonché i curricula dei suoi componenti sono stati pubblicati sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia, sezione Trasparenza – Bandi di Gara e Contratti;
  12. che il R.U.P., con nota n. 6212.2 del 07 febbraio 2019, trasmetteva ai componenti della Commissione Giudicatrice il decreto di nomina n. 28/2019 con l’indicazione della data del 15 febbraio 2019 - ore 9,00 - per la consegna delle offerte tecniche presentate dagli operatori economici, la cui documentazione era stata estratta dal Sistema e riprodotta su supporto analogico (stampa della documentazione) ad opera del Seggio di Gara;
  13. che il R.U.P. con nota del 27 febbraio 2019, consegnava alla Commissione Giudicatrice, ulteriore documentazione ad integrazione di quella già fornita;
  14. la correttezza dei verbali delle sedute riservate della Commissione Giudicatrice del 21/2/2019, 27/2/2019, 7/3/2019 e 11 marzo 2019, con i quali vengono dati i resoconti dell’attività di valutazione delle offerte tecniche, nonché del processo logico-giuridico che ha portato alla determinazione dei punteggi tecnici come di seguito riportati:
    LOTTO N. 1 TOSCANA:
    n. OPERATORE ECONOMICO PUNT. TECN. ATTRIBUITO
    1. KLAS SERVICE 70

    LOTTO N. 2 UMBRIA:
    n. OPERATORE ECONOMICO PUNT. TECN. ATTRIBUITO
    1. KLAS SERVICE 70
    2. MARCONI GROUP SRL 70
    3. ISOLA COOPERATIVA SOCIALE 62
    4. B+ COOPERATIVA SOCIALE 60
  15. la correttezza dei verbali della seduta del Seggio di Gara del 13 e 19 marzo 2019, con il quale si dà atto che ha provveduto a:
    • comunicare il punteggio tecnico attribuito a ciascun operatore economico;
    • sbloccare le offerte economiche rendendo visibili ai concorrenti il ribasso offerto dai singoli partecipati e il punteggio assegnato dal sistema, sulla base della formula prevista al paragrafo 18.2 del Disciplinare di Gara, come di seguito riportato:
      LOTTO N. 1 TOSCANA
      n. OPERATORE ECONOMICO Offerta economica
      (Ribasso su importo a base d’asta di € 5,60)
      1. KLAS SERVICES S.R.L. Importo offerto Punteggio attribuito
      5,39 30

      LOTTO N. 2 UMBRIA
      n. OPERATORE ECONOMICO Offerta economica
      (Ribasso su importo a base d’asta di € 5,60)
      1. KLAS SERVICES S.R.L. Importo offerto Punteggio attribuito
      4,85 27,09
      2. MARCONI GROUP SRL Importo offerto Punteggio attribuito
      4,8 28,71
      3. B+ COOPERATIVA SOCIALE Importo offerto Punteggio attribuito
      4,76 30
      4. ISOLA COOPERATIVA SOCIALE Importo offerto Punteggio attribuito
      5,13 17,79
    • verificare la validità delle firme digitali apposte all’offerta economica;
    • verificare la presenza nell’offerta economica dell’indicazione dei costi aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute sui luoghi di lavoro di cui all’articolo 95, comma 10, del Codice;
    • verificare la presenza dell’importo relativo alla stima dei costi della manodopera, ai sensi dell’articolo 95, comma 10, del Codice;
    • verificare la non sussistenza in capo ai concorrenti di situazioni di controllo ex art. 2359 c.c.;
    • eseguire la somma di tutti i punteggi parziali attribuiti alle diverse offerte (punteggio tecnico + punteggio economico) come di seguito riportato:
      LOTTO N. 1 TOSCANA
      n. OPERATORE ECONOMICO P. TEC. P. ECON. P. TOTALE OFFERTA ANOMALA
      1. KLAS SERVICES SRL 70 30 100 SI

      LOTTO N. 2 UMBRIA
      n. OPERATORE ECONOMICO P. TEC. P. ECON. P. TOTALE OFFERTA ANOMALA
      1. KLAS SERVICES SRL 70 30 100 SI
      2. MARCONI GROUP SRL 70 28,71 98,71 SI
      3. B+ COOPERATIVA SOCIALE 60 30 90 SI
      4. ISOLA COOPERATIVA SOCIALE 62 17,79 79,79 NO
    • richiedere, sulla base delle risultanze che hanno determinato la presenza di offerte anomale, giustificazioni alle ditte:
      • LOTTO N. 1 - TOSCANA: KLAS SERVICES SRL (nota n. 11812.2 del 14/3/2019);
      • LOTTO N. 2 – UMBRIA: KLAS SERVICES SRL (note nn. 11658.2 e 12427.2 del 13 e 19 marzo 2019); MARCONI GROUP SRL (note nn. 11657.2 e 12426.2 del 13 e 19 marzo 2019); B+ COOPERATIVA SOCIALE (note nn. 11656.2 e 12425.2 del 13 e 19 marzo 2019);
  16. la correttezza dei verbali della seduta del Seggio di Gara del 10 e 18 aprile 2019, con il quale si dà atto che il Seggio di Gara ha provveduto a:
    • escludere dalla gara, limitatamente al Lotto 2 –Umbria- le ditte: B+ COOPERATIVA SOCIALE e MARCONI GROUP SRL, in quanto il costo della manodopera dichiarata non rientra nei limiti delle tabelle salariali minime di cui al D.M. del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 10/4/2013;
    • a stilare la graduatoria provvisoria di merito, come di seguito riportato:
      LOTTO N. 1 TOSCANA
      n. ordine graduatoria OPERATORE ECONOMICO
      1. KLAS SERVICES S.R.L.

      LOTTO N. 2 – UMBRIA:
      n. ordine graduatoria OPERATORE ECONOMICO
      1. KLAS SERVICES S.R.L.
      2. ISOLA COOPERATIVA SOCIALE
  • Vista la graduatoria provvisoria di merito stilata dal Seggio di Gara;
  • Preso atto che, ai sensi dell’articolo. 29, comma 2, del Codice gli atti di cui al comma 1 del predetto articolo, nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 53, sono stati pubblicati sul sito “Servizio Contratti Pubblici (SCP)” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • Dato atto che è stata verificata la positiva rispondenza delle procedure seguite rispetto al disciplinare, al bando di gara ed alla normativa nazionale e comunitaria, nonché dato atto della correttezza dei procedimenti logico-giuridici seguiti dal R.U.P., dal Seggio di Gara e dalla Commissione Giudicatrice, nella formulazione delle decisioni assunte come risultanti dai verbali e dai provvedimenti sopra citati e che qui si richiamano integralmente;
  • Tenuto conto che, ai sensi dell’articolo 32, comma 7, del Codice, al fine di disporre l’efficacia dell’aggiudicazione, si è proceduto alla verifica del possesso dei requisiti richiesti dalla legge e dalla documentazione di gara;
  • Preso atto che la presente aggiudicazione è immediatamente efficace essendosi conclusa positivamente la verifica del possesso dei prescritti requisiti, ai sensi dell’articolo 32, comma 7, del Codice;
  • Preso atto che l’articolo 76, comma 5, lettera a) del Codice, prevede che la stazione appaltante comunica d’ufficio immediatamente e comunque entro un termine non superiore a cinque giorni l’aggiudicazione, all’aggiudicatario, al concorrente che segue nella graduatoria, a tutti i candidati che hanno presentato un’offerta ammessa in gara, a coloro la cui candidatura o offerta siano state escluse se hanno proposto impugnazione avverso l’esclusione o sono in termini per presentare impugnazione;
  • Preso atto che, ai sensi dell’articolo 76, comma 6, del Codice, le comunicazioni di cui al comma 5, dell’articolo 32, del Codice sono fatte mediante posta elettronica certificata e devono indicare il termine dilatorio per la stipulazione del contratto;
  • Preso atto che, ai sensi dell’articolo 32, comma 8, del Codice, divenuta efficace l’aggiudicazione, e fatto salvo l’esercizio dei poteri di autotutela nei casi consentiti dalle norme vigenti, la stipulazione del contratto di appalto ha luogo entro i successivi sessanta giorni;
  • Preso atto che, ai sensi dell’articolo 32, comma 9, del Codice, il contratto non può essere stipulato prima di trentacinque giorni dall’invio dell’ultima delle comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione;
  • Preso atto che ai sensi dell’articolo 90 e seguenti del decreto legislativo n. 159 del 2011 recante “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010 n. 136” è stata consultata la banca dati nazionale unica (B.D.N.A. Banca Dati Nazionale Antimafia) ai fini del rilascio dell’informativa antimafia ai sensi dell’art. 91 del predetto decreto legislativo 159/2011 ed assunta a protocollo PR_BOUTG_Ingresso_0043387_20190429, nei confronti della ditta aggiudicataria sia per il Lotto 1 (Toscana) che per il Lotto 2 (Umbria);

DISPONE

ai sensi dell’articolo 32, comma 5 del codice, di aggiudicare la procedura di gara per l’affidamento del servizio di ristorazione presso le mense obbligatorie per il Personale di Polizia Penitenziaria negli Istituti penitenziari, scuole ed istituti di istruzione della regione Toscana e Umbria:

  • Lotto n. 1 TOSCANA (CIG 7723399E77): KLAS SERVICES S.R.L. – sede legale 40123 Bologna – Via Mura di Porta Saragozza – C.F./P.I. 02953701204 – prezzo di aggiudicazione € 5,39 (Cinque/39) + Iva;
  • Lotto n. 2 UMBRIA (CIG 7723423249): KLAS SERVICES S.R.L. – sede legale 40123 Bologna – Via Mura di Porta Saragozza – C.F./P.I. 02953701204 – prezzo di aggiudicazione € 4,85 (Quatro/85) + Iva;

DICHIARA

l’efficacia dell’aggiudicazione della procedura di gara, ai sensi dell’articolo 32, comma 7, del Codice, alla:

  • Lotto n. 1 TOSCANA (CIG 7723399E77): KLAS SERVICES S.R.L. – sede legale 40123 Bologna – Via Mura di Porta Saragozza – C.F./P.I. 02953701204 – prezzo di aggiudicazione € 5,39 (Cinque/39) + Iva;
  • Lotto n. 2 UMBRIA (CIG 7723423249): KLAS SERVICES S.R.L. – sede legale 40123 Bologna – Via Mura di Porta Saragozza – C.F./P.I. 02953701204 – prezzo di aggiudicazione € 4,85 (Quattro/85) + Iva.

DISPONE

  • che il contratto non potrà essere stipulato prima di trentacinque giorni dall’invio dell’ultima della comunicazione del provvedimento di aggiudicazione, in ottemperanza a quanto disposto dall’articolo 32, comma 9 del Codice, fermo restando che, ai sensi dell’art. 32, comma 6 del Codice, l’aggiudicazione non equivale ad accettazione dell’offerta;
  • ai sensi dell’articolo 76, comma 5 e 6 del Codice, la comunicazione immediata o comunque entro cinque giorni, mediante posta elettronica certificata, del presente provvedimento di aggiudicazione alla:
    1. Lotto n. 1 TOSCANA (CIG 7723399E77): KLAS SERVICES S.R.L. – R.T.I. S.L.E.M.-Noi Società Cooperativa;
    2. Lotto n. 2 UMBRIA (CIG 7723423249): KLAS SERVICES S.R.L. – MARCONI GROUP SRL - B+ COOPERATIVA SOCIALE – ISOLA COOPERATIVA SOCIALE; R.T.I. S.L.E.M.- Noi Società Cooperativa;
  • l’invio al Ministero della Giustizia per la pubblicazione sul sito internet www.giustizia.it sezione trasparenza e pubblicità legale, in ottemperanza a quanto previsto dall’articolo 29 del codice.
  • la pubblicazione del presente Decreto sul sito “Servizio Contratti Pubblici (SCP)” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in ottemperanza di quanto disposto dall’articolo 29, comma 2 del Codice;
  • di dare atto che, ai sensi dell’articolo 120, comma 5, del Codice del Processo Amministrativo, avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionali innanzi al T.A.R. di Firenze nel termine di trenta giorni, decorrente dalla ricezione della comunicazione di cui all'articolo 79 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (ora art. 76 del Codice); per il ricorso incidentale la decorrenza del termine è disciplinata dall'articolo 42 del C.P.A.

Il Provveditore
Antonio Fullone