salta al contenuto

Servizio di ristorazione a ridotto impatto ambientale nelle mense per la Polizia penitenziaria per il Provveditorato - Toscana e Umbria - Determina di risoluzione contratto n.140

25 marzo 2019

Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria
per la Toscana e Umbria
FIRENZE

DECRETO n°140 del 25/03/2019

DETERMINA DI RISOLUZIONE DEL CONTRATTO D’APPALTO
Mensa Obbligatoria di Servizio per il Personale di Polizia Penitenziaria.
- Lotto n. 2 UMBRIA – Ditta UNILABOR SC a RL
Periodo contrattuale 01/04/2017 – 31/12/2018 – con proroga tecnica fino al 30/06/2019
Repertorio n. 305 del 24/3/2018- CIG N. 6799352AC3

IL PROVVEDITORE

Premesso che con repertorio n. 305 del 24 marzo 2017, è stato stipulato con la Unilabor s.c. a r.l. un contratto d’appalto per il Servizio di ristorazione a ridotto impatto ambientale” nelle mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria nelle sedi degli Istituti penitenziari, della circoscrizione territoriale dell’Umbria. Lotto n. 2 - Cig 6799352AC3, con decorrenza 1° luglio 2017 e fino al 31 dicembre 2018;

Visto il decreto di proroga tecnica n. 685 del 3 dicembre 2019, con il quale si apportava una modifica alla durata del contratto originario (n. 305 del 24 marzo 2017) ai sensi e per gli effetti dell’articolo 106 del decreto Legislativo 50/2016 e s.m.i. per un ulteriore periodo decorrente dal 01 gennaio 2019 e fino al 30 giugno 2019, al fine di consentire l’indizione di una nuova dì gara d’appalto per l’affidamento del servizio de quo per un periodo di mesi 12 dal 01 luglio 2019 al 30 giugno 2020;

Considerato che l’appalto per il servizio di ristorazione presso le mense degli Istituti penitenziari della regione Umbria, particolarmente dal mese di gennaio 2019, ha creato e sta creando una serie di criticità nella sua gestione tali da non consentire il proseguimento del contratto in essere con la ditta Unilabor sc a rl fino al 30 giugno 2019;

Vista la proposta del Responsabile Unico del Procedimento n. 13421.2 del 25 marzo 2019, con la quale segnala la grave criticità dell’appalto dovuta, principalmente, alla ripetitività dei seguenti inadempimenti contrattuali realizzarti dalla Ditta Unilabor sc a rl, tali da non consentire un proseguimento del contratto in essere fino al 30 giugno 2019:

  1. mancata reintegrazione della cauzione a garanzia dell’esecuzione del contratto per il periodo gennaio/giugno 2019;
  2. mancata presentazione della copertura assicurativa dei rischi connessi all’esecuzione del contratto per il periodo gennaio/giugno 2019;
  3. mancato/ritardato adempimento, nei confronti dei propri dipendenti, in ordine al pagamento delle retribuzioni, per le quali questa stazione appaltante ha attivato la procedura sostitutiva, ai sensi dell’articolo 30 comma 6 del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i.;
  4. difformi modificazioni societarie non autorizzate preventivamente dal RUP/Stazione appaltante in violazione dell’articolo 106 del d. lgs. 50/2016 e s.m.i.;
  5. ripetuta mancanza di generi alimentari nei magazzini delle mense, tale da determinare il mancato rispetto dei menù concordati sia la fornitura dei pasti completi;

Considerato che la Ditta Unilabor sc a rl, alla data odierna, non ha fornito giustificazioni in ordine al contenuto della nota n. 10908.2 dell’ 8 marzo 2019, pena la risoluzione del contratto;

Sentito e visti gli atti prodotti dal Direttore dell’Esecuzione del Contratto;

Visti gli atti prodotti semestralmente dalla Commissione di Verifica istituita con Decreto n. 189 del 18 ottobre 2017 e n. 20 del 16 febbraio 2018;

Viste le segnalazioni n. 38300.2 del 20 agosto 2018, n. 50377.2 del 5 novembre 2018 all’ANAC, in ordine ai seguenti inadempimenti contrattuali:

nota n. 38300.2 del 20/8/2018:

  1. mancata fornitura di prodotti C.A.M. (penale di € 8.250,00);
  2. mancata destinazione a organizzazioni non lucrative di utilità sociale di cibo non somministrato (penale di € 250,00);

nota n. 50377.2 del 5/11/2018:

  1. mancata fornitura di prodotti C.A.M. (penale di € 8.250,00);
  2. mancata destinazione a organizzazioni non lucrative di utilità sociale di cibo non somministrato (penale di € 250,00);
  3. controllo manutenzione ordinaria (attrezzature): assenza della pianificazione delle attività eseguite e mancanza delle schede di registrazione delle attività eseguite (penale di € 250,00);
  4. controllo manutenzione ordinaria (locali): assenza della pianificazione delle attività eseguite e mancanza delle schede di registrazione delle attività eseguite (penale di € 250,00);

Visto il decreto n. 98 del 5 marzo 2019, con il quale sono state applicate, alla Unilabor sc a rl, ulteriori penali per inadempienze contrattuali (decreto trasmesso con nota n. 9962.2 del 5 marzo 2019 senza riscontro dal predetto operatore economico) per i seguenti motivi:

  1. mancata fornitura di prodotti C.A.M. (penale di € 8.250,00);
  2. mancata destinazione a organizzazioni non lucrative di utilità sociale di cibo non somministrato (penale di € 250,00);
  3. controllo manutenzione ordinaria (attrezzature): assenza dei registri delle attività eseguite (penale di € 250,00);
  4. controllo manutenzione ordinaria (locali): assenza dei registri delle attività eseguite (penale di € 250,00);
  5. mancata applicazione dei contratti collettivi di lavoro per ritardati pagamenti a favore dei dipendenti (penale di e 1.500,00):

Visto il Decreto legislativo n. 50/2016 ed il D. Lgs. 56/2017, in materia di contratti relativi a lavori, servizi, e forniture, ed in particolare l’articolo 108;

Viste le linee guida ANAC;

Visto il D.M. 7 marzo 2018, n. 49 “Regolamento recante: «Approvazione delle linee guida sulle modalità di svolgimento delle funzioni del Direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione», pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 15 maggio 2018, n. 111;

Richiamata ogni altra norma o disposizione applicabile alla fattispecie;

Considerato che i ripetuti comportamenti della Ditta Unilabor sc a rl, costituiscono grave inadempimento contrattuale;

DECRETA

  1. con decorrenza 1° aprile 2019, la risoluzione del contratto repertorio n. 305 del 24 marzo 2017 (sottoposto a proroga tecnica con decreto n. 685 del 3 dicembre 2018) stipulato con la Unilabor s.c. a r.l., per il servizio di ristorazione a ridotto impatto ambientale” nelle mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria nelle sedi degli Istituti penitenziari, della circoscrizione territoriale dell’Umbria - Lotto n. 2 - Cig 6799352AC3;
  2. che la cauzione definitiva prestata fino al 31 dicembre 2018 non venga rilasciata fino a chiusura di tutti gli atti e situazioni pendenti a carico della ditta Unilabor sc a rl;
  3. di comunicare, a cura del responsabile Unico del Procedimento, il presente atto alla Ditta Unilabor sc a rl dando atto che la risoluzione del rapporto contrattuale avrà effetto dal 1° aprile 2019;
  4. di dare mandato al Responsabile Unico del procedimento per i successivi incombenti di svolgimento delle procedure previste dal D. Lgs. 50/2016 e s.m.i. tra cui quelle previste all’articolo 110 e la tempestiva segnalazione all’Autorità Nazionale Anticorruzione;
  5. di pubblicare, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 29 del D. lgs. 50/2016 e s.m.i., il presente decreto sul profilo del committente, nella sezione “Amministrazione Trasparente” www.giustizia.it.

Il Provveditore
Antonio Fullone


Strumenti